Sacile Partecipata e Sostenibile

Per non dimenticare
zaini, cartelle e ... leggi della fisica PDF Stampa E-mail
Venerdì 10 Novembre 2017 15:51

I grandi non capiscono mai niente da soli  e i bambini si stancano a spiegar loro tutto ogni volta. (A. De Saint-Exupery)

Care bambine e cari bambini, abbiate pazienza con "i grandi" (sia con quelli che fanno i genitori, sia con quelli che fan politica).
Ciclicamente torna alla ribalta - e altrettanto cicilicamente riscompare nel buio del dimenticatoio - il problema degli zaini troppo pesanti a scuola.

E come sempre pare che la soluzione più ovvia, più semplice e più SANA, quella cioè applicata in tutta Europa, da noi sia la più sconosciuta: la cara cartella!

Andiamo per ordine: per motivi tutti assolutamente insensati in Italia si è imposta ormai da decenni la moda degli ZAINI al posto delle CARTELLE sin dalla classe prima della scuola dell'infanzia.
Eppure la prima cosa che avrebbe dovuto venir in mente ai genitori era semplicemente la ... legge di gravità.

Bambini, fate fare questo esperimento ai vostri adulti genitori, che han già dimenticato quanto imparato a scuola: prendano un fazzoletto, lo tengano per i 4 angoli e buttino dentro un qualsiasi peso (palline, sassolini). Cosa succede?!
Non occorre essere Newton per capirlo:

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Novembre 2017 18:56
 
La proposta progettuale di SPS per il Pujati PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Febbraio 2017 13:59

Manca poco allo scadere dell'anno scolastico e, come vi abbiamo detto già nella nota al nostro primo articolo sull'argomento, quello che ci avrebbe preoccupato più dello spostamento "temporaneo" di alcune classi del Pujati nella vecchia sede della Nievo, era che il provveidmento da temporaneo si trasformasse come sempre in definitivo.
Così pare purtroppo essere: nessuna riga è più apparsa sulla stampa se non quelle sui disagi, tutti ovviamente prevedibili.



Dopo aver illustrato la proposta pubblichiamo dunque oggi anche una sua visualizzazione: ribadiamo quanto già detto nel precedente articolo, al centro della proposta sta l'innalzamento di un piano che non grava sull'esistente e poi, grazie alla riqualificazione energetica assume invece le sembianze di una costruzione unica.
L'ascensore verrebbe collocato esternamente in modo da poter ampliare la scala interna ad oggi decisamente angusta. Verrebbero applicate scale di sicurezza esterne e il lato esposto ad ovest potrebbe essere interamente rivestito da fotovoltaico, mentre sull tetto potrebbe essere distribuita ampia superficie di solare termico.

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Aprile 2017 18:32
 
La storia finita della coopca di Sacile PDF Stampa E-mail
Giovedì 31 Dicembre 2015 11:20

Chiusa con l'asta online andata a vuoto la storia della coopca del CC Serenissima di Sacile.
Esprimiamo tutta la nostra vicinanza al sentire delle lavoratrici e dei lavoratori in questo triste giorno che cancella anche l'ultima speranza che avevano avuto aspettando la conclusione di queste utlime offerte.
Sacile non ha avuto interessati.
Auguriamo alle/agli ex dipendenti coopca di Sacile un 2016 che possa portare loro una nuova soluzione lavorativa.

 
La storia finita delle promesse... del 2012 PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Maggio 2014 16:02

10/01/12 Sindaco

 

Il trasferimento del servizio Commercio all'area urbanistica consentirà di togliere personale di vigilanza da pratiche burocratiche per assegnarlo a compiti di vigilanza e di controllo del territorio.

11/01/12 Sindaco

 

Il finanziamento della Regione era requisito indispensabile per tradurre in realtà la pista ciclabile che rappresenta la principale istanza presentata dalla comunità di Cornadella. Abbiamo mantenuto la parola.

07/02/12 Sindaco

 

Contro lo spettacolo di degrado dell'area Della Valentina: I capannoni saranno mascherati con una pannellatura perimetrale, che potrà anche portare messaggi pubblicitari, come già utilizzati per Piazza del Popolo.

08/02/12 Sindaco

 

I 50 posti letto in aggiunta agli attuali 86 della Casa di riposo garantiranno una lunga prospettiva di eccellenza della nostra struttura.

14/02/12 Ass. Gava

Tra qualche mese potremo inaugurare il fontanello in via Cartiera Vecchia, nella zona del Palamicheletto.

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Giugno 2014 17:41
 
le "coop sociali": verso dove? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Marzo 2014 13:18

Da lunedì 16 marzo 2014 il Centro Diurno per Disabili è passato in gestione alla coop sociale "Itaca" e i dipendenti dell'Azienda Sanitaria si accingono a migrare sparpagliati in varie sedi fuori dai confini di Sacile.
E gli ospiti del centro diurno sranno costretti a rapportarsi - prevedendo anche cambiamenti futuri - con operatori con i quali costruire ex novo il loro così delicato rapporto di fiducia.
SPS ha cercato di supportare la battaglia degli operatori, anche se facilemente poteva iterpretarsi come persa a priori. Perchè? Per capire meglio quale sia l'evoluzione e quale possano essere oggi le logiche, pubblichiamo per esteso l'intervento fatto da Dina Sovran al Congresso provinciale della CGIL nel marzo 2014:

Sono in ansia.

Mi sta assalendo una paura e un timore che non riesco a placare.

Domani cambio lavoro.

Anzi no, il luogo, i nonni e i colleghi sono sempre gli stessi, il lavoro più o meno sarà lo stesso. Quello che cambierò sarà il datore di lavoro.

Domani subirò il quarto cambio appalto della mia vita dopo 15 anni che lavoro nello stesso posto.

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Luglio 2015 09:19
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4