Sacile Partecipata e Sostenibile

Ha senso tra qualche anno che la nostra Amministrazione sia ancora "pubblica"? PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Dicembre 2012 12:09

Mah, visto che ci troviamo dinnanzi all'ennesimo annuncio di cedere patrimonio pubblico ai privati, dopo aver ceduto quasi tutti i servizi, si potrebbe direttamente pensare di prepararci a farci amministrare tra qualche anno da un bravo Manager assistito da un bravo Ragioniere e fine!
Abbiamo ceduto negli anni praticamente tutto a soggetti esterni, cooperative, società private o pubbliche o miste (ovviamente anche se interamente pubbliche con il loro ben pagato CdA) che di conseguenza ci costano anche tempo e danaro dedicati a bandi di gara, appalti e magari conseguenti spese legali.
Il tutto, come ci han fatto credere quando questa nefasta spirale è iniziata, per rendere più economico, efficiente ed efficace il sistema pubblico.

Il RISULTATO lo vede anche un bambino.

Ora SPS giudica gravissima quella che speriamo non vada oltre una mera dichiarazione di intento, cioè disfarci di Palazzo Ettoreo, della Farmacia Comunale, dell'ex Distretto Militare e di chissà cos'altro fra breve.

Da imputarsi ad un evidente fallimento politico-amministrativo datato negli anni, magari quando i fondi c'erano, eccome, ma si son buttati in altro (come l'enormità costata per la pomposa Via Cavour, con pietra d'Istria, basamento di marmo dei lampioni, con palle e colonnine lungo il marciapiede, presto sparite,con ciotolato ad oggi pieno di cicche e nero di smog: oggi così palesemente degradata! come il "giardino all'Italiana" dell'Ortazza e il parcheggio in porfido e Pietra d'Istria presto deteriorata di Foro Boario, come la pavimentazione della piazza di Sacile o di piazza del Duomo, dopo poco da rifare di sana pianta, ecc).
Non aver saputo in tempi non difficili premunirsi per il futuro, non aver saputo ricorrere subito all'utilizzo di fondi europei (che mettono l'Italia e il FVG molto indietro rispetto all'uso che ne fanno i paesi nostri diretti confinanti, compresa la Carinzia).
Ora il Sindaco dice che la regione ha badato poco a Sacile. Ma deve spiegarcene lui la ragione, visto che appena vinte le elezioni aveva dichiarato che sarebbe arrivata "una pioggia di denaro dalla regione".

Da parte nostra abbiamo tenuto conto in questi anni delle elargizioni regionali che non vedevano in elenco la nostra città (articolo "L'Amministrazione deve insegnare dove e come reperire contributi") e in effetti ce ne siamo persi parecchi.

Un Comune deve possedere un patrimonio "materiale". Altri Stati europei non ci hanno mai rinunciato. E significa controllare meglio la bolletta dei rifiuti, asfaltare più rapidamente una strada, mantenere bene il verde pubblico, dare ambienti sicuri alle scuole provvedendo immediatamente alla manutenzione, riparare subito una tubatura, installare le luminarie natalizie, ecc. e soprattutto, contare su un gran numero di posti di lavoro (v. nostro articolo "Neve...! E siamo alle solite")

NO dunque alla perdita di altro patrimonio storico, artistico, naturalistico o legato ai servizi al cittadino di Sacile!

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Dicembre 2012 18:05
 
Articoli correlati :

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» cantiere bloccato: Esposto al Prefetto

Gioie e dolori (più spesso i secondi) del "project financing" e dei "raggruppamenti temporanei".Lo stato di abbandono e di degrado in cui versa da agosto il cantiere destinato alla costruzione della prima della serie di centraline idroelettriche su...

» Ci risiamo: l'amministrazione distratta sulle nuove norme

Ci risiamo. Dopo aver per anni negato in tutti i modi il dovuto rimborso per la depurazione, ora l'amministrazione sacilese DEVE affrettarsi a convocare la commissione competente per adeguare il Regolamento Edilizio al nuovo D.Lgs.48/2020. E...

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...