Sacile Partecipata e Sostenibile

a quando degni locali per l'impegno della Caritas? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 08 Ottobre 2014 18:07
La questione della precarietà in cui si svolge il prezioso lavoro della Caritas nella nostra città non può che suscitare un misto tra sdegno e incredulità. Sdegno perchè è da quando è stata chiusa la sede di via Mazzini che le varie amministrazioni promettono di trovare soluzione agli spazi. Dai vari annunci sulla stampa pareva più volte che le chiavi in mano fossero solo questione di giorni, invece son passati sette anni.
Appena eletta la scorsa Amministrazione aveva annunciato il trasferimento prima alla ex sede della Protezione Civile, da anni inutilizzata e forse dimenticata dal Comune, a San Giovanni del Tempio, poi l’edificio già sede di associazioni a Ronche, poi l’ex scuola di Vistorta. Incredulità perchè pare incompresa l’enorme mole di lavoro che la Caritas svolge e che, se venisse a mancare anche una sola settimana, manderebbe in tilt i servizi sociali del Comune più ricco.
Perchè non anche alla Caritas uno spazio in pieno centro città all’interno del complesso ospedaliero? Perchè forse arginare e prevenire l’estremizzarsi di situazioni di disagio materiale e psicologico non rientra perfettamente nel “modello Sacile”? Tutto è possibile, basta volerci mettere tutta la volontà nel cercare una soluzione.
Non si può che provare ancora una volta una grande ammirazione per i volontari che mai e mai mettono sotto i riflettori la loro persona, che si trovano a doversi confrontare con situazioni umane così pesanti da portarsele sicuramente nella mente anche oltre i momenti in cui sono impegnati, che ogni volta han creduto alla promessa di veder migliorata la situazione non certo per loro ma per la salvaguardia della dignità di coloro che cercano aiuto.
Ancora una volta l’inerzia della politica si evidenzia nel modo peggiore proprio in una delle questioni più delicate, dove invece sarebbero state doverose solerzia, discrezione e serietà.

PS.: E intanto: complimenti a ...
al Comune di Azzano Decimo e al Comune di Prata, i cui due Sindaci, uno di centro sinistra e uno di centro destra, inaugurano domenica 17 (sette giorni dopo la pubblicazione di questo articolo - un caso? - un segno?) il CSA, cioè il "Centro di Solidarietà Alimentare".
Il centro ha trovato posto in un ex scuola materna, servirà sette comuni e si basa su un progetto che coinvolge, oltre all'Ambito e a una Banca, proprio (guarda caso!) la Caritas e l'ass. San Vincenzo e Paoli.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 15 Ottobre 2014 19:22
 
Articoli correlati :

» Sospeso report mensile inquinamento a Sacile

Carissimi lettori e sostenitori, in particolare quelli sempre molto attenti alle gravi problematiche dell'inquinamento. Purtroppo per ora non so SE e QUANDO si potrà ripubblicare puntualmente mese per mese il pdf che vi mostrava ogni nel modo più...

» Primo comunicato stampa elezioni 2022

Alleanza Verdi Sinistra e Sacile Partecipata e Sostenibile: a Sacile è tempo di voltare pagina.Le recenti elezioni politiche hanno restituito anche a la presenza importante della sinistra ecologista e dei diritti, nel più ampio schieramento...

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...