Sacile Partecipata e Sostenibile

Dove metto la VETRORESINA??? PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Settembre 2019 16:53

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.
Perchè?
Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti “speciali”, ma nessuno dei tuoi assessori all'ambiente si è preoccupato nè di informarti nè di trovare soluzioni.
Succede così per la VETRORESINA:
La storia di questo materiale di fatto riguarda principalmente il grande cambiamento avvenuto dopo gli anni '50 che ha rivoluzionato la produzione nautica con il pasaggio dalla costruzione di scafi in legno a scafi in vetroresina, materiale decantato per resistenza, elasticità, leggerezza e convenienza. Perciò per oltre mezzo secolo i cantieri hanno immesso nel mercato migliaia di tonnellate di vetroresina, un composto formato da fibra di vetro e resina.
Ci si è però accorti infine di un problemino simile all'amianto, per cui la vetroresina è diventata un rifiuto speciale da sottoporre obbligatoriamente a un costoso processo di smaltimento.
E non è un problemino da poco. Si stima che in Europa  siano oltre 6 milioni le imbarcazioni di vetroresina e lo smaltimento costa come minimo 16.000 euro per una imbarcazione di 15 metri.
Soluzione???
Beh, cari lettori, immaginate.....
Abbandonare, soprattutto imbarcazioni piccole, in qualche canneto di laguna, lungo i fiumi, o in qualche campo di rovi.

Io però non possiedo alcuna elegante imbarcazione in vetroresina, possiedo purtroppo un semplice  pezzo usato anni fa dai miei genitori per riparare dalle piogge forti le finestre della cantina. Ma il problema è lo stesso: si tratta di un rifiuto speciale dagli alti costo di smaltimento e che non tutte le aziende di raccolta possono acettare.

Così è per Sacile.

Diligentemente mi ero recata per il conferimento del mio piccolo rotolo di vetroresina alla piattaforma ecologica, ma ho dovuto giustamente riportarmelo a casa. Telefonando poi al centralino di Ambiente Servizi mi hanno informata che loro non possono ritirarlo.


Dunque???
Che fa un cittadino virtuoso che non intende rompere a pezzetti quei pochi metri e ficcarli nel bidone del secco?

Chiedo all'assessore all'ambiente di attivarsi tramite AS contattando innanzitutto una azienda che possieda i codici per smaltire questo tipo di rifiuto speciale, di comunicare alla cittadinanza le particolarità di questo tipo di smaltimento e infine di trovare una modalità per permettere a chi ha in casa pochi pezzi di vetroresina di effettuare, magari in una determinata data, un conferimento collettivo. Se possibile anche, sempre tramite AS, unire al calendario del 2020 un semplice foglio sul quale siano elencati TUTTI i rifiuti speciali e le modalità di smaltimento, eventuali elenchi di contatti aziendali compresi.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Settembre 2019 10:30
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...