Sacile Partecipata e Sostenibile

3.700 generosi utenti di Sacile han regalato anni di quota di depurazione! PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Febbraio 2015 19:17

Si è svolta domenica 1 febbraio l'assemblea per avviare la raccolta di quanti ora volessero proseguire sulla via legale del rimborso della quota di depurazione e fronte di un servizio non ricevuto. Dopo la sentenza (solo un primo passo) emessa dal Giudice di Pace di Pordenone, dott. Jervolino.
Erano presenti gli avvocati dello studio Vampa, il dott. Andrea Poletto e la dott.ssa Stefania Mutton, e il Giudice di Pace emerito, dott. Raffaele Vairo, che da libero cittadino è intervenuto più volte sulla stampa locale dano pienamente ragione alla richiesta e alla motivazioni di SPS.
Gli avvocati hanno spiegato la questione ricostruendo i vari passaggi, dalla sentenza della Corte Costituzionale alla possibilità aperta ancora oggi di "interrompere la prescrizione", purtroppo però dal 2015. Significa che si può risalire all'indietro solo fino al 2005. Ad ogni modo potrebbero essere ancora diversi anni di rimborso, visto che la voce nella bolletta sacilese è rimasta là anche dopo la sentenza della CC. Una sentenza alla quale l'Amministrazione Ceraolo, come abbiamo sempre sostenuto, DOVEVA ottemperare, essendo equivalente ad una Legge.
Concetto ripreso e riconfermato anche dal dott. Vairo, che ha anche nuovamente detto che l'Amministrazione aveva il dovere di gestire la questione e non di tacere o, peggio, opporre resistenze.

Una cosa però finora non eravamo riusciti a saperla: quale è la cifra esatta degli utenti sacilesi che NON si sono avvalsi del "servizio bottino" per uno, due o magari dieci anni?

Beh, visto che mai questo dato è stato reso pubblico dall'Amministrazione, SPS è andata come al solito alla ricerca e non è stato poi così difficile: basta andare alla relazione previsionale e programmatica del 2006 - 2008 della Giunta Cappuzzo e si trova, a pagina 30, la dettagliata esposizione dei numeri di quanti hanno fatto effettivamente richiesta del "servizio bottino".
Udite udite, a fronte "di 5.000 aventi diritto", nel 2005 il servizio è stato richiesto solo "da circa 1.300 utenti"!!!!!

 

Bene, allora lasciamo alla vostra immaginazione fare qualche conticino. Se ad es. in un solo anno non avessero usufruito 3.700 utenti e ognuno di loro avessa pagato 50,- Euro, quale cifra questi generosi sacilesi han regalato al vento??? E se poi lo moltiplicassimo per 5 o magari 10 anni???
Davvero, siamo stati una città GENEROSA che più di così non si poteva....!

Ma per chi si è pentito di esser stato generoso, per chi si è accorto di non aver visto i propri soldi investiti in una bella rete fognaria che servisse tutta la città e che evitasse anche che (sempre con i nostri soldi) dovessimo annualmente pagare all'Europa l'infrazione per la mancata depurazione, eccovi il modulo da scaricare per la richiesta di rimborso (da oggi fino al 2005).

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Febbraio 2015 18:47
 
Articoli correlati :

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...

» I conti dell'ex ass. Cazorzi son giusti, ma il risultato...NO

A dimostrazione di quanto detto nel titolo inizio proprio dalla giornata della pubblicazione di questo articolo su , cioè la linea Sacile Gemona, attualmente Sacile - Maniago (34km). Oggi, , è infatti un gran giorno per tutta la popolazione che...

» Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.Non posso che concordare sulla ennesima...

» Dove metto la VETRORESINA???

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.Perchè?Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti...

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...