Sacile Partecipata e Sostenibile

e come sempre "aver ragione" ha sapore AMARO PDF Stampa E-mail
Sabato 07 Marzo 2015 18:22

La stampa locale di oggi, 7 marzo 2015, dà per praticamente certa la perdita dei 10 posti letto di riabilitazione intensiva. Migrerà verso Pordenone.

Ecco la conferma amara di quanto avevamo temuto e detto pubblicamente ben due anni fa. Perchè, come sempre, SPS non spara giudizi sommari, ma si documenta. Lo avevamo non "previsto" alla Cassandravia - come taluni usano attribuirci per screditarci - non con delle "visioni", ma con la ricerca di informazioni nero su bianco studiando e confrontando (come ognuno di voi può fare) con quanto nei piani delle performance, nei piani attuativi ospedalieri, nelle schede tecniche, ecc. riguardava sia Sacile sia altre strutture.
Certo che siamo un pò looooooooontani dalla meravigliosa previsione dell'allora amministrazione di centro-sinistra, e cioè che saremmo diventati "come Motta di Livenza".
E siccome la tecnica della brutta politica è sempre quella di non rispondere alla domanda diretta, ma di fare una promessa ancora più roboante per deviare

l'attenzione, ci era stato poi promesso, durante uno degli incontri avuti con i vari Direttori Generali susseguitisi nel tempo, che avremmo addirittura avuto posti letto per "stati vegetativi o di minima coscienza".
Promesse, come quella della "pediatria di gruppo", scioltesi come neve al sole ancor prima dell'inizio della primavera. Sempre dalla stampa di oggi pare ora che due Pediatri si aggiungeranno ai di medici di medicina generale. Se così finalmente fosse, speriamo che vi sia una grande attenzione nell'allestimento dei locali per i piccoli pazienti: è fuori dubbio che dovrà trattarsi di un ambiente accogliente e colorato come han saputo fare in Pediatria a Pordenone!

Per quanto riguarda poi l'annuncio che una delle sfide del futuro sarà la popolazione sempre più anziana, leggi cronicità, leggi multiproblematicità, vediamo già i primi esiti a Maniago: non si sa dopo quanto tempo si riuscirà ad ottnere una presatazione di riabilitazione: Da settembre 2014 non è stato - non aggiunto! - ma rimpiazzato un fisioterapista. Per cui si deve dare risposta innanzitutto agli "acuti" (beh, certo) e si chiede di pazientare i "cronici", cioè quelli con patologie degenerative legate all'età. Cioè ..... gli anziani.
Ma guarda un pò...

Di certo è solo che possiamo definitivamente mettere una pietra sopra al nostro futuro di grande polo riabilitativo simil-Motta di Livenza.

Ultimo aggiornamento Domenica 08 Marzo 2015 20:14
 
Articoli correlati :

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...

» La storia finita del finanziamento per le ciclabili

Dal 3 aprile 2018 molti Comuni hanno inviato le richieste di ammissione al , il progetto del Credito Sportivo in collaborazione con Anci e Federciclismo che prevedeva la possibilità per i Comuni italiani di ottenere una buona possibilità di...

» Sui DUE sottopassi...mettiamo le mani avanti

Mettiamo le mani avanti su entrambi i sottopassi di Sacile: sia per il sottopasso interno alla stazione con il suo SEMPLICE PROLUNGAMENTO, sia per quello che si staglia in un lontano orizzonte in sostituzione delle sbarre di viale Lacchin.Per il...