terza puntata: adozione del PRPC dell'Ambito XIII Stampa
Sabato 04 Febbraio 2012 19:25

Terza puntata

28/04/2004

Il Consiglio Comunale (Amministrazione Fasan) delibera l'adozione del PRPC di iniziativa privata – Ambito di trasferimento XIII (Mineraria) del PRG, comparti B e C

L'Assessore all'Urbanistica, Franco Cesa, illustra il punto all'O.d.G. Sin dalle prime battute mette in rilievo come questa situazione, risalente a fine anni '80, negli anni si è trasformata sempre più in uno svantaggio, per una serie di valutazioni politiche dimostratesi errate e per difficoltà amministrative, non solo per il fatto che sia il sedime della strada di Via Cartiera Vecchia sia l'area in cui si è costruito il Palamicheletto tutt'ora non sono di proprietà del Comune, ma che nel frattempo si sono moltiplicate le controversie con la società, che ora vedono delle cause in corso e la richiesta di danni al Comune.

Ricordate che vi avevamo detto che per quella fetta di torta "gratuita", corrispondente all'area del Palamicheletto, noi cittadini avremmo poi pagato molto caro il resto della torta?!

Infatti, ecco cosa annuncia l'Assessore: Unitamente all'adozione del Piano Particolareggiato da parte di questo Consiglio Comunale viene predisposta una convenzione con la quale si stabilisce che, se approvato, la società farà cessare l'intera materia del contendere. E così finalmente la strada, sulla quale ormai si transita, e il palazzetto, nel quale vengono svolte le attività sportive, 14 anni dopo dovrebbero (!) finalmente passare nelle mani del Comune.

Su questo concetto ruoteranno di seguito tutti gli interventi dei vari consiglieri: dobbiamo approvare, perchè così finiranno i contenziosi.

Lo dice molto chiaramente il consigliere Galet, affermando che "su questo problema e su quest'area le passate amministrazioni ne hanno combinate di cotte e di crude e dobbiamo adesso accettare una simile situazione purchè se ne vada la Mineraria Sacilese". E che "questi 80.000mc concentrati in un'area di circa 20.000mq sono un prezzo inaccettabile". Conclude chiedendo "ai colleghi consiglieri, agli architetti e alla pubblica opinione di tirar fuori le palle contro il terrorismo urbanistico che si sta consumando da troppi anni", chiede il ritiro dell'argomento e in caso contrario riterrà "quanti voteranno favorevolmente responsabili di questa oscura pagina che si sta scrivendo e di questo abberrante progetto che sarà il futuro bronx di Sacile". Il Consiglio respinge il rinvio e il consigliere Galet abbandona l'aula per protesta.
Segue a ruota il consigliere Ceraolo che apre deplorando il linguaggio usato dal collega Galet, che pare dettato dall'apertura della campagna elettorale. Corregge anche il dato citato dal collega Galet, in quanto si tratta di 80.000mc spalmati su una superficie di 75.000mq, in quanto la volumetria è stata abbassata da 1,3 a 1,1mc/mq. Subito dopo ricorda le responsabilità del centro-sinistra, quando negli anni '80 venne offerto l'incarico per la redazione del primo piano regolatore generale di Sacile al prof.Costa. PRG entrato in vigore nel 1984, Sindaco Mario Sartori di Borgoricco. Ceraolo ammette che "c'è un elaborato di impatto visivo negativo", ma che non si tratta di progettazione definitiva. Anzi, chiede che ci siano al momento della progettazione "forti garanzie di controllo", ricorda che questa è la volumetria massima, "che non è obbligatorio dover concedere, perchè se nel progetto guida si ritiene che i volumi diventano esagerati, potranno essere imposte ulteriori riduzioni delle volumetrie in sede esecutiva".

Oggi che l'allora consigliere Ceraolo è Sindaco può egli stesso mettere in atto il suo auspicio.

Infine conclude con la positività della chiusura dei contenziosi e del tanto atteso trasferimento (!) della Mineraria.

