Sacile Partecipata e Sostenibile

comunicato comitato per l'ospedale di Gemona PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Gennaio 2015 14:21

Comunicato stampa del Coordinamento dei Comitati a difesa del "San Michele" di Gemona:

"Per la prima volta la Giunta regionale è assente alla Messa del Tallero: sdegno dei comitati. La storica via Bini imbandierata di striscioni a difesa dell'ospedale San Michele.
L’odierna Messa del Tallero (6 gennaio) verrà ricordata per la mancanza di rispetto istituzionale della Giunta regionale, che per la prima volta è totalmente assente all’evento: a dimostrarlo, inequivocabile, la sedia vuota nella navata del Duomo, ben visibile ai numerosi presenti. Fra bandiere e vessilli multicolori del Corteo Storico della Messa del Tallero, oggi Via Bini ha ospitato anche i tanti striscioni del Coordinamento dei Comitati a difesa dell’Ospedale San Michele, un'iniziativa di protesta a cui ha aderito anche il comitato della Cittadinanza attiva per la difesa dell’Ospedale di Sacile. Alcuni degli slogan recitavano: "Serracchiani funesta, all'ospedale San Michele non farai la festa", "Alto Friuli: un solo pronto soccorso, a voi la responsabilità", fino ai taglienti: "1976: sisma in Friuli, 2014: Serracchiani-Telesca”, "Renzi portatela a Roma" e “Serracchiani: meno partito, più Friuli”.

La scheda dell’Ospedale San Michele, deliberata dalla giunta regionale, sancisce l’azzeramento dei suoi attuali 74 posti letto e il parere del ministero nega la dicitura di presidio ospedaliero, mettendo la parola fine alle false promesse. In particolare, i cittadini contestano la soppressione del P.S- Area di Emergenza e dei 50 posti/letto di Medicina, denunciando che rimarrà solo l'ospedale tolmezzino in tutto l'Alto Friuli.  
“Il nostro sdegno è enorme, perchè, arrogantemente, nessuno dei nostri amministratori regionali ha partecipato al Tallero. Questo non era mai successo prima: ci sentiamo offesi. Se la riforma sanitaria garantisce il bene di noi cittadini, perchè nessuno ha avuto il coraggio di presentarsi e mostrare la faccia? Forse perchè stanno venendo a galla le bugie che sono state sbandierate in questi mesi?  "Ci ha addolorato, inoltre, il fatto che il nostro arciprete nella sua omelia non abbia toccato il tema dell'ospedale, quando decine di persone davanti al Duomo sostenevano i nostri striscioni”.
La lotta dei Comitati, ormai ventennale, non si fermerà al 6 Gennaio. Altre iniziative sono in cantiere e una sarà eclatante, mettendo in luce un aspetto che furbescamente la Giunta regionale e la sua maggioranza hanno volutamente ignorare. La gente, che oggi ha sostenuto con calore la protesta, non è più disposta a subire passivamente tutto quello che i governanti ci propinano e inizia a alzare la testa. Il Friuli ha subito molte invasioni  di  “visitors“ e alcuni terremoti devastanti nella sua storia, ma ha saputo reagire e risollevarsi. Le Giunte passano, ma la Regione resta. La battaglia quindi continuerà fino alla equa e condivisa revisione della legge."

SPS aggiunge la coraggiosa presa di posizione di Mons. Livio Carlino, arciprete di Cividale, che già in agosto era intervenuto su LaVitaCattolica.it e che ha ribadito durante la Messa dello Spadone del 6 gennaio 2015. Ecco la Chiesa che sa far sentire la sua voce al di sopra delle parti....

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Gennaio 2015 14:37
 
Articoli correlati :

» Parcheggi ROSA ... cercasi

Nello stile di SPS, cioè pazienza tanta che tanto tutti i nodi vengono al pettine su segnalazioni che ci danno ragione, ... ecco che tocca tornare sulla Una questione che era destinata a non andare oltre il solito annuncio di questa amministrazione...

» Sanità: noi "come in Ighilterra", ma non c'è nulla di buono

Sarà stato destino? Sarà stato un caso? Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi? Chissà, sta di fatto che oggi, 14 gennaio 2014, sulla stampa locale il direttore generale della nostra AAS5, Giorgio Simon, in riferimento al provvedimento di...

» nuovo dubbio sul PPI?

A SPS sorge un nuovo dubbio sul futuro dell'ex Pronto Soccorso, oggi (ma!) PUNTO di PRIMO INTERVENTO:dal momento che nella Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Ministeriale n.70 del 2.4.2015 nel quale è scritto che "LA FUNZIONE DEI PPI...

» ultimo pezzettino per la ciclabile Tarvisio - Gemona!

Ultimo pezzettino: ecco i pochi chilometri ancora mancanti tra Resiutta e Venzone. sta per essere unita in un percorso unico almeno fino a Gemona: è infatti percorribile da Tarvisio a Resiutta - attraversando anche i tunnel storici tutti...

» Sacile si adoperi per il ripristino della linea Sacile-Gemona

E' stata appena pubblicata la notizia della presentazione ai Sindaci dello studio di fattibilità per l'eventuale ripristino della linea ferroviaria Sacile - Gemona.Ora aspettiamo di leggere che il nostro Sindaco (che pure aveva preso parte alla tra...

» La perseveranza dei cittadini di Gemona

Comunicato stampaEsposto dei comitati gemonesi alla procura della Corte dei conti contro la chiusura dell'unico ospedale antisismicoTRIESTE Questa mattina (martedi 28 aprile 2015) una delegazione del coordinamento dei comitati a difesa dell'ospedale...

» e come sempre "aver ragione" ha sapore AMARO

La stampa locale di oggi, 7 marzo 2015, dà per praticamente certa la perdita dei 10 posti letto di riabilitazione intensiva. Migrerà verso Pordenone.Ecco la conferma amara di quanto avevamo. Perchè, come sempre, SPS non spara giudizi sommari, ma...

» La Lega "innocente" e la Legge reg.13/95

Pubblichiamo il seguente contributo alla discussione sulla Sanità, per ricordare che ... pochi si possono proclamare innocenti relativamente alle sorti, tra le altre, dell'Ospedale di Sacile:Fasola, eletto tra le fila della Lega, entra in giunta...

» Pronto Soccorso completamente rinnovato!...dove?

Beati, ancora una volta, i cittadini di Trieste: da lunedì 1 dicembre 2014 possono avere nuovamente a disposizione il secondo Pronto Soccorso della loro città, completamente rinnovato nei suoi 600 metri quadri. Appartiene all'Ospedale Maggiore, il...

» la "riconversione" dell'ospedale di Sacile

Giusto per essere chiari, ecco quanto riporta la nuova Legge reg. "Riordino dell’assetto istituzionale e organizzativo del Servizio sanitario regionale e norme in materia di programmazione sanitaria e sociosanitaria" approvata il 2 ottobre...