Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

sito gestito da Rossana Casadio

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 21 visitatori online

Notizie flash

Stop al Consumo di TerritorioSpS aderisce a "Stop al Consumo di Territorio", per un territorio non cementificato.

 

 

Benvenuto in Sacile Partecipata e Sostenibile!
Il Masterplan della Carinzia e l'oggetto misterioso a Sacile!!! PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Agosto 2018 09:51

A fronte di quanto esposto nell'articolo precedente sul Masterplan ciclabile della Carinzia andiamo ora a confrontarlo con il nostro: ahi ahi, quale??? Beh, dai, con quello che doveva essere il primo grande progetto a livello provinciale! Il progetto "Pegaso"!!!
Quello di cui ve ne sto purtroppo parlando da ben 8 anni, per cui mi son anche presa della "disfattista" (he he he), unitamente al fallimento delle 4 Birò.

Sì, ma purtroppo NON perchè funziona bene e ci ha portato un indotto milionario, bensì perchè  - pare impossibile - ma non si riesce a farne scomparire una volta per tutte le tristi tracce del suo fallimento:  era parso che finalmente il cartello fosse sparito dalla rastrelliera (quella almeno teniamola), invece la rastrelliera è stata semplicemente ... spostata dalla porta di accesso alle scale che portano alle sedi delle associazioni alla loggia del cortile!

Molti diranno, e chi se ne importa del cartello.
Invece no, la forma è sostanza.
Cosa aveva detto nel 2010 l'ex ass. Sabato?! Aveva detto che "Saranno a disposizione gratuita 10 biciclette per i turisti che arrivano nel Giardino della Serenissima. Una delle tante piccole cose che insieme al resto agevolano il turismo ecosostenibile."

Non si vende fumo.
La politica deve usare ogni parola in modo rigorosamente corretto (e non come quelli odierni che le sparano e il giorno dopo dicono che non intendevano così).

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Agosto 2018 10:32
 
La congestione della Pontebbana e il nuovo Masterplan della Carinzia PDF Stampa E-mail
Martedì 31 Luglio 2018 15:09

Siamo alle solite.
Per i nostri amministratori e politici non esiste altro che moltiplicare i chilometri di asfalto per accontentare il traffico. Loro lo chiamano decongestionare, snellire, distribuire. Il problema è che bisognerebbe invece poter dire DIMINUIRE, RIDURRE, TOGLIERE.

Ricordate quando Beppe Grillo diceva che grazie a Internet non sarebbero più circolate le mozzarelle, bensì la ricetta per la mozzarella?!
Beh, così non è stato e la riprova è che abbiamo un traffico autostradale aumentato in FVG di quasi l'8%, che le aziende non tengono più le merci in magazzini perchè vendita on line significa anche che il cliente vuole subito l'acquisto. Quindi moltipilicazione di corrieri e camioncini. Più le varie delocalizzazioni e i prezzi stracciati degli autotrasportatori esteri e la frittata la viediamo e la paghiamo bene. A ciò aggiungete la solita miopia dei nostri politici in fatto di gestione della mobilità, in particolare di quella pubblico e su rotaia.

Apprendiamo quindi che ci aspettano nuove strade, gronde, bypass, ampliamentie raddoppi di carreggiata, ponti, sovrapassi o sottopassi (il famoso tunnel da 100 milioni da Casarsa a Sacile della giunta Illy!), circonvallazioni, ecc ecc., perchè le auto ogni giorno sono incolonnate in lunghe code.

 

 

 



Hmmmm, ma non ci han detto la stessa cosa quando han fatto la Cimpello - Sequals? Quando han deciso per la terza corsia? Quando han fatto la Portogruaro - Sacile? Quando a Sacile ci han fatto le due bretelle? Quando l'amministrazione Ceraolo ha deciso per la gronda est?

L'unica equazione pare sempre: aumenta il traffico su gomma = aumentiamo le strade.
DIMINUIAMO il traffico su gomma, mai, magari prendendolo come impegno diverse decine di anni fa.

Lo stesso, in misura minore, vale oggi per la nostra cara vecchia ma sempre vigorosamente pericolosa Pontebbana: avete sentito qualcuno dire "se ci son così tante auto in così lunghe code proviamo un pò a RIDURRE le auto"?

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Agosto 2018 14:14
 
Accoglienza: come NON la racconta la Lega PDF Stampa E-mail
Lunedì 30 Luglio 2018 08:43

Sono più o meno una ventina i cittadini stranieri ospitati ufficialmente nel nostro Comune di 19.500 abitanti.
Lasciamo però la questione d'accordo o non d'accordo sull'accoglienza di esseri umani non solo alti e biondi e vediamola solo dal punto di vista dei nostri Ordinamenti, perchè innanzitutto la buona politica ha la responsabilità di SPIEGARE, poi si potrà dire di essere d'accordo o no.

Sacile ha aderito infatti al progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) che di fatto aveva l'obiettivo di passare dall’approccio emergenziale al tema dei richiedenti asilo verso una modalità più ordinata, innanzitutto stabilendo degli equilibri certi tra popolazione residente e richiedenti asilo accolti. Si è pervenuti alla decisione che ogni Comune aderente allo SPRAR avrebbe accolto con una quota del 2,5 per mille abitanti (1,5 per mille nelle grandi città) e avrebbe avuto anche il dovuto sostegno finanziario.

