Sacile Partecipata e Sostenibile

accesso alla stazione da via Topaligo PDF Stampa E-mail
Domenica 14 Febbraio 2016 16:58

SPS propone il seguente intervento per permettere l'accesso alla stazione ferroviaria di Sacile da due lati. Questo potrebbe avere duplice funzione per la sicurezza: permetterebbe a chi proviene dalla parte sud di entrare in stazione senza l'ormai noto passaggio sotto le sbarre ormai abbassate, ma lo stesso potrebbe valere per chi non necessariamente deve prendere il treno, ma vuole passare oltre i binari in modo sicuro e senza attendere che le sbarre si rialzino.

Si tratta ovviamente di un passaggio esclusivamente pedonale, ma sicuramente verrebbe molto usato. Pensiamo, ad.es., anche alla domenica quando gli anziani si recano alla Farmacia di turno o verso una del centro, o verso quella all'incrocio per San Odorico.

L'intervento in questione non richiede oneri stellari: si tratta di prolungare il sottopassaggio già esistente facendolo sbucare in via Topaligo.
Il tratto da prolungare è breve pochi metri e l'altezza già esistente è probabilmente sufficiente, in quanto via Topaligo si trova più bassa rispetto alla zona antistante la stazione di Sacile. Via Topaligo corre infatti a ridosso del muro che delimita la percorrenza dei binari molto al di sopra del sedime stradale. L'uscita sulla via non avrebbe bisogno di particolari lavori di scavo.

 

 

In moltissime stazioni ferroviarie sono stati fatti interventi per realizzare accessi da entrambi i lati, spesso anche unitamente a nuove aree parcheggio. Dal momento che continuano ciclicamente sulla stampa ad essere segnalati casi di persone che passano sotto le sbarre abbassate e che abbiamo avuto anche già morti, riteniamo che si potrebbe almeno realizzare una alternativa sicura e veloce sia per i viaggiatori sia per chi semplicemente deve passare la barriera della ferrovia.

 

 

PS.: Sulla stampa del 16/02 il nostro Sindaco dice che non è possibile perchè il sottopasso costituisce una barriera architettonica. Ehh??? Ma come, CHI se ne è mai preoccupato fino ad ora? Perchè, come fanno da decenni le persone con disabilità fissa o temporanea a prendere il treno a Sacile? E poi da che pulpito viene la predica: l'amministrazione si preoccupa forse delle barriere architettoniche che rendono difficoltoso l'accesso ad es. alla sede della Polizia Municipale? Prolungare il sottopassaggio sarebbe un provvedimento celere e relativamente poco oneroso. Aspettare un "sottopasso ciclopedonale", qualora sarà chiuso l'attraversamento per le auto alle sbarre, significa quasi con certezza ... andare alle calende greche ... Sperando nel frattempo non ci sia ennesimo incidente.

Nel torrido agosto del 2018 si conferma l'utilità di questa proposta....

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Agosto 2018 10:46
 
Articoli correlati :

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» A scuola con pericolo

Tra TRE settimane tutto il personale scolastico del Marchesini e del Pujati, sede Linguistico, sarà in piena attività e tra CINQUE settimane gli studenti si affolleranno di nuovo nelle rispettive due sedi. Ma p, al rifacimento degli...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...

» La storia finita del finanziamento per le ciclabili

Dal 3 aprile 2018 molti Comuni hanno inviato le richieste di ammissione al , il progetto del Credito Sportivo in collaborazione con Anci e Federciclismo che prevedeva la possibilità per i Comuni italiani di ottenere una buona possibilità di...