Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

vogliamo una BICIPOLITANA da Sacile a Casarsa!!!

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 33 visitatori online

Notizie flash

Salviamo il paesaggioSpS aderisce alla campagna  "Salviamo il Paesaggio - Difendiamo i Territori."

Benvenuto in Sacile Partecipata e Sostenibile!
dedicato ai "grandi"... PDF Stampa E-mail
Sabato 12 Luglio 2014 09:38

Dedicato ai "grandi" ... che poi tanto "grandi" non sono, visto che durante la bella stagione i bimbi trasportati sul seggiolino delle bici dai "grandi" son purtroppo quasi tutti SENZA CASCHETTO.
Ulteriore esempio della superficialità, anzi, sventatezza, e della totale mancanza di cultura della sicurezza (leggi: prevenzione) di coloro che anagraficamente sono considerati adulti. E che a maggior ragione dovrebbero essere responsabili e accorti quando si tratta di mettere in campo quanto possibile per tutelare salute e vita dei piccoli.

L'appello di SPS è dunque: METTIMI IL CASCHETTO!!!

Così mi abituerai anche a fare più attenzione a me quando crescerò!!!

 

 

Ricordati:  CASCOANKIO!



Chi ha testa ... la protegge Sorridente

 

Caro "grande", dedicami anche 10 minuti per spiegarmi le insidie dell'ANGOLO CIECO, come pure come saper calcolare lo SPAZIO DI ARRESTO. Te ne sarò grato anche per quando dalla bici passerò allo scooter!

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Giugno 2022 17:33
 
inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Agosto 2022 12:57

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:

"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?
Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare cosa racconta la gente con le sue gioie, ma anche con le sue disavventure e scoprire così particolari situazioni che spesso non si leggono sui giornali, perché vita quotidiana vissuta non fa notizia.
A volte capita anche che l’ascolto sia utile per capire il disorientamento dei cittadini che ad un tratto si ritrovano imprigionati inconsapevolmente nei meandri della burocrazia: quella di cui si parla sottovoce per paura di cose peggiori o di essere presi ancor più di mira dal sistema.

Allora ecco scoprire un problema che quasi nessuno conosce, se per sfortuna non gli è capitato: nel caso sia l'Agenzia delle Entrate a riscuotere i vari tributi per conto di un altro Ente pubblico, anche se le cartelle non sono corrette o sono “impazzite”, si viene costretti a pagare perché l'eventuale ricorso BLOCCA la liquidazione di qualsiasi somma che invece sia dovuta da parte degli stessi Enti!

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Agosto 2022 13:43
 
Risposta all'assessore alla sicurezza PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Agosto 2022 16:18

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da esporre. Per quanto prurito evidentemente creino negli anni le mie segnalazioni, rintracciabili integralmente sempre nel sito di SPS, sono sempre state frutto di ricerca di elementi veri, verificabili e con fonti puntualmente segnalate.
Molto diversa anche stavolta la risposta dei nostri amministratori che, come al solito, non chiariscono e non dimostrano con i fatti eventuali segnalazioni errate, ma rispondono con altro che non c'entra aggiungendo goffi tentativi di offesa personale. Goffo tentativo perchè prima di cercare semplicistiche frasi offensive l'assessore Gasparotto dovrebbe farsi mentalmente l'elenco di quante segnalazioni veritiere ho fatto in questi 15 anni. E pure di quante situazioni secondo lui “non reali” che poi si sono avverate, citando solo i più recenti: la pericolosità della corsia ciclabile di viale Zancanaro e la perdita del Liceo Musicale. Probabilmente quanto mi stanno a cuore i problemi lo sanno bene i cittadini che continuano a rivolgersi a me, pur sapendo che non sono consigliera.
E per quanto riguarda il "servizio alla comunità" faccio memoria come lui, al tempo in cui faceva opposizione alla parte politica che ora difende, nn abbia mosso dito per sostenere quell'ignobile scippo di anni di tassa d depurazione a centinaia di famiglie. Eppure, con una lotta dai banchi del Consiglio, avremmo potuto restituire i soldi a tutti! Non mi pare che come assessore alla sicurezza stia sudando sette camicie per farci avere al più presto la sistemazione dell'incrocio di via Pordenone, anzi, non si è certo accorto lui che l'integrazione per FVG Strade relativa ai lavori era ferma nel cassetto da quasi due anni. E solo per aggiungere un altro esempio in favore della cittadinanza non mi pare che lui abbia messo in piedi per la nostra città un progetto come il Pedibus esportato poi in diversi Comuni che mi avevano contatta.
Totalmente fasulla infine l’affermazione dell’assessore sulle critiche al personale amministrativo: sfido chiunque a trovare negli oltre mille articoli del sito un solo appunto agli uffici, anzi. Il motivo è che da sempre sostengo che quel che manca è sempre a monte, cioè la volontà e capacità politica.

