Sacile Partecipata e Sostenibile

Da Cancun a Sacile; la nostra relazione al clima e allo sviluppo. PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Dicembre 2010 09:03

img artSi è appena concluso con successo il vertice mondiale sul clima di Cancun. Patricia Espinosa, Ministro degli Esteri messicano è riuscita dove aveva fallito Copenhagen: a fare trovare un accordo ai più di 180 governi presenti per 12 giorni nella città centro-americana.
A Cancun è stato preso l’impegno di ridurre le emissioni di anidride carbonica del 40% entro il 2020, contenere entro i 2 gradi l'aumento di temperatura, e impegnare 10 miliardi di dollari all'anno per la difesa della foresta e il trasferimento delle tecnologie pulite.
Vasto programma che ci porta a non stare fermi ed ad interrogarci come il nostro territorio si dovrà confrontare con questi accordi. L'interrogativo trova maggiore attualità dopo le recenti esondazioni  che hanno invaso Sacile il 2 Novembre scorso. Maggiore risonanza viene anche dal fatto che siamo in pieno dibattito sulla variante 58 al Piano Regolatore. Ci chiediamo dove e come vogliamo orientare il nostro sviluppo sostenibile.
Dobbiamo confrontarci anche a Sacile con la Green Economy, quella che non limita il dibattito sulla cubatura in più o in meno. Sia con la nuova edilizia che con le ristrutturazioni, l'introduzione dei nuovi materiali ad alta efficienza energetica è più che doverosa. Occorre stare alla larga da una  oscurantista ideologia politica che schematizza la destra con la verticalità e la sinistra con l'orizzontalità e stare in linea con la fisionomia della nostra città.
Converebbe fermarsi e concedere una ulteriore valutazione ai vari progetti di torri previsti nel nostro territorio.

Dare valore al nostro centro storico che fortunatamente in questi ultimi anni gode di nuove ristrutturazioni di palazzi e della piazza. Trovare meccanismi che ci consentano di convivere davvero in un piacevole luogo pubblico comune, in cui gli interessi di tutti trovano il loro motivo di essere e riescono ad esprimersi sapendo che di uno “spazio comune” appunto si tratta. Allontanare le macchine e trasformare le strade in una viabilità che naturalmente dia la precedenza a pedoni e ciclisti. Intanto almeno si mettano realmente in moto le auto elettriche messe a disposizione a Sacile dall'amministrazione provinciale.
Il Livenza che scorre attraverso l'intera città deve farsi da ostacolo a risorsa, essere davvero l'elemento caratterizzante del nostro “giardino”. Non avere solo sentieri pedonali che ci portano fino al fiume, ma percorsi che si snodano lungo i rami del fiume fino a potersi impadronire della nostra città a piedi e in bicicletta approfittando di questo bene della natura che altri comuni ci invidiano.
In questo senso s'inserisce anche la valorizzazione delle strutture dismesse per la produzione di energia idroelettrica presenti sul Livenza. E' auspicabile che questa unità produttiva alimentata da fonte rinnovabile sia attuata il prima possibile, diventando anche attrattiva di archeologia industriale.
Tutto questo entra in linea con le risoluzioni di Cancun e meriterebbe una maggiore incisività anche a Sacile e in particolare modo in relazione alla variante 58. Consumiamo dunque meno territorio e sviluppiamo recupero ed efficienza.

Fernand Didier Manga
Sacile Partecipata e Sostenibile

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Dicembre 2010 09:08
 
Articoli correlati :

» Sciopero globaale per il clima 27 settembre 2019

» la riqualificazione energetica conclude il nostro percorso

Giovedì 10 aprile SPS ha degnamente concluso il percorso sulla sostenibilità in ambito del costruito. Ancora una serata che non ha disatteso le aspettative: con un relatore che aveva dalla sua la competenza arricchita da chi ci crede veramente. Il...

» Un consorzio virtuoso per il rilancio dell'edilizia senza un solo metro cubo in più

Un soggetto giuridico ad hoc che riunisca imprese edili, aziende dei vari settori ad esse collegati come serramenti, tinteggiature, carpenteria, impiantistica ecc., una banca, un'agenzia assicurativa e quant'altro. Lo scopo è quello di consorziarsi...

» Vinta la scommessa del blocco di ghiaccio anche a Klagenfurt

L'ormai famosa iniziativa per stupire e convincere sull'assoluta urgenza della coibentazione degli edifici è stata sperimentata per la prima volta a  Winklern, nella valle della Möll, nel 1996. Da quella volta i Comuni austriaci si mettono in...

» SPS sta con Norbert Lantschner

Il Dott. Norbert Lantschner, ideatore e direttore di CasaClima, è stato licenziato! Senza una telefonata, senza un confronto, ma con una lettera che gli è arrivata nel giorno prima dell’udienza dal giudice del lavoro, dove si sarebbe dovuta...

» Ecco chi vede nella certificazione energetica una risorsa di sviluppo ...

Convegno per artigiani e imprese a Trieste.APE, in collaborazione con CCIAA, API, CNA e Confartigianato Trieste, organizza il convegno per artigiani ed imprese dal titolo:Efficienza energetica, un’opportunità di crescita per le impreseL'Unione...

» Il Cubo di ghiaccio e l'Inquinamento

Cari sostenitori di SPS, il titolo vi stupisce? Vi chiedete cosa ha a che fare un cubo di ghiaccio con l’abbattimento dell’inquinamento?Ve lo spieghiamo subito:Questo è un cubo di ghiaccio posizionato in mezzo a una piazza, coperto da una...

» Crisi nell'edilizia? Perché non risanare con un'occhio al risparmio energetico e l'effetto sulla qualità abitativa come si fa in Austria?

L’edilizia è ferma? Solo in Italia.Oltreconfine gode di ottima salute ... e con essa anche i . Perché dalle città ai più piccoli paesini è tutto un cantiere. Ma non per costruire torri ed eco-mostri vari.Per risanare interi quartieri di...

» Il 14 ottobre la Giunta Regionale ha approvato la VEA

Ah beh, a pochi giorni dall’imminente entrata in vigore della certificazione energetico-ambientale prevista inevitabilmente per il 31 ottobre 2011, la Giunta regionale ha approvato in via preliminare il protocollo regionale VEA (la cui gestazione,...

» Convegno a Udine APE e CasaClima

Io abito in una CasaClima e tu?SABATO  1 OTTOBRE 2011 10.00 - 13.00SALA CONVEGNI 1° piano ingresso sudUdine Fiere Torreano di Martignacco UDINEUna casa con elevata qualità energetica, benessere abitativo, sostenibilità ambientale e risparmio...