Sacile Partecipata e Sostenibile

Esposto alla Procura per l'inquinamento PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Gennaio 2013 17:56

Incredibile e terribile superamento di ogni triste record sacilese: il 6 gennaio siamo sprofondati in una nube tossica di ben 185 µg/m3!!! Abbiamo superato di ben 40µg la stessa Pordenone!

Ringraziamo, soprattutto da parte dei nostri bimbi e degli anziani, l'Azienda Sanitaria, il Prefetto di Pordenone e tutti i Sindaci. Sarebbe doveroso che a fronte di questo vero e proprio attentato alla salute pubblica, che nei prossimi giorni non si risolverà, tutti si dimettessero.
Siamo grati e riportiamo di seguito l'esposto del dott. Vanni Tissino relativo alla mancata tutela della salute in seguito allo sforamento di PM10 nelle ultime due settimane:

Alla Procura della Repubblica - Tribunale di Pordenone

Oggetto: esposto per l'accertamento dei reati di omissioni atti d'ufficio e inquinamento dell'aria.

Egregio Procuratore,
da settimane i signori sindaci della nostra provincia sono a conoscenza della presenza di inquinanti nell'aria superiori ai limiti fissati dalle leggi.
Analogamente, gli stessi primi cittadini sono stati sensibilizzati dal Prefetto di Pordenone sui potenziali rischi rappresentati dalle accensioni dei c.d. "falò".
Ciononostante non sono intervenuti (e se lo hanno fatto ciò è avvenuto in modo del tutto inefficace) per evitare che l'accensione dei "falò" non determinasse il prospettato inquinamento dell'aria, rendendola per moltissime ore irrespirabile, con il notevole superamento dei parametri di legge e le note conseguenze per la salute pubblica.
Per quanto attiene agli attori della preparazione delle pire, va richiamata la normativa relativa allo smaltimento di rifiuti.
In tal senso, è utile il richiamo alle ipotesi di reato a loro carico individuate nell'articolo del dott. Santoloci che allego come parte integrante di questa comunicazione.

Ciò esposto, chiedo alla S.V. di voler verificare ipotesi di reato a carico:
- dei sindaci e di ogni altra autorità pubblica avente competenza nella salvaguardia del primario bene della salute pubblica per non aver impedito l'avvelenamento dell'aria derivante dall'accensione dei falò;
- dei materiali autori della realizzazione dei falò per eventuali reati connessi all'illecito smaltimento di rifiuti (inclusi quelli agricoli) e
molestia nei confronti della cittadini per l'emissione in atmosfera di inquinanti.

Resto in attesa di un cortese cenno di riscontro in ordine al presente esposto e mi riservo di inviare ulteriore documentazione in supporto dello stesso.
Distinti saluti.
dott. Vanni Tissino

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Gennaio 2013 14:23
 
Articoli correlati :

» Presidio per la Sanità Pubblica il 30 novembre

Mercoledì mattina, 30 novembre, davanti a diverse strutture sanitarie pubbliche del nostro territorio, il Comitato Salute Pubblica Bene Comune (!) organizza dei presidi con volantinaggio. L'iniziativa segue la petizione con quasi 18.000 firme dei...

» Nessuna risposta dopo un mese per S.Giovanni d.T.

Purtroppo siamo alle solite. Finché si tratta di generiche promesse tutto è facile, ma quando si chiedono informazioni precise la risposta è fin troppo spesso il silenzio nella speranza che i cittadini si dimentichino.La promessa di sistemazione...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il risveglio tardivo della Lega pordenonese

Un pò nella tradizione della facilità con cui si possono, il 23 gennaio leggiamo sulla stampa che Sindaci e amministratori della Lega del Friuli occidentale hanno incontrato il Presidente della regione, Fedriga, per “sancire il filo diretto tra...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» Risposta Prefetto alla mancata modifica dei Reg. Edil.

Riporto di seguito la risposta pervenuta dalla Prefettura di Pordenone da parte di molte amministrazioni comunali del D.Lgs. 257/16.Vi faccio notare che questa volta il Prefetto è andato oltre la risposta meramente formale. Si legge chiaramente (vi...

» Esposto al Prefetto sul mancato recepimento del DLgs257/16

Avere rispetto delle Istituzioni porta purtroppo a meravigliarsi ogni qualvolta ci si accorge che gli obblighi di Legge restano tranquillamente inapplicati. Così è stato anche a Sacile, ad es. per quanto riguardava l' (finalmente promosso sei mesi...

» I risultati delle "riforme" nel lungo periodo

Ecco il risultato nel lungo periodo della "riforma Serracchiani". Nel lungo periodo sottolineo. Quindi ormai nessuno può dire che eravamo "nostalgici e prevenuti" e che "negli anni si vedranno i risultati".Di solito questi titoli, che già dovevano...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...

» Esposto al Prefetto sulla passerella della Denis Zanette

AL PREFETTO di PORDENONE p.c. AL SINDACO DI SACILE Sacile, 02/07/2019Oggetto: Passerella in legno come barriera architettonicaIll.mo sig. Prefetto,Con la presente intendiamo esporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Recentemente nel Comune...