Questa la risposta personale, perchè io intervengo sempre solo dal punto di vista politico amministrativo, ma se poi qualcuno scende ad altri livelli ... so bene come replicare.

Veniamo ora alla risposta più importante, cioè quella che interessa più i cittadini.
L'assessore Gasparotto cita 61.538,00 euro. Ma si tratta di altro bando rispetto a quello cui mi riferivo io.

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Agosto 2022 12:57
 
No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!! PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Luglio 2022 15:51

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in mano e così magari leggiamo due articoli diversi sullo stesso tema relativi a due Comuni diversi e non possiamo esimerci dal confrontare.

Come tante volte anche stavolta mi è capitato quasi contemporaneamente sotto gli occhi l'articolo che riportava del cospicuo finanziamento al corpo della Polizia Municipale di Maniago diretto, e ci tengo a sottolinearlo a cittadini a amministratori sacilesi, dal Comandante Luigino Cancian.
L’articolo ricorda che con lo scioglimento delle UTI il servizio era stato smembrato, ma che poi, nel giro di poche settimane, grazie a concorsi ed assunzioni, si era potuto riavere un corpo di Polizia locale con Maniago capofila e 5 Comuni associati. Un risultato attribuibile da un lato alla volontà politica dell’Amministrazione e dall’altro al lavoro del Comandante Cancian che ha saputo redigere un progetto premiato appunto da questo finanziamento di ben 92.201,00 Euro.
Due giorni dopo leggo che nella nostra città si annuncia trionfalmente che una sera a settimana, per massimo una decina di sere, sarà attivo il servizio della Polizia Municipale di Sacile. Per il resto non si cita alcuna cifra sull'arrivo di un qualche cospicuo finanziamento.

Ovvio che vado nella sezione “amministrazione trasparente” del sito della nostra regione per capire come mai una città di 20mila abitanti, con degli amministratori di maggioranza e, ancor più, di minoranza (pure ex assessori!) che ciclicamente parlano e riparlano di “sicurezza”, non gioisca di una bella somma come Maniago.

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Luglio 2022 13:57
 
Assemblea regionale sulla SANITA' 24 giugno! PDF Stampa E-mail
Venerdì 10 Giugno 2022 12:57

Facendo seguito alle quasi 18.000 firme dei cittadini del FVG raccolte nei mesi scorsi e presentate alla regione, ecco l'appello a partecipare alla grande assemblea che tirerà le somme su quanto successo ad oggi, approfondirà diverse problematiche e indicherà possibili scelte migliorative:

Con il presente la/vi invitiamo a partecipare venerdì 24 giugno 2022 ore 16.00 c/o il Centro E. Balducci a Zugliano (Ud), all’assemblea regionale dal tema “Salute Pubblica Bene Comune, un diritto non un affare”, promossa dal Coordinamento Regionale per la Sanità Pubblica FVG.
Questa Assemblea aperta si colloca nello sviluppo di una serie di iniziative di Comitati e Associazioni e realtà che hanno raccolto più di 15.000 firme per una petizione dedicata ai temi della Salute e presentata a fine aprile al Consiglio Regionale.
Rispetto al tema salute va innanzitutto manifestata gratitudine per l’impegno agli Operatori del Servizio Sanitario pubblico nelle sue articolazioni, ma anche al volontariato, il Terzo Settore impegnato con Amministratori e le Comunità Locali per l’apporto dato al sostenere la sanità pubblica di fronte a tagli, riduzioni o cancellazioni di servizi e prestazioni, carenze di personale che il Virus SARS-CoV-2 ha accentuato. Le conseguenze dirette ed indirette su cittadine e cittadini
sono state molteplici con ricadute tuttora attive.
- Tra le evidenze emerse c’è stato il depauperamento di offerta di alcuni Servizi causato soprattutto dalla carenza di adeguato personale per sostenere tale ulteriore impatto e per previsioni di copertura inadeguate protrattesi nel tempo, mentre molte aree del territorio regionale soffrono per la carenza di MMG; a ciò si è aggiunto progressivo ampliarsi, in vari settori, delle liste d’attesa lasciando considerevole spazio al dover ricorrere, in molte occasioni, a strutture private anche non convenzionate con il Servizio pubblico o al trasferimento in altra Regione.

