Sacile Partecipata e Sostenibile

Le tristi contraddizioni dei sostenitori del senso unico in via dei Masi PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Maggio 2010 14:37

1) La strumentalizzazione della “sicurezza dei bambini”:
E’ stato volutamente ignorato che la petizione proponente il ripristino del doppio senso iniziava con la seguente premessa: “considerato che si concorda pienamente sulle finalità del progetto ‘Messa in sicurezza delle aree scolastiche in ambito urbano e dei percorsi casa-scuola’. “
Proprio perché preme anche a noi la sicurezza dei bambini non abbiamo chiesto solamente il ripristino del doppio senso, ma abbiamo indicato l’introduzione della moderazione della velocità a 30km/h quale elemento decisivo di moderazione del traffico che mette in sicurezza gli utenti “deboli”.
Onestà intellettuale vorrebbe quindi che si dicesse pure che abbiamo due visioni diverse su “come” garantire la sicurezza (gli uni con il senso unico, noi con la moderazione della velocità), ma NON che solo” i pro-senso unico” pensano ai bambini.
Bisognerebbe anche che ci spiegassero, visto che il Pedibus percorre il tragitto la mattina verso la Pontebbana e al pomeriggio verso via dei Masi, qual'è il momento in cui il senso unico "dà sicurezza": le auto alle spalle o le auto di fronte? QUINDI: cosa cambia? E cosa cambia se dall'altro parte della carreggiata ci fossero auto che vanno nell'altro verso?
Boh, davvero la fantasia nel trovare motivazioni astruse non ha limiti.....

2) Il richiamo al progetto regionale:
Chi ha fatto il richiamo evidentemente non lo ha letto, perché proprio nel progetto si dice che “è rivolto a bambini, genitori e comunità” e si ribadisce la necessità di una “sensibilizzazione collettiva attraverso una comunicazione capillare, che miri a corresponsabilizzare tutti i portatori di interesse coinvolti direttamente o indirettamente nel progetto”, cosa che non è certo avvenuta (e non era compito della scuola).
Un percorso di progettazione partecipata, oltre alla mappatura dei punti critici (lavoro egregiamente svolto dalla scuola), prevede anche la mappatura dei punti di forza. E al semaforo, che da anni dava la possibilità di svoltare dalla Pontebbana in Via dei Masi, non doveva essere tolta questa funzione, dopo anni di lotta degli abitanti per conquistarla.

3) Via dei Masi ora “è troppo stretta per il doppio senso”:
Accertato che “i pro-senso unico” sono sordi a tutte le documentate misure di moderazione del traffico a 30km/h che PREVEDONO come uno degli interventi primari la “riduzione della carreggiata per i veicoli motorizzati”, non si spiega come mai vada bene la carreggiata ugualmente stretta esattamente al passaggio pedonale (doppio senso), come si vede dall’immagine:

img01

Per di più non sono stati eseguiti gli interventi di “rialzo dei passaggi pedonali” previsti dal progetto. Neppure gli “archetti di protezione sulla banchina pedonale”.

Il progetto originario indicava l’intervento sul lato opposto e lo prevedeva in forma di “percorso ciclo-pedonale”. Non sarebbe stato più utile a tutti?!

img02

Ma la misura più importante sarebbe stata senz’altro lo spostamento del semaforo verso destra. In questo modo a) chi attraversava sarebbe stato immediatamente visibile da Via delle Valli e b) il passagio pedonale sarebbe stato più lontano dalla linea di fermata dei mezzi provenienti da Sacile. Come mai i “difensori della sicurezza dei bambini” non hanno protestato? Non è sempre stato l’attraversamento della Pontebbana il punto cruciale? Le maestre non hanno sempre detto che si sentono minacciate da chi esce da Via delle Valli? Infatti al momento dell’attraversamento a tutt’oggi ci sono: il semaforo, le strisce pedonali, gli adulti accompagnatori e un vigile.

E come mai la scuola non è insorta quando è sparito il secondo intervento (finanziato), cioè la messa in sicurezza dell’incrocio tra Viale Trieste e Via Meneghini?

img3

I bambini della Vittorino da Feltre non hanno lo stesso diritto ad essere tutelati?

