Sacile Partecipata e Sostenibile

Comunicato del dott. Mario Canciani sui roghi epifanici PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Dicembre 2016 20:17

FUOCHI TRADIZIONALI E  SALUTE

"L'inquinamento atmosferico è ormai riconosciuto come il "big killer", una delle principali cause di malattie non solo respiratorie e tumorali, ma anche cardiovascolari. Le polveri sottili e specialmente ultrasottili riescono a passare dalle vie respiratorie al sistema cardio-circolatorio, producendo un’ infiammazione cronica della parete dei vasi, che è causa poi della formazione di un trombo e/o di un embolo, che porta a infarti, ictus o emorragia cerebrale, poiché la parete dei vasi sanguigni viene indebolita e finisce per rompersi.  Secondo alcune formule in uso tra gli epidemiologi, con i valori abituali di inquinanti, a udine, che conta 100.000 abitanti, si registra una riduzione dell’aspettativa di vita di circa un anno, con circa 2 decessi al giorno più dell’atteso.

Come evidenziato dai nostri studi HESE ed HESEINT dell'Unione Europea e CCM del Ministero della Salute, i PAC (Piani di Azione Comunale) per ridurre i picchi di inquinamento sono ininfluenti sulla salute. Tali misure possono essere utili per una maggiore coscienza della popolazione sul problema: per essere efficaci dovrebbero riguardare tutta la Regione, o ameno la fascia più inquinata e popolata, quella della pianura e della collina e del confine con il Veneto.

Il problema si pone particolarmente nei giorni dell'Epifania, quando gli sforamenti raggiungeranno quote elevatissime, anche di 4 volte il massimo consentito dalla legge e che persisteranno elevati per diversi giorni,  come abbiamo evidenziato negli scorsi anni con le nostre strumentazioni, a causa dei fuochi considerati tradizionali.

Si tratterebbe perlomeno di limitare questi fuochi, che tra l'altro non hanno neanche una vera giustificazione storico - culturale, perlomeno nel modo in cui vengono allestiti ora: un tempo infatti tali fuochi erano di dimensioni molto limitate, ed erano composti principalmente da paglia, stoppie ed erba secca, poiché la gente non poteva permettersi di sprecare risorse bruciando legna o altri combustibili.

E’ prevedibile che quest’ anno la situazione sia particolarmente critica, viste le condizioni atmosferiche caratterizzate da bel tempo protratto, inversione termica, alte temperature diurne e mancanza di precipitazioni, tutte  sfavorevoli per la salute, le quali predispongono al ristagno degli inquinanti e soprattutto delle temute polveri sottili e ultrasottili.

I picchi registari da noi e anche dall’ ARPA regionale indicano che il problema non è solo al momento del fuoco ben visibile: i falò possono continuare ad ardere molto a lungo e con una temperatura della fiamma particolarmente bassa, continuando in questo modo ad emettere sostanze inquinanti in un momento, la parte centrale della notte, nel quale l’atmosfera favorisce il ristagno degli inquinanti e questi, una volta rilasciati in atmosfera, possono persistervi molto a lungo."

Mario C. Canciani, MD
Head, Allergology and Pulmonology Unit
Paediatric Clinic
Policlinico University Hospital
P.le S.M. Misericordia, 15
I-33100 UDINE Italy

Ultimo aggiornamento Sabato 31 Dicembre 2016 19:56
 
Articoli correlati :

» Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo?

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle )?!Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei...

» terra dei fuochi ... friulana doc

21 settembre. Una bellissima giornata tersa dopo due settimane di pioggia. Un bel tepore. La natura non ancora autunnale si presenta alle 17.15 nei suoi colori più belli.Eppure...Eppure, ecco lo spettacolo che si presenta alla rotondina che dalla...

» una decisione di grande responsabilità - complimenti alla Proloco di Sacile

Complimenti alla decisione della ProSacile! Una decisione quasi "storica" quella di rinunciare all'allestimento del falò epifanico, ma segno di grande grandissima responsabilità. Lanciamo l'appello a moltiplicare questa rinuncia presa in...

» SPS lancia le "U.T.A"!

Visto il dubbio successo delle UTI noi proponiamo intanto qualcosa di più utile alla salute della cittadinanza: le UTA = Unioni Territoriali Ambientali.Nulla vieta infatti che i Sindaci (responsabili DELLA SALUTE e non certo delle tradizioni!) si...

» centralina di rilevazione inquinamento o ... frullatore?

Sarebbe troppo facile far notare l'ennesima segnalazione di SPS rivelatasi fondata.NO, quello che svilupperemo in questo articolo è la vicenda degli annunci, dello spostamento, dei tempi e del funzionamento, o meglio, del non-funzionamento (e...

» I dati dell'ARPA "in tempo reale"

Incredibile, o forse nemmeno tanto: Da lunedì 28 settembre a lunedì 5 ottobre non appare nel sito dell'ARPA alcun dato sui valori di inquinamento da Biossido di Azoto e da particelle sospese di PM10!Più che l'inquinamento dissolto al vento si...

» il PAC e la margherita

Il Piano di Azione Comunale contro l'inquinamento non ha maggior effetto di quello di sfogliare una margherita.Solo che invece di "m'ama non m'ama" possiamo recitare "brucio non brucio": infatti un giorno si levano dal nostro territorio svariate...

» a metà gennaio solo 4 giorni senza sforamento di PM10!

Come ben si vede, alla faccia di chi si ostina a dire che non influisce, ecco come i botti della notte di Capodanno hanno portato il PM10 da 38µg/m3 del 31 dicembre a 54 e 62 dei primi due giorni del nuovo anno.Purtroppo inequivocabile senza...

» la "riconversione" dell'ospedale di Sacile

Giusto per essere chiari, ecco quanto riporta la nuova Legge reg. "Riordino dell’assetto istituzionale e organizzativo del Servizio sanitario regionale e norme in materia di programmazione sanitaria e sociosanitaria" approvata il 2 ottobre...

» dove le strade statali si ... restringono

Arnoldstein.Secondo Comune dopo il valico di Coccau.Comune fino al quale arrivava la .Da questa estate si arriverà direttamente fino a Villacco: sì, perchè il successo, già notevole, del traffico su due ruote, sta vertiginosamente aumentando in...