Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

Dicembre a Sacile: ressa di candidati sindaci a destra; buco nero a sinistra.

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 86 visitatori online

Notizie flash

Stop al Consumo di TerritorioSpS aderisce a "Stop al Consumo di Territorio", per un territorio non cementificato.

 

 

Benvenuto in Sacile Partecipata e Sostenibile!
Vittorio D’Orazio: vediamo se i dirigenti della Bennet sono sensibili e attenti ai problemi dei disabili! PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Agosto 2010 15:03

Iart-imgn un articolo-intervista uscito oggi (mercoledì 4 agosto 2010) nella pagina locale del Gazzettino e recuperabile in internet al http://www.ilgazzettino.it/ (previa registrazione gratuita si vada, nella sezione pordenonese in data odierna, a "Sfoglia il giornale"), il nostro Vittorio afferma che per verificare la sensibilità dei dirigenti "... anch’io, fuori età, farò domanda di lavoro al centro Bennet, anche se non credo più a Babbo Natale infilerò la mia domanda nella cassetta della Bennet, nella speranza che comunque qualcosa succeda ... l'annuncio di 150 posti di lavoro per il nuovo ipermercato di Cornadella è in buona parte per giovani dai 16 ai 23 anni. A voler essere maligni si potrebbe pensare che forse questi limiti di età servano all'azienda per proporre contratti di lavoro a lei più favorevoli.

 
Biciclette, Birò e …… ruspe PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Luglio 2010 08:20

Mentre a metà luglio a Pordenone sono già 560 i chilometri “ecologici” percorsi dagli utenti delle cosiddette BIRO’ e a San Vito verranno messe in strada prima della fine del mese, a Sacile le virtuose quattroruote presentate a maggio dal Sindaco Ceraolo sono ferme nel garage comunale.
Non c’è da stupirsi. Si tratta della stessa sorte capitata alle 12 biciclette del progetto Pegaso legate all’apertura/chiusura dell’ufficio Turismo e, ancor prima, alla quarantina di vecchie bici del progetto destinato al recupero presso il Centro Giovani Zanca, promosso dall’Associazione Aruotalibera durante il mandato dell’Amministrazione Cappuzzo.

 
Comune di Sacile assente dai contributi regionali alle manifestazioni sportive! PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Aprile 2010 12:05

img-articoloPiù il tempo passa più il programma di SPS appare fondato (v. voce "Eventi"): nella nostra città non si è stati in grado finora di dar vita ad un solo evento sportivo che potesse durare e crescere nel tempo legando il suo nome a Sacile. Alcune singole grandi manifestazioni ci toccano di quando in quando solo come scelte occasionali di passaggio.
Nella pubblicazione sulla stampa del 16 aprile dei contributi della Regione alle "52 principali manifestazioni sportive" spicca infatti l'assenza del nostro comune: una città che ha oltrepassato i 20.000 abitanti non è stata ancora in grado di creare un evento sportivo tipico e capace di richiamo oltre i suoi confini.

La stessa sorte ci tocca anche per i 795 000 Euro distribuiti dall'Ass. De Anna a 134 società sportive nel luglio 2010 tenedo conto della loro "rilevanza sociale": non un solo contributo a Sacile!

Articolo inviato da: Rossana Casadio

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Luglio 2010 08:15
 
Pausa caffè in Municipio: analizziamo bene la situazione! PDF Stampa E-mail
Sabato 26 Giugno 2010 10:11

stanza ricreativa all'interno del Municipio di Arnoldstein (A)La questione della “pausa caffè” sollevata in questi giorni all’interno del Municipio di Sacile potrebbe costituire uno spunto di riflessione più ampia sul lavoro svolto ogni giorno dai dipendenti comunali in genere e sul loro ruolo. Considerazioni che possono sorgere solo in seguito all’aver vissuto la quotidianità degli uffici comunali in qualità di amministratore. E’ sicuramente sacrosanto il rispetto dell’orario di lavoro, ma non sono solo di carattere contrattuale gli aspetti che in questo momento mi vengono in mente, né si tratta solo di riconoscere l’aggravio di lavoro quando l’organico non è completo.