4) I genitori virtuosi, o meglio “Dr. Jekyll and Mr. Hyde”:
Sostenere che Via dei Masi è “troppo stretta per il doppio senso” non corrisponde all’idea che gli stessi genitori hanno davanti alla porta di casa loro. Infatti, prendendo ad esempio Via Venzone, si vede che la carreggiata viene ristretta a soli 3 metri grazie alle automobili parcheggiate lungo la strada, compreso sopra il marciapiede (!), mentre ci sono a pochi passi 70 parcheggi liberi:

img04img05

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

img07

In Via dei Masi i bambini ci passano due volte al giorno per dieci minuti …….. a casa si spera sia loro permesso di entrare, uscire e giocare per tutto il giorno!

5) Con il senso unico “ci si sente più sicuri”:
La sicurezza stradale non è una questione di “sensazioni” – è una questione di numeri, dati, statistiche, calcoli ben precisi.
Come mai è nella strade urbane che si muore di più?! Eppure nelle nostre città ci sono un sacco di sensi unici……..
Come mai in tutta Europa si sta da oltre vent’anni abbattendo la mortalità proprio grazie alla moderazione della velocità in ambito urbano?. Come mai Berlino con 1 milione di abitanti più di Roma ha avuto in un anno 48 morti e Roma 190 ???
Come mai ci sono ormai molte città anche italiane dove si fa un “progetto 30 all’ora”, ma non si è mai sentito parlare sinora di un progetto di “città dei sensi unici”?
Come mai il senso unico non è annoverato tra gli interventi di moderazione del traffico?
Come mai associazioni ben più autorevoli di noi estensori della petizione (e ci permettiamo, anche dei difensori del senso unico), come FIAB e, soprattutto, l’Associazione Nazionale Vittime della Strada, si battono per il 30km/h e non certo per i sensi unici?

6) La coerenza della politica:
All’ultima assemblea prima delle elezioni l’ex Sindaco Cappuzzo e l’Assessore ai Lavori Pubblici Cazorzi, di fronte alle proteste dei cittadini presenti, avevano promesso “va bene, vi ripristiniamo il doppio senso”; al tempo stesso l’On. Gottardo dichiarava sulla stampa che era stata fatta una “gran stupidaggine”.
E oggi???

7) L’egoismo e la miopia:
La nostra petizione si concludeva con l’invito ad avviare un lungo e delicato percorso di progettazione partecipata al fine di creare un’isola ambientale a 30km/h nella zona sud di San Giovanni del Tempio per ridare vivibilità all’intero quartiere.

I “difensori del senso unico” hanno soffocato questo esperimento sul nascere.

8) Le previsioni:
Purtroppo dopo oltre un anno si sta avverando tutto quanto avevamo previsto: il senso unico non viene minimamente rispettato dai ciclisti (residenti!) e quasi ogni giorno c’è un tentativo di entrata dalla Pontebbana, come qui documentato, alle 14,45 del 12 maggio 2010:

img06

Un camioncino stava per entrare e, trovandosi una macchina ferma allo stop, si accorge dell’errore, ma rimane bloccato sulla corsia sinistra della Pontebbana in attesa di potersi buttare di nuovo a destra ………. gli è andata bene ……. pensate se fossero arrivati due camion………

Ma la cosa  più “simpatica” è avvenuta pochi giorni dopo – quando una macchina con il simbolo del Comune di Sacile ha intrapreso la manovra per entrare in Via dei Masi!!! All’ultimo momento, chi era alla guida, se ne è accorto e, con il terrore letteralmente dipinto in faccia, ha cambiato direzione.

In sintesi: secondo noi dietro allo slogan della “sicurzeza dei bambini” c’è un unico motivo: gli adulti trovano COMODO avere due corsie al semaforo e non dover fare la coda alla mattina!!!

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Novembre 2016 21:05
 
Articoli correlati :

» pericolosa uscita su Pontebbana

L'incidente accaduto lunedì 13 a un ottantenne in bicicletta non è il primo in quel punto: l'uomo stava transitando con la bici sulla ciclabile quando un'auto, uscendo da via Granzotto, lo ha urtato di lato facendolo cadere. Per fortuna non ci son...

» Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.Non posso che concordare sulla ennesima...

» Capriole, salti mortali e tripli avvitamenti della Lega sacilese

Una cosa è certa: seguendo il solco del solito vecchio modo di far politica - criticato ma poi sempre premiato dagli elettori - la Lega sacilese non disdegna nemmeno la triste strategia di mettere uno contro l'altro i cittadini dello stesso...

