Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

il 28 aprile Norbert Lantschner a PN!

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 107 visitatori online

Notizie flash

zona30-imgSpS propone le "Zone 30" a Sacile: l'unico modo per far emergere un diverso modello sostenibile per la viabilità cittadina:

CITTA' PER L'UOMO E NON PER LE AUTO, CITTA' PER I BAMBINI !!!

 

Benvenuto in Sacile Partecipata e Sostenibile!
Assemblea 2015 a San Giovanni del Tempio PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Dicembre 2015 20:12

Questa volta sala piena per l'assemblea del 3 dicembre 2015 della frazione di Giovanni del Tempio.
Pericolo scampato per la paventata istituzione del senso unico in via Interna. Non si farà - evviva!
Tutti i presenti contrari.
Non una sola voce concorde, non una sola mano alzata.
I cittadini hanno ben capito che i sensi unici non servono per la "sicurezza dei pedoni e dei ciclisti", spingono, al contrario, a far andare più veloci le auto e a far diventare via Interna un pezzo di pista da corsa.
Quello che San Giovanni chiede è l'istituzione del 50km/h sul tratto della Pontebbana entro il quale si trova l'accesso in via Pordenone. Quello che si RI-chiede da 6 anni (!) è l'allargamento dell'entrata dalla Pontebbana in via Pordenone (l'ex Ass. Bottecchia lo aveva promesso nel 2009!).

Non si considere chiusa invece la questione del senso unico in via dei Masi.
Non c'è residente che possa negare che le entrate contromano dalla Pontebbana - dopo ben 7 anni - continuano a tutte le ore del giorno, che i ciclisti arrivano contromano anche correndo sopra il marciapiede e che molte volte ci son problemi di svolta a destra per mezzi pesanti e/o trattori che provengono da via Interna per  andare in via dei Masi o in via Aquileia.

Ad ogni modo non si parlerà mai più di nuovi sensi unici - almeno nella parte sud di San Giovanni del Tempio!

Ci auguriamo che anche i cittadini di Sacile centro boccino unanimememte il senso unico in viale Trieste........

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2015 21:05
 
Una mostra al 100% a misura di bimbi PDF Stampa E-mail
Martedì 24 Novembre 2015 20:52

Per celebrare il gemellaggio con Novigrad l'Amministrazione, tra le altre cose, ha previsto l'esposizione dei disegni delle bambine e dei bambini delle scuole dell'infanzia e delle primarie delle due città.
Allora facciamo una volta per tutte le cose al 100%!
Se le pareti del San Gregorio si riempiranno delle creazioni di decine e decine di piccoli artisti, allora si prendano come riferimento gli stessi anche come pubblico: si prediliga il loro punto di vista, ma in senso concreto. Si permetta loro (dei quali sappiamo bene quali grandi estimatori e critici sappiano essere!) di godere appieno delle LORO opere. Si allestisca insomma la mostra A LORO MISURA, ALL'ALTEZZA DEI LORO OCCHI!
Solitamente alle mostre i bimbi devono guardare verso l'alto ma, pur alzandosi sulle punte dei piedi, raramente riescono davvero

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Dicembre 2015 19:25
 
Complimenti a ... al comune di Azzano Decimo PDF Stampa E-mail
Domenica 08 Novembre 2015 18:49

Avevamo colto giusto con il nostro articolo precedente: il progetto della MENSA SOLIDALE del Comune di Azzano Decimo è andato ben oltre le solite belle parole e si è rivelato molto concreto e può essere davvero considerato con il termine di "buona pratica".
Complimenti, perchè Azzano Decimo ha sbaragliato ben 500 contendenti e venerdì 6 novembre ha ricevuto il primo premio per "Vivere a spreco zero 2015"!!!
Ricordiamo che con la raccolta del cibo in perfetto stato non scodellato nelle scuole ogni giorno una decina di persone può sedersi e sfamarsi alla tavola solidale di Azzano Decimo, e, al tempo stesso, non si getta cibo.

Anche Sacile, per mano dell'ex Ass. Ariana Sabato, aveva firmato il Manifesto contro lo spreco alimentare. Firmato e basta. Piango

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Novembre 2015 21:09
 
stiamo tranquilli, a Sacile non c'è inquinamento! PDF Stampa E-mail
Domenica 08 Novembre 2015 12:19

Stiamo tranquilli. A Sacile non c'è inquinamento ..... perchè non viene misurato!
Come volevasi dimostrare: siamo in pieno inizio dei fattori che, combinati tra loro, portano allo sforamento delle polveri sottili: l'accensione degli impianti di riscaldamento (e grazie al cielo NON da parte dei privati perchè le temperature di queste settimane sono estive!!!), le belle giornate di alta pressione senza un pelo di vento, i numerosi falò per bruciare ufficialmente i resti agricoli (in verità un pò di tutto come sempre - altrimenti uno si chiede quali "resti agricoli" ci siano dietro una villetta con giardino oppure nell'angolo di un cantiere edile), e il solito traffico.
Così nei tre Comuni del conurbamento Pordenone, Cordenons e Porcia, da domani scattano i primi provvedimenti.
Nel Comune a noi vicinante, Brugnera, il 4 novembre si è arrivati ad uno sforamento di 64 mg, il giorno 5 a ben 79 (mentre per i giorni 6, 7 e 8 ovviamente

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Novembre 2015 19:40
 
Il progetto del "Bosco antico" e il suo futuro PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Ottobre 2015 20:10

Complimenti per la serata di martedì, 27 ottobre, dedicata alla esposizione del progetto del WWF "Un bosco antico per il futuro di una città" su ispirazione del Comitato Bosco Urbano. Complimenti perchè la serata ha innanzitutto allargato la sfera del "pro o contro la Gronda Est" presentando l'ampio respiro e le ampie implicazioni del progetto.

