Sacile Partecipata e Sostenibile

come sempre: lavori nelle scuole solo dopo le emergenze PDF Stampa E-mail
Sabato 09 Gennaio 2016 18:36

E così i piccini dell'unico asilo nido pubblico di una città di quasi 20.000 abitanti son stati rispediti a casa - e vi dovranno restare per 7 giorni - a causa del definitivo passaggio a miglior vita delle caldaie.
I genitori si chiedono perchè non sia stato controllato tutto "prima delle vacanze natalizie"? Una domanda assolutamente innocente.
SPS invece chiede come mai non si è intervenuti da ... ANNI!


... se non c'è da inc.....arsi!

 

Abbiamo fatto ben presente da molto tempo (dal 2007!) la questione dei bimbi letteralmente "rosolati" in un edificio che ha il riscaldamento a manetta da un ottobre con oltre 20 gradi esterni fino all'ultimo giorno utile di un aprile spesso quasi estivo e le finestre basculanti APERTE per non "arrostire" del tutto.
Si potrebbe fare la battuta che nelle scuole il riscaldamento si accende e si spegne come Legge comanda e senza tener conto del clima fuori perchè qualcuno deve pur guadagnare sulle spese di riscaldamento. Ci si potrebbe chiedere se dare in appalto i sistemi di riscaldamento, aspettando non solo in caso di guasti che il tecnico proveniente da una qualsiasi città prima o poi arrivasse, ma anche che arrivasse anche solo per abbassare o alzare il termostato.
Perchè quello che una volta molto semplicemente ed efficacemente poteva fare il personale operante nei vari gradi di scuole, da anni ormai può farlo SOLO una società che prende in gestione il tutto.
Motivazione: sarà più sicuro, sarà più efficace, costerà meno.

Come aver eliminato per i piccoli i pasti cucinati dalla cuoca.
Più sicuro, efficace, di qualità ed economico (comprese le centinaia di migliaia di Euro che spendiamo ora per "l'educazione alimentare"???).
Esattamente......come no!

Per non parlare poi delle solite promesse di aria fritta tanto apprezzate però dagli elettori.
Per non parlare di quelle eleganti fregature nelle parole che fanno passare alla cittadinanza come "grandi interventi nelle scuole" gli interventi dovuti per adeguamenti alle norme di legge o, appunto, in seguito ad emergenze.

Vi consigliamo perciò di leggere quanto linkato sopra, il racconto (anzi, fiaba, visto ormai passati quasi 10 anni!) della visita del dott. Lantschner proprio al nido "Nicholas Green" di Sacile. L'allora amministrazione di centro sinistra avrebbe avuto la possibilità di farne un vero gioellino di recupero edilizio ed efficientamento energetico. In questi 9 anni avremmo risparmiato come minimo la metà delle spese di riscaldamento (se ricordate l'esperimento del blocco di ghiaccio anche oltre l'80%!), avremmo dato più salubrità di ambiente ai piccini e avremmo dato un bellissimo esempio concreto alla popolazione.
E avremmo anche avuto meno bisogno di interventi tecnici.....

Ma ... non perdete tempo a stupirvi ... prendetelo come una delle solite segnalazioni di SPS che ciclicamente si avverano - purtroppo!

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Gennaio 2016 13:57
 
Articoli correlati :

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...

» La storia finita del finanziamento per le ciclabili

Dal 3 aprile 2018 molti Comuni hanno inviato le richieste di ammissione al , il progetto del Credito Sportivo in collaborazione con Anci e Federciclismo che prevedeva la possibilità per i Comuni italiani di ottenere una buona possibilità di...

» Sui DUE sottopassi...mettiamo le mani avanti

Mettiamo le mani avanti su entrambi i sottopassi di Sacile: sia per il sottopasso interno alla stazione con il suo SEMPLICE PROLUNGAMENTO, sia per quello che si staglia in un lontano orizzonte in sostituzione delle sbarre di viale Lacchin.Per il...

» Segnalazione giusta??? Ehhhh dipende da CHI la fa

Non cambia mai nulla. I risultati si rimandano di anni. I consensi guardano prima al mittente che all'oggetto.Anche questa volta la solita capriola dei nostri amministratori: oggi l'assessore Ceraolo, nonchè ex Sindaco, dichiara di non esser per...

» Offfensiva casa di riposo!!!

E' iniziata l'offensiva delle case di riposo ... OVVIAMENTE private.Offensiva che si è ormai spinta al di qua del Tagliamento.Ovvio.Ovvio perchè la provincia di Trieste detiene quasi il 50% di posti letto di case di riposo, quindi la richiesta è...

» L'amministrazione sacilese aggiornerà il Regolamento Edilizio???

L'amministrazione sacilese del Sindaco Spagnol farà quello che non ha fatto l'amministrazione Ceraolo, visto che l'assessore Zanfrà sta di nuovo qua e che l'ex Sindaco pure ci sta di nuovo come assessore??? Faranno ora???A cosa mi riferisco? Beh,...

» La storia ancora lunga dell'ampliamento della casa di riposo di Sacile

Non occorre dire di concordare perfettamente con quanto dichiarato sulla stampa del 22 agosto 2018 dal Sindaco di Caneva, Andrea Gava.Non occorre, perchè la situazione è sotto gli occhi di tutti: a Sacile l'ampliamento della casa di riposo sta...

» Sempre meglio un uovo oggi che ...

Decisamente sempre meglio un uovo oggi che una gallina domani.In seguito alla segnalazione sulla stampa locale, secondo la quale succede che alle sbarre di viale Lacchin la gente attenda sotto il sole a volte anche mezz'ora prima di poter passare,...

» Capriole, salti mortali e tripli avvitamenti della Lega sacilese

Una cosa è certa: seguendo il solco del solito vecchio modo di far politica - criticato ma poi sempre premiato dagli elettori - la Lega sacilese non disdegna nemmeno la triste strategia di mettere uno contro l'altro i cittadini dello stesso...