Sacile Partecipata e Sostenibile

aspettando il metano in Ospedale... PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Febbraio 2013 11:07

Ho letto sulla stampa locale che il Comune di Sacile allaccerà l'Ospedale alla rete del metano sostituendo finalmente caldaia e bruciatore.
Sarebbe l'occasione buona di far le cose per bene e proiettate nel futuro: installare un gruppo di cogenerazione elettrica e termica. Poichè il consumo di combustibile è stato indicato in 90q. al giorno, immagino che la caldaia abbia qualche migliaio di kW termici.
Un impianto con caldaia a OLIO DIATERMICO per la conduzione della quale non occorre operaio specializzato e di 750 kwt, abbinato ad un generatore elettrico, può fornire infatti ben 120 kwe e circa 600 kwt.
Il riscaldamento ambiente invernale dura 2500 ore/anno ma tenuto conto del calore necessario per cucina, sterilizzazione, stireria, acqua sanitaria si può prevedere per questo impianto in sostituzione degli altri 3-4 indicati nell'articolo un funzionamento di 8.000 ore/anno senza tener conto della eventuale produzione di freddo con pompe di calore ad assorbimento.

La produzione elettrica annua potrebbe essere di 960.000 kwhe per il prezzo di 0,28 Eu/kwh (per 15 anni) darà un flusso di cassa annuo 268.800 Eu, in grado di ammortizzare in un solo anno il generatore elettrico.
Non da poco conto, il gas per la cogenerzione è defiscalizzato.
Ci sono anche caldaie ad acqua surriscaldata o aria surriscaldata che agiscono su una apposita turbina in grado di dare sia energia elettrica che termica. Inoltre, trattandosi di un gas puro come il metano, si possono usare in cogenerazione motori endotermici (a pistoni) che hanno un rendimento elettrico del 40% contro il 17% delle turbine.

Adriano DF

SPS intanto ricorda che ad oggi il nostro Ospedale, sentinella della salute, è l’edifico più inquinante di Sacile, con i suoi 60 quintali di nafta al giorno. Quanti anni sono passati dall’altisonante annuncio apparso il 1° marzo del 2007 nell’inserto della Regione all’epoca dell’Amministrazione Illy che presentava come una “best practice” (buona pratica) a Sacile il “tetto solare dell’Ospedale”?! Solita “politica degli annunci”. Nel resto d’Europa il termine “best practice” è stato coniato proprio per evidenziare la “messa in pratica di una buona idea”. Bisogna essere precisi nell’uso delle parole, perché riappropriarsi di un linguaggio rigoroso significa anche neutralizzare i fanfaroni della politica che miracolosamente continuano ad autoalimentarsi senza nulla di fatto.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Febbraio 2013 11:31
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...