Sacile Partecipata e Sostenibile

La storia finita del Liceo Musicale a Sacile PDF Stampa E-mail
Sabato 19 Febbraio 2022 14:56

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a nessuno: pluripremiata e famosa con il suo indirizzo di scuola media, con le scuole di musica, le associazioni, i cori, gli artisti affermati, seminari e stage che attirano giovani musicisti e cantanti da tutta Italia, e pure con la sede della Fazioli.
Che dire se non che le cose fatte in fretta e furia, dopo oltre un decennio che aspettavamo e speravamo, non potevano portare a nulla di buono. Ma di quale impegno per il futuro parla il Sindaco? Sul Liceo Musicale c'è ormai una pietra tombale. Ma quale colpa con stupore addossa al Covid? Si sapeva, eravamo nel bel mezzo. Bisognava evitare pressioni sul Dirigente Scolastico per far partir subito il corso in mezzo al nulla organizzativo (buttare un'aula alla Vittorino da Feltre), bisognava rimandare piuttosto di UN anno e predisporre seriamente la dislocazione. Ma di quale ristrutturazione dell'Auditorium parla il Sindaco se ci è stato detto che date le condizioni (ricordate che è inagibile al pubblico!) sono tali che dovrà essere abbattuto e ricostruito? Ma di quale ampliamento per il Pujati si parla, se ad oggi nn è nemmeno stato annunciato che è pervenuto lo studio di fattibilità?

Ecco, una cosa sola è certa, continuiamo con lo scaricabarile e con dichiarazioni contraddittorie.
Questa è l'unica triste certezza per il futuro scolastico della nostra città.
Figurarsi... si era capito sin da subito che San Vito ci stava addosso come il lupo che ha fiutato la preda, con già le dichiarazioni forti di ben tre consiglieri regionali di tre diverse forze politiche che intendevano contendersi il successo per le elezioni comunali e che ora han la stessa intenzione rivolta a quelle regionali: Singh della Lega, Centis dei Cittadini e Basso di Fratelli d'Italia.
Forse mi è sfuggito, ma non ho letto alcuna dichiarazione in cui i consiglieri dichiarassero il loro grande dispiacere e magari anche l'impegno per cercare il possibile per prorogare di un ulteriore anno scolastico la possibilità di avvio del Musicale a Sacile. Si sa che volere è potere... e in fin dei conti si tratta di consiglieri "regionali" che dovrebbero prodigarsi per tutto il territorio regionale e non spendersi per territori che possono stranamente coincidere con bacini elettorali...
Siamo il Paese delle intercessioni, dei rinvii, delle deroghe.
Figurarsi se non si poteva tentare qualcosa.

A proposito poi di FdI, che dice ora il coordinatore sacilese Morabito che al tempo aveva usato toni trionfalistici come se il merito fosse stato esclusivamente di FdI? Ora che si è visto mollare Sacile con dichiarazioni sulla stampa in favore di San Vito? Da oggi però il consigliere Basso di FdI però si trova a dover fare equilibrismo tra due realtà, visto che oggi appare ufficialmente sulla stampa la discesa in campo anche di Pordenone, il cui Sindaco è appunto di FdI.
Mah... lasciamo l'arena a loro, noi cittadini di Sacile non possiamo solo fare da rattristati spettatori senza nemmmeno appassionarci per chiedere il sangue di questo o di quello.

Le iscrizioni in generale agli altri corsi del Pujati hanno confermato l'attrattività della scuola da decenni. Meriterebbe di più.

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Febbraio 2022 13:38
 
Articoli correlati :

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» Assemblea regionale sulla SANITA' 24 giugno!

Facendo seguito alle quasi 18.000 firme dei cittadini del FVG raccolte nei mesi scorsi e presentate alla regione, ecco l'appello a partecipare alla grande assemblea che tirerà le somme su quanto successo ad oggi, approfondirà diverse problematiche...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Assemblea sui pericoli della Pontebbana

Assemblea pubblica a San Giovanni del Tempio MERCOLEDI 11 maggio, ore 20.30 presso la scuola De Amicis.L'amministrazione ha accettato la richiesta qui sotto riportata e incontrerà la cittadinanza per discutere delle varie problematiche legate alla...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» Il risveglio tardivo della Lega pordenonese

Un pò nella tradizione della facilità con cui si possono, il 23 gennaio leggiamo sulla stampa che Sindaci e amministratori della Lega del Friuli occidentale hanno incontrato il Presidente della regione, Fedriga, per “sancire il filo diretto tra...