Sacile Partecipata e Sostenibile

Nella nostra regione abbiamo la fortuna di avere già un Agenzia Per l'Energia: è l'APE ... PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Settembre 2010 17:19

img-art

Il 10/09/2010 un trafiletto sulla stampa annuncia il via libera della Giunta Regionale del FVG alle modifiche dello Statuto dell’ARES (Agenzia Regionale per l’Edilizia Sostenibile), di cui ora la regione è unico azionista. Si tratta di uno dei vari passaggi burocratici indispensabili per ottemperare – secondo la stampa – al “provvedimento che,   dal 1° gennaio 2011, impone la sostituzione in FVG degli attestati di qualificazione e di certificazione energetica con la certificazione VEA (Valutazione Energetico Ambientale)”.

Mettiamo allora subito in chiaro che questa data non è piovuta dal cielo ma rappresenta ormai la terza scadenza rimandata di questo Governo regionale. Infatti la certificazione VEA era stata promessa a suon di trombe prima per il 1° gennaio 2010 poi per il 1° giugno 2010 e ora siamo al 1° gennaio del 2011. Non si tratta quindi di una scadenza che rappresenta un traguardo, bensì di una scadenza che – sempre che stavolta sia rispettata – rappresenta invece scarsa convinzione nelle scelte ambientali e grande attenzione invece per mantenere, rimescolandoli e rinominandoli, i soliti interessi.

Quanto tempo è passato dalla DIRETTIVA 2002/91/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell'edilizia? Sì! Proprio quella che all’articolo 15 (Recepimento) diceva che:
1. Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative
necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro il 4 gennaio 2006.
2. In caso di mancata disponibilità di esperti qualificati e/o riconosciuti, gli Stati membri dispongono di un ulteriore periodo di tre anni per applicare integralmente gli articoli 7, 8 ecc.

Ribadiamo allora che nella nostra regione abbiamo la fortuna di avere già un Agenzia Per l'Energia del Friuli Venezia Giulia: si tratta dell’APE,  fondata dalla Provincia di Udine con il sostegno della Commissione Europea, che appartiene alla rete europea Intelligent Energy for Europe, che annovera attualmente circa 400 Agenzie locali per l'energia, promossa dall'Unione Europea per trasferire a livello locale gli orientamenti comunitari in materia di energia e di lotta ai cambiamenti climatici e per offrire supporto tecnico agli attori locali. E l’APE, dopo attento esame di varie certificazioni, ha optato per la certificazione di CasaClima, avviando una collaborazione concreta ed efficace, altro che lungaggini burocratiche! Hanno organizzato una serie di corsi che vedono sempre il pienone, hanno saputo diffondere nel territorio il punto di vista indipendente sull'energia e offrire informazioni oggettive, indipendenti ed aggiornate in tema di efficienza energetica e di utilizzo delle fonti rinnovabili.

Invece no, bisogna creare un organismo più che “in house”….. “ad hoc”. E non importa se questo prolunga i tempi!

Visto che noi invece riponiamo molta fiducia in APE e CasaClima diamo di seguito comunicazione del prossimo corso sul nuovo software che giovedì 14 ottobre 2010, in anteprima nazionale, ITC-CNR e APE presentano:
DOCETPRO2010, il nuovo software per la certificazione energetica.

In Italia, la nota frammentazione delle modalità di certificazione energetica e delle procedure di calcolo porta inevitabilmente verso una disomogeneità dei risultati che può essere evitata attraverso l’utilizzo di un’unica piattaforma nazionale sulla certificazione energetica. L’ITC-CNR e l’Agenzia CasaClima hanno sottoscritto un accordo di collaborazione tecnico-scientifica finalizzato alla realizzazione di strumenti di calcolo e condivisione di know how tecnico per la definizione della summenzionata piattaforma.

Grazie al principio di semplificazione degli aspetti di certificazione energetica è stata messa a punto un’interfaccia user friendly ideale per tutti i professionisti di settore che potranno certificare tutti gli edifici secondo le Linee Guida nazionali (DM 26/06/2009).