» la "sicurezza" a Sacile: questa Araba Fenice ...

Da giorni ormai la stampa locale riporta i particolari sull'ampio giro di spaccio che da tempo si era creato in zona San Liberale e che è stato stroncato dalle nostre Forze dell'Ordine.In tutto questo palesemente grave susseguirsi di notizie non...

» a quando l'applicazione dell'Ordinanza su via Bellini?

Pare proprio che l'amministrazione sacilese non abbia la dovuta fretta nel premurarsi di ottemperare alle indicazioni della Prefettura.Oltre a non aver MAI pubblicato la promessa lista degli aventi diritto al rimborso depurazione (ormai inutile...),...

» Alloggi per anziani autosufficienti a S.Odorico

Cosa fare della scuola di S.Odorico? Un bel complesso di alloggi per anziani autosufficienti.Ecco cosa SPS propone una volta (e sarà luuuuunga) che davvero davvero sarà completata in muratura e non a parole la nuova scuola di S.Odorico. Speriamo...

» Esami del sangue? Un pellegrinaggio in un labirinto

Aggiunta con dettagli :Abbiamo avuto modo di verificare di persona la situazione a Sacile e non possiamo purtroppo che aggiungere a quanto già esposto. Perchè l'incredibile non ha fine.Innanzitutto c'è una tal quantità di gente in attesa che non...

» Esami del sangue? Un pellegrinaggio

Sembra incredibile (come cento altre questioni), ma il nostro sistema sanitario ne sa complicare una dietro l'altra, mentre ogni riforma viene annunciata come "migliorativa per il cittadino".Alcuni cittadini ci hanno però appena riferito che nei...

» nuovo bando per "Scuole Innovative" ... ci saremo?!

Si legge nel sito del MIUR: "Al via il concorso di idee per la progettazione e la realizzazione di 52 # grazie allo stanziamento di 350 milioni di euro, previsto dalla legge ‘Buona Scuola’. Il bando è stato illustrato il 5 maggio al Ministero...

» SCUOLA: per ora Sacile continua a risultare "assente"

Apprendiamo che ci saranno due incontri dell'Amministrazione con i residenti di S.Odorico e di S. Giovanni del Tempio per sentirci "illustrare sito e caratteristiche" del.Certo, "ascolteremo" l'illustrazione e magari anche ne...

Commenti  

 
0 #4 rossana casadio 2010-11-18 16:51
Oggi, 18 novembre 2010, ore 11,27 di mattina, sono ferma al semaforo nella corsia di sinistra per andare verso Sacile, quando una macchina targata Bergamo gira dentro, si trova me di fronte, fa una faccia ovviamente sorpresa, intuisce, sterza e raddrizza, e se ne va guardandosi intorno smarrito......... Spero abbia poi trovato l'altra entrata.
Citazione
 
 
0 #3 rossana casadio 2010-10-05 16:39
Martedì, 5 ottobre 2010, alle ore 7.30, una giovane signora arriva da V.Masi al semaforo. Cambia idea, fa retromarcia, infila la macchina nell'entrata della prima casa a sinistra, gira l'auto del tutto e ripercorre contromano il senso unico.
Un anno e mezzo dopo - addirittura arrivando da V: dei Masi!!!
Guida creativa? Far West del senso unico?
Citazione
 
 
0 #2 2010-07-12 17:18
8 luglio 2010 alle 3.30 ero ferma al semaforo e mi è entrata una panda in bomba! L'autista è accorto quando era già tardi e ha continuato pian piano fino alla fine del senso unico. Questi episodi sono all'ordine del giorno e spesso si rischia il frontale!
Citazione
 
 
0 #1 2010-05-25 07:49
Gioveì 20 maggio pomeriggio, alle 16.00 circa ho registrato il mio 6° ingresso in senso contrario in via dei Masi, io ero fermo al semaforo rosso per girare verso Sacile: una mamma su Suv con occhi puntati più al navigatore o al bambino che aveva in fianco (e non dietro come norma prevede data l'età approssimativa di 8-10 anni del pargolo) e che, quindi, non guarda segnali, ne del resto si aspetta un senso unico sboccante su statale con semaforo, e resta allibita quando mi vede sbracciante suonare il clacson per evitare un frontale certo!!!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna