Sacile Partecipata e Sostenibile

furti di oggetti ancora funzionanti presso la piattaforma ecologica??? PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Maggio 2014 16:02

Quanto sta succedendo alla piazzola ecologica dà ancora una volta ragione a quanto sostiene e propone da tempo SPS.
La nostra convinta necessità di perseguire la “visione rifiuti Zero” è in stretta relazione con la tipologia di furti evidenziata alla piattaforma ecologica: Beni ancora in qualche modo usabili, ancora parzialmente funzionanti, a volte solo obsoleti perchè buttati da un maniaco dell'ultima tecnologia; oggetti e vestiario che han magari bisogno solo di una bella ripulita.
Se a ciò aggiungiamo i tempi di crisi, ecco che l'obiettivo di chiudere il ciclo dei rifiuti con uno scarto sempre più ridotto, fino al recupero totale, dimostra la sua ragione.
Tra le possibilità che diversi Comuni virtuosi stanno sperimentando, c'è infatti lo sviluppo di centri/officine del riuso, della riparazione, dello scambio/donazione  per mezzo di vetrina on line. Una possibilità per rimettere in gioco capacità professionali e artigianali, creare qualche nuova possibilità di lavoro mettendo insieme competenze ed esperienze diverse, aggregare persone che hanno voglia di dimostrare quanto funzionante possa essere ancora un apparecchio se solo la mente e la mano giusta sanno sostituire un pezzettino, a sua volta recuperato da un'altra parte, sviluppare abilità legate all'inventiva e alla manualità.
Nulla è impossibile, se davvero ci si mette d'impegno a costruire altri scenari.

E, come spesso è accaduto, l'avvio di piccole pratiche si può poi espandere e trasformare in nuove possibilità lavorative. Esattamente come è successo con i primi esperimenti di riciclo, da noi piuttosto in ritardo rispetto al Nordeuropa, dei primi anni '90.
Quanti scettici, pensate, solo 20 anni fa.
Quanti posti di lavoro oggi.

La filosofia che si sta espandendo anche nel nostro paese, ad es. tramite i primi "Festival del riuso", come quello di Prato. Secodno gli organizzatori "Un design sul riuso e il riciclo permette un notevole risparmio in quanto utilizza al minimo le materie prime, allunga la vita dei materiali, riduce l'utilizzo di energia ed elimina gli sprechi. Reinventare e realizzare oggetti, capi d'abbigliamento con nuove destinazioni d'uso, un remake, attraverso il riciclo di questi oggetti ormai considerati in disuso o destinati alla discarica.  Vivere in modo consapevole: non gettar via tutto quello che abbiamo, ma provare a ripararlo, riutilizzarlo, reinterpretarlo, modificarlo, personalizzarlo, scambiarlo, adattarlo, regalarlo... dargli una seconda chance. Gli spazi di "officina giovani", riqualificati e convertiti, oggi acquisiscono importanza dal punto di vista sociale e assumono un ruolo fondamentale nello sviluppo di un identità creativa all'interno della nostra città, trasformandosi in luoghi di scambio e ricerca artistica. Passato e presente dialogano perfettamente, gettando un ponte tra ciò che è stato e ciò che è."

Ecco perchè SPS sostiene l'adesione alla "Rete Rifiuti Zero” che, tra le altre strategie, prevede proprio un forte impulso alle più varie modalità e più nuove strumentazioni per recupero, riparazione e riuso.

Per quanto riguarda poi il fatto specifico dei furti, beh, ne risponda la Lega che aveva giocato la sua campagna elettorale del 2009 proprio sulla sicurezza.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Maggio 2014 12:33
 
Articoli correlati :

» Il Prefetto risolve l'attesa al freddo

Finalmente dopo quasi UN anno nessuno sarà più costretto ad addossarsi al muro per stare un pò al riparo in attesa di vaccinarsi. una seconda volta perchè evidentemente si era cercato di fare orecchie da mercante, ma da oggi, martedì 4 gennaio...

» Esposto al Prefetto per situazione attesa vaccinazione

AL PREFETTO di PORDENONESacile, 06/12/2021Oggetto: Ripetuti disagi per attesa turno vaccinazione a SacileIll.mo sig. Prefetto,Con la presente la sottoscritta intende sottoporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Davanti ad una delle sedi...

» Approdo sicuro sotto piazzetta Manin?

Approdo sulla Livenza? Si staglia all'orizzonte un nuovo disastro annunciato?Su quel ramo d'acqua così stretto?Con la sponda praticamente in verticale?Con il parcheggio sopra in piazzetta Manin che già cede? Prova ne sono le crepe nella...

» PNRR, missione 4, servizi per la prima infanzia

Una buona occasione per ripensare seriamente e con una seria visione e competente programmazione per i prossimi 50 anni può venire con l'aiuto dei fondi del PNRR, missione 4, componente 1.1, relativa agli “investimenti per piani degli asili nido...

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...