Sacile Partecipata e Sostenibile

comunicato della Rete Mobilità Nuova FVG PDF Stampa E-mail
Sabato 08 Novembre 2014 21:11

Come vedete SPS ha precorso i tempi già con il programma delle elezioni del 2009, riproposto nel 2014 come uno dei tre punti irrinunciabili per far parte della coalizione ed ampiamente esposto in numerose conferenze (anche fuori Sacile).
Ora siamo felici di vedere che questo tema si stia diffondendo e siamo convinti sostenitori di quanti abbiano capito ed abbiano onestamente a cuore la riconquista di città vivibili.
Pubblichiamo perciò di seguito il comunicato seguito all'incontro di alcuni rappresentanti di RMN-FVG avuto in regione (e ricordiamo bene che il centro sinistra aveva promesso in campagna elettorale fondi per città a 30km/h!):

"Troppi i morti sulle strade, più fondi per città slow.
Prevedere nella prossima finanziaria regionale contributi ai Comuni per la realizzazione di strumenti utili a moderare la velocità, ma anche zone con limite di 30 km/h e percorsi casa-scuola, è quanto hanno chiesto giovedì 6/11 alla IV Commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia i rappresentanti di Rete Mobilità Nuova FVG, alla quale aderiscono una serie di associazioni regionali: coordinamento FIAB (Federazione italiana amici della bicicletta), Legambiente, ACP (associazione culturale pediatri), ISDE medici per l'ambiente, WWF Italia, AIFVS associazione italiana familiari e vittime della strada, UISP FVG (Unione italiana sport per tutti).

L'obiettivo è innanzittutto di diminuire drasticamente il numero di morti e di feriti sulle strade della nostra regione (nel 2012 sono stati registrati 84 morti e migliaia di feriti; Trieste, con 682 incidenti e 11 morti, è terza la città più pericolosa d'Italia dopo Napoli e Catania), ma per farlo bisogna aumentare la sicurezza, tenendo in considerazione che la maggior parte degli incidenti si verificano in aree urbane. Da qui l'importanza di sviluppare quel concetto di living street che fa andare oltre l'idea di strada come corridoio di traffico e che introduce prospettive di riqualificazione urbana in grado di mettere in sicurezza le utenze più deboli (pedoni e ciclisti, anziani e bambini).
La riduzione della velocità, fissando il limite di 30 kmh nelle zone residenziali, porta a un dimezzamento del numero di incidenti gravi e mortali. Se a ciò si aggiungono altri accorgimenti come dissuasori, plateau, chicane, restringimenti delle carreggiate, rotatorie, tutti debitamente segnalati, ecco che la sicurezza nelle zone particolarmente sensibili, come quelle in prossimità di scuole e asili, viene portata a livelli molto più alti, anche perché la velocità del traffico si riduce drasticamente.
Limitare morti e feriti significa anche produrre significativi risparmi sul versante sanitario: l'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che la spesa sanitaria in Friuli Venezia Giulia legata agli incidenti stradali sia di 25,5 milioni di euro; dal punto di vista ambientale viene ridotto l'inquinamento; per quel che riguarda la qualità della vita si creano migliori condizioni per la mobilità pedonale e ciclabile. E dal punto di vista sanitario, mettendo in sicurezza le aree scolastiche e i percorsi casa-scuola si favorisce la mobilità dei bambini, un modo per combattere l'obesità infantile, che è un grave problema sanitario dei nostri tempi.
Questi obiettivi - è stato sottolineato in conclusione - sono previsti sia dal Piano nazionale che dal Piano regionale della sicurezza stradale: ora spetta all'Amministrazione regionale fare la sua parte cercando gli strumenti più idonei per rendere possibili queste cose."

Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Novembre 2014 18:13
 
Articoli correlati :

» No NEMO??? ahi ahi ahi

Sempre in tema di NON adesione: non mi pare ad oggi di aver sentito annunciare che Sacile ha aderito al e che è stato varato nel giugno del 2017 dalla regione FVG.Il progetto è finanziato dal programma europeo Horizon 2020 e mira allo sviluppo...

» Capriole, salti mortali e tripli avvitamenti della Lega sacilese

Una cosa è certa: seguendo il solco del solito vecchio modo di far politica - criticato ma poi sempre premiato dagli elettori - la Lega sacilese non disdegna nemmeno la triste strategia di mettere uno contro l'altro i cittadini dello stesso...

» Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo?

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle )?!Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei...

» no volontà, no idee, no proposte, no progetti = no finanziamenti

"Se tutto va bene contiamo di partire con i lavori per la nuova scuola nel 2018." Aveva annunciato il Sindaco di Sacile nell'assemblea territoriale del dicembre 2015 a San Giovanni del Tempio, quando era venuto a perorare la causa dell'accorpamento...

» La proposta progettuale di SPS per il Pujati

Manca poco allo scadere dell'anno scolastico e, come vi abbiamo detto già nella nota al nostro primo articolo sull'argomento, quello che ci avrebbe preoccupato più dello spostamento "temporaneo" di alcune classi del Pujati nella vecchia sede della...

» Alloggi per anziani autosufficienti a S.Odorico

Cosa fare della scuola di S.Odorico? Un bel complesso di alloggi per anziani autosufficienti.Ecco cosa SPS propone una volta (e sarà luuuuunga) che davvero davvero sarà completata in muratura e non a parole la nuova scuola di S.Odorico. Speriamo...

» nuovo bando per "Scuole Innovative" ... ci saremo?!

Si legge nel sito del MIUR: "Al via il concorso di idee per la progettazione e la realizzazione di 52 # grazie allo stanziamento di 350 milioni di euro, previsto dalla legge ‘Buona Scuola’. Il bando è stato illustrato il 5 maggio al Ministero...

» Sacile spicca per ... decessi

Quando ci dicono in una statistica che "l'Italia è ai primi posti nella classifica per ..." da molti anni ormai non ci aspettiamo nulla di buono. Pare ora che anche per Sacile sia così.Infatti nei dati disaggregati per singoli comuni della ricerca...

» Proviamo una volta tanto ad ottenere un finanziamento?!

Proviamo.Dopo aver inutilmente perorato tante cause, mai accolte da questa amministrazione, non ci scoraggiamo di certo, anzi, oggi ve ne presentiamo una nuova nella forma anche se non nel contenuto, perchè è in linea con l'impegno di SPS in tema...

» triste ritornello: il Comune di Sacile sempre ...fuori

Fuori dai primi posti entro i quali ricevere il finanziamento , fuori dai fondi PISUS, fuori dal (assegnazione solo a fine 2015, vedremo ora quanto tempo passerà per la concretizzazione!) e ora fuori dal primo finanziamento per i progetti di...