Sacile Partecipata e Sostenibile

Area Mineraria Sacilese

L'area della Mineraria Sacilese si presta ad essere una delle prossime, non è la sola, tappe dello scempio urbanistico e paesaggistico a Sacile. Noi crediamo che un ampio dibattito pubblico possa essere il presupposto affinchè si colga l'occasione per una pratica urbanistica partecipata e sostenibile su questa zona, la presente sezione vuole, nel nostro piccolo, contribuire a dare informazioni e spunti di riflessione a partire dalla storia pluriennale di questa vicenda ...



Presidio a sostegno del Sovrintendente in sopralluogo alla MIneraria PDF Stampa E-mail
Martedì 11 Ottobre 2011 18:56

imgarticoloSacile Partecipata e Sostenibile ha effettuato venerdì 7 ottobre in Via Cartiera Vecchia un presidio composto da esponenti della suddetta lista civica, con la presenza qualificante del WWF, allo scopo di manifestare gratitudine al Sovrintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici del Friuli Venezia Giulia, arch. Luca Rinaldi. Abbiamo, infatti, apprezzato la decisione non scontata dello stesso di effettuare di persona un sopralluogo nella zona della Mineraria Sacilese SpA al fine di verificare nel merito le istanze prodotte dall’attuale Amministrazione di Sacile  in seguito al preavviso di parere negativo sul progetto di edificazione in tale zona pervenuto dalla Sovrintendenza nel mese di luglio.
Riteniamo che la presenza del Sovrintendente sia una preziosa dimostrazione di chi compie con convinzione e competenza il suo dovere di vigilare sul territorio inteso come bene pubblico. Malgrado i tagli subiti dal Ministero ai Beni Culturali (un miliardo di Euro in tre anni), avere nel territorio Uffici che, sebbene sguarniti di tutto, ancora lavorano con tanta accuratezza, meritava, secondo la civica SPS, come minimo un’attestazione di stima.

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Ottobre 2011 20:19
 
Mineraria 1 - E' il 1990, dal notaio Buscio ... PDF Stampa E-mail
Sabato 10 Settembre 2011 07:45

art immaginePrima puntata

26/02/1990
 
Presso il Notaio di Sacile, Pietro Buscio, compare l’Ing. Van Cutsem in qualità di Direttore Generale della società “Mineraria Sacilese SpA” per firmare l’Atto d’Obbligo Unilaterale con il quale la società si obbliga in modo unilaterale a determinati impegni verso il Comune di Sacile.
Al tempo la società è proprietaria di un comprensorio di 76.330 m2 . Con la Variante n.18 l’assetto unitario viene modificato per l’attraversamento della nuova arteria stradale, Via Cartiera Vecchia, (la cui realizzazione era stata deliberata dal Consiglio comunale di Sacile il 22/07/1987) per cui i m2 diventano 68.860.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Ottobre 2011 13:19
 
Per la tutela dell’equilibrio paesaggistico a Sacile nella zona della Mineraria. PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Settembre 2011 07:25

img articoloSiamo confortati che esistano ancora funzionari che adempiono al loro dovere al di sopra degli interessi particolaristici come pare esserlo il Sovrintendente per i beni architettonici e paesaggistici del FVG, Luca Rinaldi, che tutela quanto in sua custodia: che si tratti di un muretto medievale di un piccolo paesino carnico, o del canale Ponterosso a Trieste, che sta per perdere la sua fisionomia per la costruzione di un ponte per celebrare l’ex Sindaco, oppure dell’equilibrio paesaggistico a Sacile nella zona della Mineraria.

Ma non ci illudiamo. Non basterà la correttezza di un funzionario a fermare l’imminente scempio di una edificazione che porterà in Via Cartiera Vecchia centinaia di abitanti e relative automobili.

D’altra parte la Società si è ben tutelata sin dal lontano 1990, quando con un Atto d’Obbligo Unilaterale la società si è obbligata in modo unilaterale a determinati impegni verso il Comune di Sacile. Potrebbe suonare come un grande gesto di filantropia, se non fosse  che l’eleganza delle parole cela una trappola.

Ultimo aggiornamento Sabato 10 Settembre 2011 07:38
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2