 

2,5 per MILLE ... uhhhhhh, una quantità terrrrribile!
Infatti, chi non ha la memoria corta, ricorderà che nel maggio del 2015 la Segretaria/Assessora della Lega, oggi Onorevole, Vannia Gava, dichiarava «Se arrivano clandestini alzeremo le barricate in piazza: Sacile rischia di diventare un’altra Quinto di Treviso. La prefettura si è trasformata in agenzia immobiliare per immigrati. Basta invasione. Stop alla convenzione SPRAR dal primo gennaio 2016».

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Luglio 2018 17:50
 
risposta del Prefetto su ritardo ambulanza PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Giugno 2018 08:21

E' pervenuta in data 12/06/2018 la risposta all'esposto del 29 marzo c.a. relativo al ritardo dell'arrivo dell'ambulanza per soccorrere un anziano di 82 anni in via Garibaldi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Agosto 2018 13:35
 
dedicato ai "grandi"... PDF Stampa E-mail
Sabato 12 Luglio 2014 09:38

Dedicato ai "grandi" ... che poi tanto "grandi" non sono, visto che durante la bella stagione i bimbi trasportati sul seggiolino delle bici dai "grandi" son purtroppo quasi tutti SENZA CASCHETTO.
Ulteriore esempio della superficialità, anzi, sventatezza, e della totale mancanza di cultura della sicurezza (leggi: prevenzione) di coloro che anagraficamente sono considerati adulti. E che a maggior ragione dovrebbero essere responsabili e accorti quando si tratta di mettere in campo quanto possibile per tutelare salute e vita dei piccoli.

L'appello di SPS è dunque: METTIMI IL CASCHETTO!!!

Così mi abituerai anche a fare più attenzione a me quando crescerò!!!

 

 

Ricordati:  CASCOANKIO!



Chi ha testa ... la protegge Sorridente

 

Caro "grande", dedicami anche 10 minuti per spiegarmi le insidie dell'ANGOLO CIECO, te ne sarò grato anche per quando dalla bici passerò allo scooter!

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Aprile 2017 09:32
 
sicurezza stradale: chi ci tiene davvero se ne intende PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Maggio 2018 18:59

Chi ci tiene davvero se ne intende.
Sono andate a buon fine entrambe le segnalazioni: quella sulla segnaletica orizzontale in difetto sul dosso di via Cartiera vecchia e quella sulla scarsa visibilità dei due semafori rossi al passaggio a livello sulla Pontebbana provenendo da est verso Sacile.

 

 

Ecco come giustamente si presenta ora ben visibile il dosso. Il 10 maggio la segnaletica è stata corretta.

 

 

 

Ed ecco il prima e il DOPO dei due semafori rossi a lato delle sbarre della linea Sacile - Gemona (per ora Maniago).

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Maggio 2018 19:31
 
Esposto su ritardo ambulanza PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Marzo 2018 19:12

AL PREFETTO DI PORDENONE                                                                                                              Sacile, 29/03/18

Oggetto: Tempo di attesa per ambulanza a Sacile

Ill.mo sig. Prefetto,

Con la presente la lista civica Sacile Partecipata e Sostenibile intende esporre all’attenzione della S.V. quanto segue:
La stampa locale (Messaggero Veneto e Gazzettino) riporta in data odierna di un infortunio accaduto nella mattinata di ieri, mercoledì 28 marzo c.a., in via Garibaldi, ad un anziano di 82 anni di Sacile.
Viene riportato dalla stampa che la prima telefonata al NUE è avvenuta alla ore 12.05, la seconda alle 12.30 e la terza alle 12.56, mentre l'arrivo dell'ambulanza è avvenuto “intorno alle 13.15”.

Ritenendo che
tale situazione, a maggior ragione trattandosi di persona in età avanzata, sia stata di inaudita gravità, perchè il ritardo notevole avrebbe potuto anche portare ad un aggravamento delle condizioni di salute della persona anziana,

Ultimo aggiornamento Martedì 05 Giugno 2018 17:05
 
Ottima possibilità per il Pujati! PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Marzo 2018 19:28

Nuovo finanziamento in arrivo oltre ai 14 milioni Inail. Si tratta di 61 milioni dal Ministero per l'Istruzione e dalla UE per l'adeguamento sismico a la messa in sicurezza di strutture scolastiche.


Confermata dunque la proposta di SPS: anche questa voce, oltre al finanziamento per la riqualificazione energetica, può essere usata per l'ampliamento dell'edificio che ospita il Liceo Linguistico dell'ISIS G.A.Pujati di Sacile!

 

Infatti, udite udite (leggete leggete), nella graduatoria le priorità riguardano "l'adeguamento sismico e la messa in sicurezza". Ecco che potrebbe starci perfettamente la ristrutturazione. Ma aggiungendo che sono previsti anche "ampliamenti" si può procedere anche in questa direzione.
Non solo.
Nella graduatoria saranno considerati anche il "livello di progettazione" (attualmente a ZERO anche per la "nuova" scuola elementare....), ennesima riprova che la richiesta di SPS di aprire intanto il più ampio confronto per una "progettazione partecipata" è una richiesta motivata per accelerare i tempi quando davvero inizierà la fase progettuale.

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Marzo 2018 20:53
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 88