Sacile Partecipata e Sostenibile

complimenti alla Lega... che sa farsi campagna elettorale con i propri fallimenti!!! PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Aprile 2015 12:07

Quando era assessore regionale Federica Seganti della Lega Nord non entravano profughi e clandestini in Friuli - tantomeno a Sacile" afferma sulla stampa del 24 aprile 2015 la Vicesindaca e Segretaria della Lega Nord sacilese, Vannia Gava. Esternazione che si accompagna da mesi a quelle sul rispolverato e rinvigorito tema sulla Sicurezza sempre tanto caro quanto poco risolto della Lega.
Potremmo allora chiedere innanzitutto CHI erano allora negli anni della Seganti gli ospiti del centro di Gradisca e come mai la Giunta Tondo, con tutti i ptoblemi sull'economia, sulla Sanità e sull'ambiente, che già si stavano molto chiaramente annunciando, avesse dedicato (leggi "perso") tanto tempo e denaro (nostro) con la tanto decantata quanto poco efficace Legge regionale sulla Sicurezza. Una legge per cui la Giunta Tondo ha speso ben 32 milioni di Euro.
Potremmo anche chiedere come mai anche con una giunta partecipata dalla Lega il Comune di Sacile restava e resta inserito nel progetto SPRAR che chissà quali esseri umani gestiva e gestisce.
Ma potremmo anche - per Sacile nello specifico - ricordare alla memoria corta dei sostenitori del Carroccio - che proprio poco dopo le elezioni la prima Giunta Ceraolo, nello specifico con l'allora assessore e Vicesindaco leghista (oggi del Nuovo Centro Destra), Claudio Salvador, si era trovata di fronte a gestire per alcuni giorni l'alloggio di fortuna per una dozzina di chissà quali esseri umani. E, visto che ci siamo, potremmo anche chiedere come mai sia il Sindaco sia l'assessore li avessero definiti sulla stampa come degli scalzi, affamati e innocui poveri Cristi. Chissà CHI erano?

Ad ogni modo davvero complimenti per la geniale capacità della Lega di non riuscire mai a concludere nulla di quanto promesso nelle varie campagne

elettorali (federalismo fiscale, insegnanti solo veneti o friulani doc, trasferimento degli uffici romani degli assessorati leghisti al nord, sicura gestione e soluzione dell'immigrazione clandestina con la Bossi-Fini, armamento della Polizia Municipale, città sicuramente sicure pattugliate dalle Ronde, elezioni virtuose con il Porcellum, politici senza macchia, agoniata semplificazione della burocrazia, appalti Mafia-free, e oggi, in particolare, gli effetti della legge 13/95 firmata dal loro assessore Fasola che ha condannato il nostro Ospedale, ecc.), ma di riuscire in compenso a riciclare e ad usare mirabilmente i suoi insuccessi.

Ora che invece non siamo più protetti dalla sicuramente sicura sicurezza della Seganti i leghisti manifestano, spalleggiati dai duri di Casa Pound, contro uno sparuto gruppetto di disperati che non hanno lasciato segno della loro presenza. E noi ci chiediamo:
ma non sarebbe più chiaro e semplice ed efficace portare in Giunta l'uscita di Sacile dal progetto SPRAR???
Perchè la Lega non lo chiede chiaramente semplicemente ed efficacemente al Sindaco e ai colleghi di Giunta???
Forse perchè, vista la spazzolata già ricevuta dall'On. Gottardo, sanno bene oltre quale limite non spingersi per non giocarsi il posto???

Perchè la Lega non invita in Consiglio Comunale un portavoce della Questura per esporre non opinioni ma dati sulla relazione tra profughi e sicurezza? Magari si farebbe chiarezza come lo ha fatto l'intervento della portavoce della Questura e vicequestore aggiunto Denise Mutton al Cons. Com. di Trieste: «Non si segnalano criticità sotto il profilo dell’ordine pubblico. Non vi è correlazione fra il fenomeno migratorio e l’incidenza di reati compiuti in città»; è stato poi il turno del comandante del Nucleo investigativo dei Carabinieri Fabio Pasquariello: «Nel 2012 solo una richiesta di intervento riguardava richiedenti asilo, una anche nel 2013, quattro nel 2014 di cui solo una con rilievo penale (su 45 mila richieste totali di intervento dei Carabinieri). In questo 2015 invece, su 5800 richieste, nessuna è relativa a richiedenti asilo»; infine, per le forze dell'ordine, è stata la volta del comandante della Polizia Locale Sergio Abbate: «Non è stato notato nessun peggioramento di reati o illeciti commessi da richiedenti asilo».“

Ad ogni modo rinnoviamo i complimenti, anche per queste cose - proclamate e poi lasciate senza coerente conseguenza. Ulteriore prova che i politici leghisti hanno capito molto bene che a noi elettori interessano le promesse (che facilmente si tengono a mente con uno slogan) e non i fatti (ai quali bisogna dedicare tempo per verificarli). Hanno capito che la vera forza della politica è la nostra memoria corta. Hanno capito che - per la forza di gravità - i nostri cervelli stan più nella pancia che nella testa.

L'unica cosa che ci lascia un pò perplessi è che non ci pare tanto "nuova" come "politica" .....

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Aprile 2015 17:16
 
Articoli correlati :

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» A scuola con pericolo

Tra TRE settimane tutto il personale scolastico del Marchesini e del Pujati, sede Linguistico, sarà in piena attività e tra CINQUE settimane gli studenti si affolleranno di nuovo nelle rispettive due sedi. Ma p, al rifacimento degli...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...

» La storia finita del finanziamento per le ciclabili

Dal 3 aprile 2018 molti Comuni hanno inviato le richieste di ammissione al , il progetto del Credito Sportivo in collaborazione con Anci e Federciclismo che prevedeva la possibilità per i Comuni italiani di ottenere una buona possibilità di...