Sacile Partecipata e Sostenibile

accesso alla stazione da via Topaligo PDF Stampa E-mail
Domenica 14 Febbraio 2016 16:58

SPS propone il seguente intervento per permettere l'accesso alla stazione ferroviaria di Sacile da due lati. Questo potrebbe avere duplice funzione per la sicurezza: permetterebbe a chi proviene dalla parte sud di entrare in stazione senza l'ormai noto passaggio sotto le sbarre ormai abbassate, ma lo stesso potrebbe valere per chi non necessariamente deve prendere il treno, ma vuole passare oltre i binari in modo sicuro e senza attendere che le sbarre si rialzino.

Si tratta ovviamente di un passaggio esclusivamente pedonale, ma sicuramente verrebbe molto usato. Pensiamo, ad.es., anche alla domenica quando gli anziani si recano alla Farmacia di turno o verso una del centro, o verso quella all'incrocio per San Odorico.

L'intervento in questione non richiede oneri stellari: si tratta di prolungare il sottopassaggio già esistente facendolo sbucare in via Topaligo.
Il tratto da prolungare è breve pochi metri e l'altezza già esistente è probabilmente sufficiente, in quanto via Topaligo si trova più bassa rispetto alla zona antistante la stazione di Sacile. Via Topaligo corre infatti a ridosso del muro che delimita la percorrenza dei binari molto al di sopra del sedime stradale. L'uscita sulla via non avrebbe bisogno di particolari lavori di scavo.

 

 

In moltissime stazioni ferroviarie sono stati fatti interventi per realizzare accessi da entrambi i lati, spesso anche unitamente a nuove aree parcheggio. Dal momento che continuano ciclicamente sulla stampa ad essere segnalati casi di persone che passano sotto le sbarre abbassate e che abbiamo avuto anche già morti, riteniamo che si potrebbe almeno realizzare una alternativa sicura e veloce sia per i viaggiatori sia per chi semplicemente deve passare la barriera della ferrovia.

 

 

PS.: Sulla stampa del 16/02 il nostro Sindaco dice che non è possibile perchè il sottopasso costituisce una barriera architettonica. Ehh??? Ma come, CHI se ne è mai preoccupato fino ad ora? Perchè, come fanno da decenni le persone con disabilità fissa o temporanea a prendere il treno a Sacile? E poi da che pulpito viene la predica: l'amministrazione si preoccupa forse delle barriere architettoniche che rendono difficoltoso l'accesso ad es. alla sede della Polizia Municipale? Prolungare il sottopassaggio sarebbe un provvedimento celere e relativamente poco oneroso. Aspettare un "sottopasso ciclopedonale", qualora sarà chiuso l'attraversamento per le auto alle sbarre, significa quasi con certezza ... andare alle calende greche ... Sperando nel frattempo non ci sia ennesimo incidente.

Nel torrido agosto del 2018 si conferma l'utilità di questa proposta....

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Agosto 2018 10:46
 
Articoli correlati :

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...