Su questo è pienamente d'accordo il consigliere Sartori di Borgoricco, che vede la risoluzione di un problema annoso che avrebbe potuto "comportare per la collettività dei danni notevoli".

Capito cari lettori, ecco dimostrato come negli anni son state fatte scelte politico-amministrative infelici, ma alla fine gli eventuali danni non li avrebbero pagati i vari amministratori responsabili, bensì i cittadini.

"Quindi, obtorto collo, tutti quanti sono stati dell'opinione che fosse utile arrivare alla conclusione di questa lunga storia"afferma Sartori. Si riserva poi di presentare un O.d.G. nel quale" il Consiglio impegna l'Amministrazione affinchè incontri le due proprietà dell'Ambito XIII (Mineraria e Polese) e i loro progettisti per realizzare percorsi pedonali, viabilità e infrastrutture per ottimizzare la fruizione degli spazi collettivi e promuova un coordinamento per la progettazione edilizia dei due comparti ai fini di una armonizzazione tipologica ed architettonica". Annuncia voto di astensione.
Anche il consigliere Manfè è convinto del buon esito della chiusura di questa vicenda che potrà vedere un "ritorno alla tranquillità in tutta la zona sia per l'inquinamento aeriforme che per rumore." Voto di astensione.
E il consigliere Tomasella conviene ugualmente sulla non contrarietà in quanto la minoranza deve "cercare di dare un contributo anche perchè come è auspicabile ci può essere l'alternanza".

Infatti due mesi dopo vincerà il centro-sinistra......

E conclude "così potremo anche noi realizzare i campi da tennis, i parcheggi, le aree verdi, cioè tutte quelle opere che Sacile aspetta da tempo in questa zona". Voto di astensione.

Peccato che nei 5 anni seguenti di nuovo non se ne è trovato il tempo e che ancora oggi Sacile.... aspetta.

Il consigliere Salvador sottolinea che la Lega non ha responsabilità in questa vicenda, anzi, non si ravvedeva proprio la necessità di costruire un Palazzetto rimasto poi tanto tempo inutilizzato. Dichiara vota a favore perchè preoccupato "per l'inquinamento che produce l'attività" e per "dare una soluzione finalmente a tutto quel contenzioso che si trascina da anni".
Infine anche la consigliera Trinco dichiara voto di astensione perchè non ritiene "doveroso sostenere scelte fatte in precedenza, rispetto alle quali" sia lei che i colleghi che l'hanno preceduta sono "completamente estranei".

In zona Cesarini, prima del voto, l'Assessore Cesa dà un'ultima specificazione. Non da poco.
Ricorda al Consiglio che in questa serata si viene anche chiamati ad approvare una deroga alle distanze dall'acqua, "cioè la riduzione da 50 a 20 metri proposti; è chiaro che con questa deroga la società ha la possibilità di realizzare la volumetria, ma se il Consiglio Comunale non concede la deroga automaticamente c'è una riduzione della volumetria, ma allora salta tutto il discorso e si va a giudizio." "Non sempre si può avere il 100%, ma quello che si può ottenere cerchiamo di proporlo nei limiti delle cose accettabili perchè una transazione alla fine è un accordo tra due parti."

E delle due parti, la più forte, non lo sono certo state, e non lo saranno, le varie Amministrazioni.......

Il Consiglio approva con 12 favorevoli e 4 astenuti (Galet non partecipa)





 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Febbraio 2012 21:09
 
Articoli correlati :

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» pericolosa uscita su Pontebbana

L'incidente accaduto lunedì 13 a un ottantenne in bicicletta non è il primo in quel punto: l'uomo stava transitando con la bici sulla ciclabile quando un'auto, uscendo da via Granzotto, lo ha urtato di lato facendolo cadere. Per fortuna non ci son...

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» Güssing, piccolo e coraggioso comune

Riprendo il , e vi aggiungo oggi l'esempio di Güssing.Güssing è un piccolo paesino di circa 4000 abitanti nella regione austriaca del Burgenland, al confine con l'Ungheria.La regione del Burgenland, nel secolo scorso, era una regione piuttosto...
SEO by Artio