Sacile Partecipata e Sostenibile

C'è chi si prepara in tempo..... ma non siamo noi, sigh PDF Stampa E-mail
Giovedì 22 Marzo 2012 20:48

berlino elettrica imgBerlino nel 2020 diventerà la città più "elettrica" d’Europa. L’intenzione è di quelle serie, cioè tedesche: far spazio alle auto elettriche a scapito di quelle con alimentazione tradizionale. L’amministrazione cittadina insieme alla EMO-Agentur für Elektromobilität (Agenzia per la mobilità elettrica) hanno l’obiettivo di introdurre almeno 100.000 nuove auto “verdi” e fare della capitale tedesca un polo per la ricerca e la produzione di veicoli elettrici. Sono già stati stanziati ben 80 milioni di euro per realizzare l’ambizioso progetto.
A livello pratico si vogliono incrementare le colonnine pubbliche di ricarica nell’area urbana (fino a  550), sostituire parte dei mezzi pubblici con eco-cars, convertire parzialmente all’elettrico i mezzi pubblici e privati destinati alla consegna di pacchi e merce in città , incentivare i privati all’acquisto di un veicolo green. Anche le case automobilistiche supportano il progetto, e infatti stanno già investendo e sperimentando nuovi modelli di auto elettriche, perché le emissioni dei veicoli diesel e benzina sono tra i maggiori responsabili dell’inquinamento da CO2 nelle metropoli. Si vuole portare nella città e nel Land di Brandenburgo tutta la catena del valore legato all’auto elettrica, sviluppando la ricerca e lo sviluppo a partire dalla collaborazione con la Technische Universität Berlin fino alla produzione con le principali case tedesche di automobili e arrivare alla generazione dell’energia per il rifornimento delle auto in modo pulito (come con le già esistenti ricariche solari).
Insomma un gigantesco affare legato alla mobilità di una delle più importanti città europee che punta sulle potenzialità dei veicoli ecologici per convertire e promuovere la propria industria automobilistica, segno che i tempi stanno veramente cambiando!
Lo stesso succede in Austria, dove nella sola Carinzia sono già oltre 100 le imprese che si sono convertite totalmente alla mobilità elettrica e il terriorio è già molto ben coperto da stazioni di ricarica.
Vedi anche: www.emo-berlin.de

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Marzo 2012 09:57
 
Articoli correlati :

» Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo?

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle )?!Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei...

» le nostre segnalazioni per il PAES

Premesso che in questi anni non abbiamo messo alcun bel cappottino a nessun edificio pubblico e che l'illuminazione a LED ormai sta spopolando (e non sempre senza problemi), abbiamo comunque cercato di dare un piccolo contributo alla riduzione delle...

» Un successo il bonus per le e-bike!

Sono 1058 i cittadini del FVG che hanno usufruito del bonus per l'acquisto di un bicicletta elettrica a pedalata assistita (v. grafici sotto). La somma stanziata si sta esaurendo. Oltre ai molti benefici per la mobilità e la qualità dell'aria...

» centralina di rilevazione inquinamento o ... frullatore?

Sarebbe troppo facile far notare l'ennesima segnalazione di SPS rivelatasi fondata.NO, quello che svilupperemo in questo articolo è la vicenda degli annunci, dello spostamento, dei tempi e del funzionamento, o meglio, del non-funzionamento (e...

» al via gli Stati Generali della Nuova Mobilità 2015

STATI GENERALI DELLA MOBILITA’ NUOVA, SI RIPARTE DA BOLOGNAA Bologna la seconda edizione della tre-giorni nazionale,  per rimettere al centro delle politiche urbane la mobilità di pedoni, ciclisti e utenti del trasporto pubblico, e costruire...

» comunicato della Rete Mobilità Nuova FVG

Come vedete SPS ha precorso i tempi già con il programma delle elezioni del 2009, riproposto irrinunciabili per far parte della coalizione ed ampiamente esposto in numerose conferenze (anche fuori Sacile). Ora siamo felici di vedere che questo...

» dove la forte coesione tra cittadini dà i suoi frutti

E così, dopo i primi famosi "Energierebellen", cioè i "ribelli dell'energia" di Schönau, oggi ormai famosissimi e padroni dal 1997 di una grande rete di energia (), anche Feldheim, paesino di poco più di 150 abitanti, circa 90 km a sud di...

» venerdì 16, per chi davvero vuole una città più sicura...

Per la cittadinanza che in questi 5 anni ha più volte manifestato forte preoccupazione per la pericolosità delle strade del sacilese, venerdì sera sarà il momento di potersi informare e ragionare insieme sulle grandi potenzialità di cambiamento...

» Secondo punto programmatico irrinunciabile

Il secondo punto irrinunciabile del nostro programma per le elezioni del 2014 è: una città a 30km/h.Innanzitutto perchè integrazione logica delle nostra visione di una Sacile che si ripopola, che cambia giro vorticoso e passa dalla forza...

» In Via Luigi Nono si naviga a vista

L'annuncio delle decisioni in merito a Via Luigi Nono è l'ennesimo esempio di come l'Amministrazione navighi a vista in fatto di mobilità. Certo le responsabilità vanno anche cercate all'indietro. Risalgono al restyling costoso e inefficace, ma...