Fondamentale il punto di partenza: il principio del ripristino della funzione naturale di quell'area di circa 40 ettari come naturale "cassa di espansione" con la preziosa funzione di ridurre i fenomeni di esondazione in zona sud della città.
Mettiamo su un piatto della bilancia questa possibilità futura e sull'altro piatto i costi, i disagi, l'esasperazione dei cittadini ad ogni fenomeno alluvionale. Aggiungiamo i costi sostenuti dai fondi pubblici, le risorse umane e materiali degli interventi di Protezione Civile e Vigili del Fuoco, i costi del ripristino e delle manutenzioni, i costi di realizzazione di canali scolmatori e di casse di espansione (posticce e quindi pagate a peso d'oro) e della installazione di paratie, pompe idrovore e manufatti vari.

Un secondo aspetto è la preziosità della rinaturalizzazione che si trasforma in un polmone verde a due passi da ogni cittadino. Non solo, ma apre a scenari di ripopolamento botanico e faunistico, di visite didattiche, di richiamo turistico. Non solo, ma contribuisce ad abbattere l'inquinamento di cui indubbiamente la nostra città soffre. Mettete sul primo piatto della bilancia anche questo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Ottobre 2015 20:46
 
Un successo il bonus per le e-bike! PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Ottobre 2015 18:19

Sono 1058 i cittadini del FVG che hanno usufruito del bonus per l'acquisto di un bicicletta elettrica a pedalata assistita (v. grafici sotto). La somma stanziata si sta esaurendo. Oltre ai molti benefici per la mobilità e la qualità dell'aria delle nostre città va detto che larga parte dei 300.000€ investite della Regione sono rientrati grazie all'iva.
Perciò la FIAB FVG ha deciso di chiedere alla Regione di rifinanziare il bonus per le biciclette a pedalata assistita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Ottobre 2015 18:26
 
Chi pagherà il ricorso contro l'UTI??? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Ottobre 2015 17:15

Chi pagherà il ricorso inoltrato dall'Amministrazione comunale di Sacile contro l'Unione Territoriale Intercomunale del Livenza?!
Nel nostro caso si tratta di tre sui sei Comuni: TRE han già votato sì all'atto costitutivo e allo Statuto (Aviano, Caneva e Budoia), TRE sono contrari e han presentato ricorso (Sacile, Brugnera e Polcenigo).
Per la spesa dei 59 Comuni ricorrenti al TAR si tratta nel complesso di circa 100.000 Euro di SOLDI PUBBLICI, ma ...... ma ...... ma ...... QUATTRO Giunte comunali hanno deciso che la spesa per questa prima fase giudiziaria (circa 1500 - 2000 Euro) verrà pagata da relativi Sindaci e Giunte. Questi amministratori coerenti (protesto e mi oppongo sì, ma non con i soldi della collettività) sono Codroipo, Cavasso Nuovo, Spilimbergo e Cordenons.

Ci aspettiamo la stessa nobile scelta anche a SACILE !  Occhiolino

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Ottobre 2015 20:52
 
quando aver ragione, una volta tanto, fa piacere PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Ottobre 2015 10:28

Apprendiamo della decisione di rendere ciclo-pedonale via Luigi Nono.
Bene, non possiamo che esserne contenti, visto che lo sosteniamo da anni.
Facciamo notare anche che è provata l'insensatezza della scelta, tra l'altro costosissima, della famosa pavimentazione con piastre che sotto le auto si rompono e creano siano pericolo di inciampo sia fastidioso rumore è comprovata dal fatto che ora si è coperta la parte dove si son eseguiti i lavori con ... semplice asfalto. Magari meno bello, ma certamente più sicuro. Resta un bel problema che la stessa malaugurata scelta di allora ci ha lasciato in eredità i PERICOLOSISSIMI bordi lastricati in scivolosa pietra altrettanto fragile e ampiamente scheggiata, per di più con un ancor più pericoloso spessore tra bordo e sedime lastricato.
Se via L.Nono sarà resa ciclo-pedonabile sarebbe utile realizzare prima e una volta per tutte (leggi: proiettato in un aaaaaampio futuro) una sede stradale sicuramente sicura (perdonate, ma ormai sapete che ci piace tanto questo gioco di parole) per pedono e ciclisti.

Infine approfittiamo anche per rimandare al mittente chi, relativamente alla nostra proposta e alla nostra visione per via Luigi Nono (vedi link sopra), aveva

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Ottobre 2015 11:05
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 84