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Dicembre 2016 22:48
 
Lavori in Viale Trieste ... i 30Km/h calzano a pennello!!! PDF Stampa E-mail
Venerdì 09 Luglio 2010 07:22

30-immagine.jpg

L’intervento annunciato per Viale Trieste può costituire una grande occasione di trasformare per la prima volta nella nostra città un pericoloso tratto stradale in un percorso che tutela tutti gli utenti della strada. Ovviamente ci riferiamo ad una visione lungimirante di “viabilità dolce”. Alla base sta la scelta del 30km/h che qui ci starebbe a pennello visto che l’inizio di Viale Trieste si colloca ad una vera e propria "porta" della città.
Quindi, a cascata, si potranno scegliere tra le tante opzioni che vanno sotto il comune denominatore di “moderazione della velocità”. Ad esempio, restringere la carreggiata in modo da evitare innanzitutto il senso unico. Si tratta infatti di una scelta ormai obsoleta perché è provato che i sensi unici sono pericolosissimi per tutti gli altri utenti della strada eccetto le auto, perché si inquina di più obbligando le macchine ad allungare i percorsi ( e Sacile ha già abbastanza problemi di qualità dell’aria) e infine perché negli anni hanno dimostrato di non aver per nulla “fluidificato” il traffico in nessuna città.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2015 21:07
 
Quanto consuma la tua casa? PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Luglio 2010 07:27

articolo_casa.jpgMolte persone sono in grado di dire quanto consuma la loro auto, ma pochissime conoscono quanto consuma la propria casa, eppure per riscaldarla si consuma quanto un’automobile che percorre 25.000 km.

Solamente in tempi recenti si comincia ad avere la consapevolezza del problema sia ambientale che economico legato ai consumi per riscaldamento domestico (e al suo opposto la climatizzazione), ma si è ancora lontani da una concreta presa di coscienza sul problema. Crediamo che il primo passo sia la consapevolezza dei propri consumi e che ognuno impari a farsi i conti in tasca, conti molto semplici per altro, che spesso non vengono fatti per pigrizia o mancanza di una guida semplice che indichi come fare.

Vediamo, allora, come si può calcolare facilmente il consumo della propria abitazione nel caso in cui venga usato come combustibile il metano.

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Luglio 2010 08:11
 
Chi Siamo PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Febbraio 2010 11:18

img articolo

Siamo un gruppo di cittadini di Sacile che han deciso di impegnarsi affinchè la nostra città cresca come una comunità capace di pensare, progettare e realizzare il proprio futuro e di concorrere alla realizzazione di buone pratiche di sostenibilità nel senso più ampio del termine al fine di migliorare la vivibilità del nostro territorio per tutti.

La politica dovrà essere in grado di cogliere la complessità e non il problema singolo, di saper distinguere e dare soluzioni semplici a problemi univoci e soluzioni lungimiranti e progressive a problemi complessi. Una politica che sappia essere gratuita e generosa, perché nessuna Amministrazione potrà risolvere in cinque anni problemi difficili e multiformi, come l’inquinamento, ma non dovrà sottrarsi alla possibilità di gettare le basi, affinchè chi seguirà possa continuare il cammmino.Una politica che sappia dimostrare che si può “progredire” in modo diverso: valorizzare la collettività e proteggere l’ambiente significa trovare il punto di sintesi per dare una comune percezione della preziosità dell’essere cittadini.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Maggio 2014 16:42
 
Innalzare lo skyline di Sacile? A che gioco stiamo giocando ... PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Giugno 2010 17:11

L’intenzione di innalzare lo skyline di Sacile annunciata dall’Amministrazione con il motivo di non voler consumare il suolo non è altro che il tentativo di addolcire la pillola amara. Assistiamo al solito balletto della politica: ogni amministrazione di destra e di sinistra conclude il suo mandato con una bella Variante. Solitamente le opposizioni di turno fanno un po’ di ostruzionismo sulla stampa ma in realtà l’iter delle Varianti è quello che vede più intesa tra le parti e che di solito finisce con un voto di astensione.  Poi, in caso di vittoria della controparte, si allargano le braccia e si dà la colpa a chi ha preceduto. Non a caso quella all’urbanistica è sempre la delega più “pesante” da affidare.  Segue a ruota quella dei Lavori Pubblici.

 
<< Inizio < Prec. 81 82 83 84 85 Succ. > Fine >>

Pagina 84 di 85