DOCETPRO2010 è un software “non commerciale” ideato per certificare edifici residenziali e non, esistenti e di nuova costruzione, senza limitazioni di superfici. In esso sono implementate in modo dettagliato le norme UNI TS 11300 secondo quanto definito dalle Linee Guida nazionali per la certificazione energetica. Il nuovo strumento si colloca quindi in una fascia di certificazione energetica differente rispetto a DOCET, strumento di calcolo riconosciuto a livello nazionale con DM 26/06/2009 per i soli edifici residenziali esistenti con superficie inferiore a 3000 m2, che rimarrà disponibile agli utenti dal proprio sito.

DOCETPRO2010 consente di effettuare i calcoli per il rilascio del certificato energetico previsto dal decreto legislativo 192/2005 e s.m.i. e, quindi, rientra anche nelle metodologie di calcolo previste dall’art. 2 comma 1 del “Regolamento recante le procedure per la certificazione VEA di sostenibilità energetico ambientale degli edifici, di cui all’art. 6 bis, della legge regionale 18 agosto 2005 n. 23, ‘Disposizioni in materia di edilizia sostenibile’”.

All’interno della stessa piattaforma web, denominata XClima Europe, oltre al DOCETPRO2010 sarà inserito anche il nuovo programma per il calcolo CasaClima. Le due applicazioni condivideranno i dati di ingresso, pertanto sarà possibile effettuare contemporaneamente il calcolo secondo entrambe le metodologie. PER I DETTAGLI CLICCA QUI' >>>

Ultimo aggiornamento Martedì 21 Settembre 2010 23:46
 
Articoli correlati :

» Il primo condominio autosufficiente

Ecco a voi, cari lettori, il primo condominio di nove appartamenti totalmente autosufficiente, cioè "energieautark", è stato inaugurato a giugno 2015 (!!!) a Brütten in Svizzera. Non ha alcun allacciamento alla rete elettrica, tantomeno al gas....

» Sciopero globaale per il clima 27 settembre 2019

» le nostre segnalazioni per il PAES

Premesso che in questi anni non abbiamo messo alcun bel cappottino a nessun edificio pubblico e che l'illuminazione a LED ormai sta spopolando (e non sempre senza problemi), abbiamo comunque cercato di dare un piccolo contributo alla riduzione delle...

» I documenti si lasciano mirabilmente scrivere

"Gli  impianti  solari  fotovoltaici  possono  essere  installati  in  facciata,  su  coperture  piane  e  su  falde inclinate, (...)" recita il Regolamento comunale per il risparmio energetico e l'Edilizia sostenibile del Comune di...

» Case di luce ... e di speranza!

CASE DI LUCE è il nome del complesso condominiale di ben 61 appartamenti del progetto di rigenerazione urbana sostenibile ed architettura zero energy nel Comune di Bisceglie.Finito nell'ottobre 2016 si tratta del  complesso abitativo in canapa e...

» cosa si fa a ... Bremerhaven ... e cosa a Sacile

Cos'è questa meraviglia?La Casa del Clima di Bremerhaven è più di un museo: è un luogo di saperi e di esperienze che ruotano attorno al tema del clima, dei cambiamenti climatici e della meteorologia. Su una superfice di 11.500 m2 ci avventuriamo...

» Speriamo di farcela?!

Speriamo di farcela a partecipare al che destina 10 milioni per l'efficientamento energetico delle scuole!Speriamo non vada a finire come al solito, con Sacile che brilla per assenza alla partecipazione o per eventuale presenza, ma solo nelle...

» centralina di rilevazione inquinamento o ... frullatore?

Sarebbe troppo facile far notare l'ennesima segnalazione di SPS rivelatasi fondata.NO, quello che svilupperemo in questo articolo è la vicenda degli annunci, dello spostamento, dei tempi e del funzionamento, o meglio, del non-funzionamento (e...

» il più grande distributore elettrico

Oltre ai parcheggi muniti di colonnina di ricarica elettrica, contrassegnati in verde e posizionati in città, nei centri commerciali e nelle nuove aree industriali, è stata da poco inaugurata a Villach la più grande stazione di distribuzione di...

» i rimborsi ai cittadini... MAI!?

Non è solo sempre aperta la questione del rimborso depurazione, rispetto alla quale l'Amministrazione prima promette, poi afferma che non è dovuto, infine (dopo la sentenza del GdP) dice che non le compete (scambiando il fatto che certo non le...