Sacile Partecipata e Sostenibile

Elogio della cuoca PDF Stampa E-mail
Sabato 22 Settembre 2012 08:32

cuoca1 imgCiclicamente tornano alla ribalta le questioni legate alle mense scolastiche. Anche nel nostro Comune, da un lato si attende l'esito del ricorso seguito alla gara per l'affidamento dell'appalto mensa, dall'altro monta ancora una volta la rabbia dei genitori per questioni di gestione e di qualità.

Ma SPS vuole iniziare una riflessione da tutt'altro lato: dall'elogio alla cuoca.

Quella cuoca che ci siamo persi per strada. Quella che era una delle tante figure di dipendenti comunali. Quella che ad un certo punto è stata considerata una forza lavoro troppo dispendiosa per le casse comunali. Italiane si intende. Perché andate dall'Austria alla Norvegia, e le cuoche le troverete in mezzo ai loro bimbi.

Perchè occuparsi del cibo,  prepararlo, offrirlo, descriverlo ai bimbi, è considerato di fondamentale importanza. Per questo, nelle scuole situate in quartieri "difficili" addirittura alla mattina i bimbi ricevono la colazione. Perché "dare" cibo significa "dare" attenzione.

Che figura imponente, la cuoca, per un bimbo! Quella signora solitamente robusta e solitamente allegra. Quella signora tutta in bianco, dalle braccia ben tornite e dalle guance perennemente un po' arrossate dall'impastare, tagliare, sbattere, mescolare, aprire coperchi di pentole fumanti, togliere casseruole stracolme dalla bocca del forno.

La cuoca che riceve il fornitore che porta l'occorrente per la giornata. La cuoca che controlla con occhio esperto quanto le arriva.

cuoca2 imgE i bimbi che possono vedere come si presenta la verdura prima di essere tagliata o cotta, che sembianze ha la frutta prima di diventare macedonia, che colore di fuoco hanno le bistecche, che suono ha la pasta quando scorre nella pentola che borbotta di bolle, che magia sta nel versare una polvere nel latte e ritrovarselo morbido budino. Per non parlare dei profumi. Basta poco per capire a naso che ci sarà l'arrosto con le patatine al forno o che ci sarà il budino alla vaniglia con lo sciroppo caldo di lamponi.

L'esatto contrario dell'odore nauseabondo "di mensa" che da anni ha ormai intriso l'intero edificio della "G.Deledda", che non serve più il plesso, ma è diventata sede logistica di tutta l'attività mensa di Sacile.

Non suscita certo appetito, anzi, la gola e lo stomaco li chiude.

E quale aspettativa volete che crei un assettico carrello dal quale esce cibo di cui si ignora la fattezza originaria, o l'anonimo vassoioetto in polistirolo che apri poco convinto, quasi timoroso per ciò che troverai dentro.

La signora cuoca.

Quanta autorevolezza nel momento che la trovi davanti e con il suo braccio, non certo esile, affonda il mestolone nel pentolone e ti sistema con un gran sorriso nel piatto la tua porzione guardandoti dritto negli occhi. E chi osa rifiutare?! Certo che, preparato da lei, mangiavi anche ciò per cui a casa facevi un pò di capricci. E magari poi la mamma si consultava con la cuoca e questa sapeva sempre dare alle mamme i suoi giusti consigli.

cuoca3 imgLa signora cuoca.

L'unica ad avere sicuramente l'autorevolezza di contrastare i messaggi promozionali di cibo spazzatura delle televisione.

La signora cuoca.

Quella che costava troppo alle casse comunali.

Quella che, diciamo noi, forse avrebbe costato meno di quantità enormi di cibo buttate a fine pasto, di decenni di conferenze e convegni sull'alimentazione, interventi di educazione alimentare nelle scuole, iniziative che durano pochi giorni ma per essere varate coinvolgono per mesi un sacco di "esperti" che van pagati, la piaga dell'obesità e del diabete che aumentano,  farmaci, la tragedia di anoressia/bulimia, centri specializzati per disturbi alimentari.

Complimenti, ancora una volta, a noi grandi, per la lungimiranza con cui compiamo le nostre scelte di efficacia, efficienza ed economicità.

Perchè dunque stupirsi: senza cuoca non si parla di cibo, ma di come pagare il buono mensa e di come disdire un pasto via sms. E' così che nutriamo i nostri bimbi in modo... efficace, efficente ed economico. Da piangere.

cuoca4 imgcuoca5 img

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Settembre 2017 19:32
 
Articoli correlati :

» Il progetto per la nuova scuola sia illustrato anche a S.Giovanni d.T.

Sacile, 16/11/2022Oggetto: Richiesta presentazione nuova scuola a S.Giovanni d.T.Egr. sig. Sindaco,Avendo l’amministrazione promosso in data 14/11/2022 un incontro con la comunità di San Odorico relativo al progetto per la nuova scuola che...

» Appello a voi "grandi": fate in modo che tutti ci VEDANO!!!

Ancora una volta questo articolo è dedicato a voi "grandi" che però, nei confronti di noi piccoli e sicurezza stradale, a volte siete un pochino distratti, o tendete a sottovalutare, , o non ci pensate per niente, perchè pensate che tenerci per...

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» Si fa ancora in tempo a rivalutare la scelta per il Pujati!

La di Sacile può e dovrebbe almeno far ripensare le modalità di ampliamento degli spazi dell'Istituto che continua ad avere attrattiva come si vede dal numero considerevole di iscritti anche per l'anno scolastico 2022-23.L'amministrazione...

» PNRR, missione 4, servizi per la prima infanzia

Una buona occasione per ripensare seriamente e con una seria visione e competente programmazione per i prossimi 50 anni può venire con l'aiuto dei fondi del PNRR, missione 4, componente 1.1, relativa agli “investimenti per piani degli asili nido...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Lavori perennemente rinviati: cataclismi naturali???

Unitamente alla comunicazione sul rinvio al prossimo anno (pare) dell'adeguamento antisismico alla scuola primaria Deledda di Sacile il Sindaco rassicura che "i progetti rinviati hanno copertura economica".Perplessità? Rabbia? Peste e corna? No,...

» Capriole, salti mortali e tripli avvitamenti della Lega sacilese

Una cosa è certa: seguendo il solco del solito vecchio modo di far politica - criticato ma poi sempre premiato dagli elettori - la Lega sacilese non disdegna nemmeno la triste strategia di mettere uno contro l'altro i cittadini dello stesso...

» zaini, cartelle e ... leggi della fisica

I grandi non capiscono mai niente da soli  e i bambini si stancano a spiegar loro tutto ogni volta. (A. De Saint-Exupery)Care bambine e cari bambini, abbiate pazienza con "i grandi" (sia con quelli che fanno i genitori, sia con quelli che fan...

» Quando una scuola è più di un gioiello

Quando una scuola è più di un gioiello: ecco la scuola elementare di Arnoldstein, certificata Klimaaktiv Gold.Dallo storico edificio del 1910, ristrutturato e ampliato nel 1969 e nel 1990, fino a questo splendido esempio di scuola ecologica,...