Sacile Partecipata e Sostenibile

e dai con la sicurezza, o meglio, con la memoria corta dei cittadini PDF Stampa E-mail
Domenica 05 Marzo 2017 18:22

Abbiamo letto le dichiarazioni del Presidente del Consiglio, Marco Bottecchia.
Sempre uguale la Lega. Nel 2017 ancora campagna elettorale con la "sicurezza",nonostante i fallimenti!
Bottecchia afferma che per la sicurezza "va potenziato l'organico delle Forze dell'Ordine".
Bene. Potremmo essere d'accordisssssssimo.
Peccato che da anni è proprio anche grazie alla Lega che questo non avviene, perchè la Lega ha bisogno di buttare i soldi in baggianate varie per tenere sempre caldo l'argomento. Magari proprio causando la debolezza nelle gestione della sicurezza.....perchè quando si trattava di aumentare proprio gli organici cosa rispondeva Maroni?

All'interrogazione parlamentare che aveva fatto nel 2010 l'On. Manlio Contento l'allora Ministro degli Interni Maroni rispondeva che in provincia di Pordenone non c'era bisogno di rinforzi perchè i dati dicevano chiaramente che i reati erano diminuiti del 7,46%. Erano ancora in giro i “pattuglioni misti”, voluti nel 2009  insieme all'allora Ministro della Difesa La Russa, nonostante fossero stati subito contestati da TUTTE le organizzazioni sindacali di Polizia che avevano definito il provvedimento “soldi buttati”per i costi di gesitoni troppo alti rispetto alla reale efficacia. L'UGL aveva subito definito i pattuglioni (inizialmente operativi 24 ore, poi dalle 7.00 all'una di notte) solo “un doppione inutile che non serve a nulla, se non a sperperare denaro pubblico”. Come poi si è dimostrato.
Ma La Russa e Maroni dovevano pur spartirsi un pò di interventi sulla “sicurezza”....no? E così, i fondi che avrebbero potuto andare alle Forze dell'Ordine son stati spesi per due inutili anni di fumo negli occhi ai cittadini.
Infatti quali son stati i risultati dopo UN ANNO???

Udite udite, leggete leggete: tre o quattro arresti di stranieri che non avevano ottemperato al foglio di via, diverse identificazioni e un pò di controlli su automezzi. Che robona...!!! Eclatante invece il costo: 150.000 Euro. Soldi che avrebbero potuto esser investiti invece per un equipaggio di volanti  in più sul territorio. O magari per pagare gli straordinari alle Forze dell'Ordine. Magari anche la benzina e la manutenzione dei veicoli.
Ma c'è di meglio in campo politico-amministrativo leghista.
Nel 2009 tutto il fervore leghista ruota attorno alla famosa legge regionale n°9 sulla sicurezza varata in aprile dall'assessora Federica Seganti. Ebbene, proprio da Roma, proprio dal Ministro degli Interni Maroni, arriva l'altolà.
Il Governo Berlusconi infatti la impugna davanti alla Corte Costituzionale lamentando invasioni di campo a danno dello Stato e dei Comuni. Vi risparmiamo qui l'elenco dei punti, vi diciamo solo che comprendono, guarda caso, i famosi Volontari e le Ronde. Lasciate solo che citiamo, perchè è davvero troppo simpatico ricordare da che pulpito veniva la predica, che NARDUZZI (sì, proprio quello in seguito condannato a risarcire la regione, cioè noi cittadini!) aveva chiesto per i rondisti il requisito di “incensurati”.
Nel frattempo i soldi per la sicurezza in regione vanno calando, da 18 milioni nel 2008 a 13 nel 2009 per planare a UNO nel 2010 e atterrare a 885.000 Euro per il riparto Sicurezza nel 2012.
E le Ronde??? A settembre del 2010 UNA sola intanto attiva in Veneto. Intervistato il Ministro Maroni non sa in effetti quante ce ne siano. E alla fine sono cancellate, perchè era ovvio fin dall'inizio che nessun Ministro poteva tollerare che semplici cittadini potessero assumere ruoli deputati alle Forze dell'Ordine.
Anni sprecati in chiacchiere e soldi.
Un vero successo.
E intanto gli agenti della Questura di Pordenone, già carente di organico, vengono mandati in giro per tutta Italia dal Ministero dell'Interno, cioè sempre Maroni, per vigilare negli stadi o alla mostra del cinema o al presidio TAV in Piemonte.
Nel 2011 la Lega che governa a Sacile nel centro destra, fa sparire quello che avrebbe potuto diventare un appuntamento annuale di pregio per la nostra città: il forum della Polizia Municipale. Un gran peccato.
Arriva finalmente l'ultimo giro dei pattuglioni misti: il 22 luglio 2012 cessano servizio. L'assessora regionale Seganti sta ancora insistendo sulla Polizia Municipale ARMATA (come il nostro assessore Fundarò), mentre il Sindacato di Polizia denuncia che non ci sono nemmeno i soldi per esercitarsi adeguatamente nei poligoni che avrebbero bisogno di adeguamenti, che non hanno benzina, che l'età media dei veicoli e degli uomini è da casa di riposo, che a Pordenone sono da due anni senza medico e che perdura la situazione di sotto organico.

Ma che importa la realtà dei fatti. Per fare campagna elettorale non si chiede ai cittadini memoria, non si chiede loro di analizzare discutere e valutare nel tempo scelte politiche, no, si chiede.... creduloneria.

E così... via all'inventiva: dalla "sicurezza partecipata" al "vigilante di quartiere", al "controllo di vicinato", dall'albo "regionale dei volontari per la sicurezza" al "gruppo sicurezza What's App".
Attendiamo la prossima idea.
Sì, perchè noi di SPS in questo campo non abbiamo fantasia.
Noi siamo sempre stati noiosamente fermamente convinti che la sicurezza si fa con convinto senso civico e con Forze dell'Ordine adeguate al meglio per numero di organici, strumentazione, equipaggiamanto e riconoscimento di carichi di lavoro .

Ultimo aggiornamento Martedì 07 Marzo 2017 19:04
 
Articoli correlati :

» cantiere bloccato: Esposto al Prefetto

Gioie e dolori (più spesso i secondi) del "project financing" e dei "raggruppamenti temporanei".Lo stato di abbandono e di degrado in cui versa da agosto il cantiere destinato alla costruzione della prima della serie di centraline idroelettriche su...

» Ci risiamo: l'amministrazione distratta sulle nuove norme

Ci risiamo. Dopo aver per anni negato in tutti i modi il dovuto rimborso per la depurazione, ora l'amministrazione sacilese DEVE affrettarsi a convocare la commissione competente per adeguare il Regolamento Edilizio al nuovo D.Lgs.48/2020. E...

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...