Sacile Partecipata e Sostenibile

Casse di espansione? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Dicembre 2010 23:50

 

img-artCome al solito alla fine si ricorre al denaro pubblico per sanare decenni di infauste scelte urbanistiche.

Ora servono opere idrauliche per riparare i gravissimi danni causati dalla speculazione di chi si è arricchito acquistando per poco terreni agricoli con la certezza di convertirli in edificabili, di chi è riuscito ad edificare dove mai si sarebbe dovuto, di chi ha sempre aumentato i metri cubi rispetto alla previsione originale ben sapendo che al massimo avrebbe pagato una piccola penale, di chi ha ricambiato i politici di turno con cospicui contributi di voti e di denaro nella varie campagne elettorali.

Prima ancora di iniziare la discussione sull’utilità o meno delle casse di espansione o altri interventi, politici e amministratori dimostrino la reale volontà di gestire al di sopra delle parti il territorio per il bene di tutti. Si congelino dunque tutte le previsioni urbanistiche. In primis quella colata di cemento che sta per riversarsi sulla nostra città con l’imminente avvio dei due comparti nella zona della Mineraria.

Se non fossimo arrivati a tal punto di disastro, a Sacile come in tutta la regione e nella nostra nazione, ora non saremmo qui a investire soldi pubblici in studi e perizie, idrovore (una può costare fino ad 1milione), canali scolmatori e casse di espansione, dragaggi, argini e quant'altro, bensì in scuole, asili nido, ospedali, edilizia pubblica, parchi, ecc.

Ma….. casualmente……non esistono strumenti legali veramente efficaci che assicurino la possibilità di rivalersi anche dopo anni sui reali responsabili di tanti e gravi danni ambientali - spesso prevedibili dal buon senso dei residenti, regolarmente però zittiti da amministratori, ingegneri, costruttori vari, ecc.

Ultimo aggiornamento Martedì 30 Ottobre 2012 22:07
 
Articoli correlati :

» da scaricare modello richiesta applicazione DLgs48/20

Facendo seguito che riassume la lunga e penosa questione pubblichiamo la lettera che ognuno di voi può scaricare e inviare alla propria amministrazione.Purtroppo, a parte il Comune di Casarsa che lo aveva fatto al tempo, ho la motivata certezza che...

» risposta al problema di via ponte Schiavoi

In riferimento al nostro Esposto al Prefetto di Pordenone su alcune , appare imminente intanto l'avvio di una parte di interventi.In seguito al sopralluogo effettuato insieme ai tecnici del Servizio di difesa del suolo di Pordenone è arrivata anche...

» le casse di espansione a Prà dei Gai si faranno

L'intervento previsto a non può ormai essere bloccato. Ha da poco superato l'esame della VIA, la Valutazione di Impatto Ambientale, e partirà nel 2016. Così ci ha comunicato il consigliere regionale veneto del PD, Alessio Alessandrini, nella...

» i fossati di via Canevon

Ancora una volta i residenti di via Canevon han chiesto a SPS di farsi portavoce delle loro inascoltate segnalazioni in tema di e di sicurezza idraulica. Il problema, prima della prossima pioggia monsonica, è costituito come sempre dalla mancata...

» esondazione 2014

Quante volte abbiamo ormai dovuto dire "siamo alle solite"? Tante. Non ha più nemmeno alcun senso , perchè ormai è un ritornello fatto proprio da tutti, anche da chi, solo qualche anno fa, ci dava degli esagerati. E non è certo colpa solo di...

» nuova colata di cemento e asfalto sul Livenza

Siamo alle solite: dopo aver rovinato in modo irreparabile a Pordenone la zona dei laghetti Tomadini, la multinazionale Despar si è prodigata a rovinare le sponde del nostro Livenza gettando cemento e asfalto fino alle rive del fiume. SPS è molto...

» Primo punto programmatico irrinunciabile

Ecco il primo punto irrinunciabile del nostro programma per il 2014: Nuovo consumo di suolo ZERO.Il consumo di suolo non è un problema di per sé, ma lo diventa nel momento in cui si consuma senza reale necessità.Nella cosiddetta “Direttiva...

» nuovamente un grande ospite a Sacile

Nuovamente un grande ospite a Sacile: venerdì 31 maggio, serata con Domenico Finiguerra, ex Sindaco di Cassinetta di Lugagnano (MI).Ha rappresentato la continuazione del nostro ragionamento sul significato, sugli scopi e sul valore dell'Urbanistica...

» Insieme a Prata contro le casse di espansione a Prà dei Gai

L'Amministrazione sacilese dovrebbe mettersi al più presto a fianco di Prata contro la prevista realizzazione delle casse di laminazione per le piene del Livenza in località Prà dei Gai, perchè nel territorio di Sacile, che si trova a monte,...

» La palizzata sul ponte di Palazzo Ragazzoni ... ?!

Era proprio necessario chiudere, causa i lavori in atto, l’affaccio dal ponte adiacente a Palazzo Ragazzoni con una struttura in legno? Durante l’esecuzione di restauro del palazzo, la facciata era coperta da un pannello con la riproduzione...