Sacile Partecipata e Sostenibile

Crisi nell'edilizia? Perché non risanare con un'occhio al risparmio energetico e l'effetto sulla qualità abitativa come si fa in Austria? PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Ottobre 2011 11:53

L’edilizia è ferma? Solo in Italia.

Oltreconfine gode di ottima salute ... e con essa anche i cittadini. Perché dalle città ai più piccoli paesini è tutto un cantiere. Ma non per costruire torri ed eco-mostri vari.

Per risanare interi quartieri di edilizia ... popolare!!!

img01img02

img03img04

Ed ecco gli edifici coibentati dalle pareti ai tetti, con tutti gli infissi sostituiti, con nuove tinteggiature ... insomma, squadre di operai che hanno a che fare con le varie azioni di risanamento che non sanno letteralmente più ... dove metter mano!
Lo stesso vale per municipi, scuole, ospedali e tutti gli altri edifici pubblici - e anche i privati fanno a gara (e alla fine del restyling organizzano vere e proprie feste con birra e grigliate), perchè rendere il meno energivoro possibile un edificio è segno di civiltà e influisce sull'opinione della clientela!

Nota: nel momento in cui stavamo per pubblicare questo articolo – unitamente alle immagini della devastazione della Liguria, che a sua volta rimanda a quelle del 2010 del Veneto – apprendiamo che secondo uno studio della Provincia di Pordenone abbiamo 30.000 abitazioni non occupate e che tale numero di alloggi equivale ad un potenziale sufficiente per dare a tutti una casa fino al 2020.

Ora vedremo la coerenza delle Amministrazioni comunali, a cominciare da Sacile e Porcia che sono in testa alla classifica per densità a chilometro quadrato (Sacile 620 abitanti/km2!). Inoltre il nostro Comune brilla per essere ben al di sopra di Pordenone nello sviluppo di metri cubi negli ultimi anni: 25% contro il 10,4% del capoluogo!

Ora chiediamo che lo studio abbia effetti concreti sul territorio, altrimenti verrebbe da pensare che la provincia abbia pubblicato tale studio solo perché il Comune capoluogo è nuovamente guidato dal centro-sinistra.
Se la politica non ha la solita doppia faccia, virtuosa solo a parole o se all’opposizione, aspettiamo la conseguenze coerenti con i risultato dello studio anche a Sacile, dove l’Amministrazione si sta distinguendo per quello che può essere definito “il pianificar facendo”, cioè procedere per singoli interventi senza visione organica a lungo termine. Di “Piano strategico” ne abbiamo sentito tanto parlare già con l'Amministrazione Cappuzzo, ma alla fine nulla è stato mai stato partorito, tranne la solita ennesima Variante Generale di fine mandato.
E intanto si continuano a tracciare zone di espansione per sanare decisioni infauste di Amministrazioni passate. Che dire ad esempio del classico esempio dove un’azienda agricola riceve un ricco premio di cubatura per trasferirsi? Di chi è la colpa se questa azienda, che una volta si trovava lontana dall’abitato, è stata circondata negli anni da zone residenziali dove chi ingenuamente ha acquistato si ritrova poi subire odori nauseabondi o infestazioni di insetti?
Scelte urbanistiche scellerate che i responsabili non pagano mai.

E non ci raccontino che attraverso gli oneri di urbanizzazione si assicurano ricchezza ai comuni e servizi ai cittadini! Perchè qualcuno ci spieghi - per tornare al titolo del nostro articolo - come mai, mentre da noi veniva varata la famosa "Finanziaria lacrime e sangue" esattamente negli stessi giorni del 2011 il Governo austriaco dava ufficialmente la notizia che la crisi era definitivamente superata prima del previsto, che mai l'economia era stata così florida, che le esportazioni superavano di 5 volte le importazioni e, soprattutto, che mai era stato così basso il tasso di disoccupazione.

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Agosto 2012 13:57
 
Articoli correlati :

» Il primo condominio autosufficiente

Ecco a voi, cari lettori, il primo condominio di nove appartamenti totalmente autosufficiente, cioè "energieautark", è stato inaugurato a giugno 2015 (!!!) a Brütten in Svizzera. Non ha alcun allacciamento alla rete elettrica, tantomeno al gas....

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» Fare, inaugurare e ... abbandonare

Eh già, "" era il titolo dell'articolo per la segnalazione di abbandono dei TRE alloggi comunali di Ronche.Così è stato. Situazione invariata. I tre alloggi comunali sempre inutilizzati sono. Con crisi e difficoltà che avanzano e fanno lievitare...

» Sciopero globaale per il clima 27 settembre 2019

» no volontà, no idee, no proposte, no progetti = no finanziamenti

"Se tutto va bene contiamo di partire con i lavori per la nuova scuola nel 2018." Aveva annunciato il Sindaco di Sacile nell'assemblea territoriale del dicembre 2015 a San Giovanni del Tempio, quando era venuto a perorare la causa dell'accorpamento...

» le nostre segnalazioni per il PAES

Premesso che in questi anni non abbiamo messo alcun bel cappottino a nessun edificio pubblico e che l'illuminazione a LED ormai sta spopolando (e non sempre senza problemi), abbiamo comunque cercato di dare un piccolo contributo alla riduzione delle...

» I documenti si lasciano mirabilmente scrivere

"Gli  impianti  solari  fotovoltaici  possono  essere  installati  in  facciata,  su  coperture  piane  e  su  falde inclinate, (...)" recita il Regolamento comunale per il risparmio energetico e l'Edilizia sostenibile del Comune di...

» Case di luce ... e di speranza!

CASE DI LUCE è il nome del complesso condominiale di ben 61 appartamenti del progetto di rigenerazione urbana sostenibile ed architettura zero energy nel Comune di Bisceglie.Finito nell'ottobre 2016 si tratta del  complesso abitativo in canapa e...

» cosa si fa a ... Bremerhaven ... e cosa a Sacile

Cos'è questa meraviglia?La Casa del Clima di Bremerhaven è più di un museo: è un luogo di saperi e di esperienze che ruotano attorno al tema del clima, dei cambiamenti climatici e della meteorologia. Su una superfice di 11.500 m2 ci avventuriamo...

» Speriamo di farcela?!

Speriamo di farcela a partecipare al che destina 10 milioni per l'efficientamento energetico delle scuole!Speriamo non vada a finire come al solito, con Sacile che brilla per assenza alla partecipazione o per eventuale presenza, ma solo nelle...