Sacile Partecipata e Sostenibile

Prima dichiarazione sull'apertura della campagna elettorale sacilese PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Giugno 2013 22:19

Il gruppo di SPS riunitosi venerdì, 21 giugno 2013, non ritiene sia ancora il momento di discutere di alleanze, sebbene siano già pervenuti da alcune forze politiche segnali di invito in questa direzione.

Coerenti con il percorso del 2009, anche questa volta intendiamo dedicare le nostre energie alla formulazione del programma, le cui linee generali abbiamo esposto in assemblea cittadina il 30 novembre 2012 e che in questi mesi stiamo esaminando nel dettaglio e integrando con i suggerimenti e le richieste che ci pervengono. Poi si formerà la squadra di tutti coloro vorranno riconoscersi e contribuire alla sua realizzazione. Infine, speriamo, da questa squadra si cristallizzerà un/una candidato/a Sindaco.

Con soddisfazione vediamo che quanto da noi già presentato nel programma per le amministrative del 2009 oggi pare condiviso da tutti: dallo stop a nuove costruzioni in favore di un capillare intervento sul patrimonio edilizio presente all'esigenza di rendere il nostro territorio comunale più sicuro e attraente per essere vissuto a piedi e in bicicletta, dalla difesa e nuove idee per la nostra offerta sanitaria ad una ampia e diversificata gamma di interventi per risanare l'ambiente, dalla richiesta di cogenti modalità di partecipazione dei cittadini alle scelte amministrative per tutti 5 gli anni alla diminuzione del costo della politica, dalla difesa non solo mediante sussidi e bonus vari di un'ampia fascia di cittadini ad una progettualità di valore premiata dai fondi europei.
Ci ha sicuramente ripagato dalle fatiche aver visto crescere in questi anni la fiducia e il sostegno di molti cittadini, anche per il fatto che continuano a rivolgersi a noi, sebbene non siamo in Consiglio Comunale. Siamo ancora convinti che la nostra scelta di essere una lista civica a livello locale che fonda la sua azione su buone pratiche con riflessi globali, sia quella giusta: non abbiamo fondi, ma non dipendiamo in verticale da alcun interesse di giochi politici, da alcun diktat di organismi superiori, da alcun gioco di fazioni. Siamo una lista civica nata e rimasta movimento, non frutto di strategie a tavolino e non venuta alla luce già come stampella di un partito per fungere da lifting alla sua perduta credibilità.

Non siamo preclusi per principio ad alleanze, ma non certo in base ad ammuffite formule politiche come quella di “non regalare voti alla parte opposta”, non solo perchè non ragioniamo secondo schieramenti amici o nemici, ma secondo quanto abbiam visto in questi anni fare, ma anche perchè i voti persi da alcune forze politiche alle elezioni del 2009 e alla varie elezioni poi avvenute, sono da scriversi a loro stessi e non certo a SPS.
Non siamo certo contrari al dialogo con tutti, ma da come si sta annunciando la discesa in campo di alcuni esponenti, non ci pare proprio si tratti di discussione di idee e contenuti, bensì di vecchie logiche, contabilità di voti e ambizioni personali.
Noi siamo disponibili. Non è un nostro problema accettare o meno un'alleanza. Sarà sicuramente più difficile per chi la cercasse, perchè sarebbe facile trovare accordi strategici tarati sulla distribuzione di ruoli o promesse elettorali generiche. Il problema per le altre forze politiche sarà il fatto che sono i fondamenti del nostro programma, come sopra elencati, che non permettono compromessi.

PS: però, NON è assssolutamente corretto il titolo con cui è stato pubblicato questo comunicato il giorno seguente sul Messaggero Veneto: “Il centrosinistra unito al voto. SPS rinuncia alla corsa solitaria. Ma ci sono condizioni irrinunciabili.”
Ecco la rettifica inviata alla stampa:
Il titolo apparso in data 23/06/13 sulle pagine di Sacile “Il centrosinistra unito al voto. SPS rinuncia alla corsa solitaria. Ma ci sono condizioni irrinunciabili” è corretto solo nell'ultima parte. Riteniamo gravemente superficiali e fuorvianti le prime due frasi.
Non sappiamo chi sia responsabile dei titoli. Non è la prima volta che il titolo non ha nulla a che fare con l’articolo. Ma se si tratta di tematiche molto concrete il lettore lo capisce bene da quanto poi si legge nel contenuto. Trattandosi però di dialogo politico rivolto alle prossime elezioni cittadine ritengo che la cosa debba pretendere la massima correttezza, oggettività e dignità. Nulla di “sensazionistico” dovrebbe influenzare il giudizio del singolo cittadino.
Il nostro comunicato intendeva solo dire che giustamente si dialoga. Non appare alcun riferimento a precise forze politiche o schieramenti, né fa presumere che sarà SPS a distribuire inviti, né fa intendere che ne consegua automaticamente una alleanza.

Capita a tutti accettare un invito da un conoscente che non si è visto per lungo tempo, bere un caffè e chiacchierare piacevolmente. Non per questo quella stessa sera si va subito ad abitare a casa sua. Ci vuol innanzitutto tempo. E poi molto altro.

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Ottobre 2013 17:19
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...