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Giugno 2022 14:01
 
come sarà l'incrocio di via Pordenone PDF Stampa E-mail
Venerdì 10 Giugno 2022 13:15

Di seguito ecco come verranno eseguiti i lavori di sistemazione dell'incrocio di Pordenone sulla Pontebbana a S.Giovanni del Tempio, lavori che aspettiamo da anni e che finalmente paiono avvicinarsi, come ci hanno assicurato all'ultima assemblea di maggio.

 

 
La storia finita del trasferimento della Collodi PDF Stampa E-mail
Domenica 29 Maggio 2022 17:51

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi e, al tempo stesso, compattare le sedi del Pujati ricavando nuove aule nell’edificio già in parte occupato.
Peccato.
Già, un gran peccato, perché bastava leggere ed interpretare con attenzione le condizioni poste dalla Direzione INAIL relativamente al finanziamento per nuovi edifici scolastici, comprese “strutture che garantiscono lo svolgimento di attività dirette all’utilizzo esteso delle dotazioni scolastiche (quali, biblioteche, palestre, auditorium, spazi comuni di condivisione, laboratori ed altro)”.
Che sia chiaro: non è “colpa della burocrazia” come da un po' di tempo ci sentiamo dire da questa amministrazione, soprattutto quando si tratta di competenza di lavori pubblici, ma è colpa di madornali sviste.
In questo specifico caso nessuno si è accorto che la soglia minima per vedere approvato il progetto doveva essere quella di 3 milioni.

Ma andiamo per ordine per capire un po' meglio.
Ecco, cari lettori di SPS, come sempre i fatti:

Nel novembre 2019 la nostra amministrazione invia in regione alla Direzione centrale infrastrutture e territorio manifestazione di interesse per accedere al finanziamento dichiarando di avere nella piena disponibilità l’area sulla quale costruire la nuova scuola dell'infanzia per un importo stimato di X Euro.

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Maggio 2022 18:36
 
report su assemblea S.Giovannni d.T. PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Maggio 2022 16:43

Si è svolta mercoledì 11 maggio 2022 l'assemblea tematica sui problemi della viabilità a San Giovanni del Tempio chiesta dalla cittadinanza. Presenti il Sindaco, gli assessori ai Lavori Pubblici e alla Sicurezza, il Comandante della Polizia Municipale e il Dirigente dell'Ufficio tecnico.

Davvero buona la partecipazione (nonostante la partita di calcio...). Questo dimostra che i cittadini della frazione non sono solo interessati a chiedere soluzioni personali al problema davanti alla porta di casa, bensì sono interessati alla globalità delle criticità che, in particolare causa la SS13 Pontebbana, sono numerose e spesso in correlazione tra loro.
Doveroso un ringraziamento all'amministrazione comunale del Sindaco Carlo Spagnol per aver risposto e concesso tempestivamente questa assemblea.

Questo quanto abbiamo esposto relativamente ai punti elencati nella richiesta (la visuale è DA Pordenone VERSO Sacile):

- immissione dalla Pontebbana in via San Giovanni del Tempio:
chi deve svoltare a destra si trova un imbocco estremamente stretto e non può accostare. Frena in mezzo alla carreggiata e il rischio tamponamento è frequente. Inoltre non si vede se arriva un mezzo da via S.Giovanni d.T. e, nel caso si verifica, l'auto sulla Pontebbana praticamente si blocca perchè trova improvvisamente ostruito l'accesso.
- lungo tratto privo di sufficiente illuminazione dall’incrocio di via Gorizia al semaforo, lungo il quale si susseguono i numerosi accessi alle abitazioni :
negli anni si è costruito praticamente senza interruzione ai lati della Pontebbana, ma nessuno si è preoccupato delle infrastrutture, in particolare dell'illuminazione. nelle ore notturne e nei mesi invernali è pericoloso per i residenti trovare lo stretto accesso alle proprie abitazioni con ai lati sempre il fossato. Con la piena funzionalità della struttura commerciale all'incrocio di via Gorizia l'asse abitato lungo la statale 13 dovrebbe essere illuminato con soluzione di continuità esattamente come lo è la continuità del costruito.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Maggio 2022 16:50
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 98