Sacile Partecipata e Sostenibile

Il recupero del vecchio edificio militare PDF Stampa E-mail
Sabato 25 Novembre 2017 19:38

E così questa città si è liberata da una servitù militare, si appresta a vedere il recupero di un grande edificio storico, compreso il parco intorno, e a guadagnare 120 posti di RSA.

 

 

 

 

 

 

E' Sacile questa città?

No. No di certo. No purtroppo. Non si tratta del nostro ex distretto militare.
Nemmeno si è mai iniziata una seria discussione sul suo recupero. Magari lo avessimo fatto, magari fossimo arrivati prima, magari avremmo avuto anche noi l'interesse di una nostra azienda per i servizi alla persona, ... e potremmo esserci trovati NOI al posto di Udine.

Si tratta dell'ex ospedale militare di Udine che si estende su 11.200 metri quadrati.Il 23 novembre 2017  la presidente della Regione, Debora Serracchiani, il direttore regionale dell’Agenzia del demanio, Pierluigi Di Blasio, il presidente de “La Quiete”, Stefano Gasparin e il sindaco, Furio Honsell, hanno firmato l’atto che ufficializza il passaggio di parte del bene demaniale all’azienda per i servizi alla persona.

Un’operazione conclusa a tempo da record che prevede innanzitutto l'abbattimento del muro di cinta lungo via Pracchiuso, aprendo così alla città il parco interno.
Di seguito verrà allargato il marciapiede e al posto del muro verrà collocata una lunga panchina dove gli ospiti della casa di riposo e i loro parenti e conoscenti potranno liberamente incontrarsi. Semplice ma bella idea dal grande significato!
L’investimento complessivo ammonta a 19,5 milioni di euro e i lavori partiranno a breve con uno stanziamento della Regione di 2,5 milioni di euro.

Immaginate come il recupero architettonico e l'apertura dell'area dell'ex distretto militare di Sacile, oltre a diventare per es. polo transgenerazionale con offerta di alloggi mista per giovani e anziani (autosufficienti e non), valorizzerebbe la nostra città visto che si trova non in periferia, ma in centro.....
Già, immaginate, perchè altro non ci resta ...

Ma non è finita: quattro giorni dopo la stampa pubblica l'elenco dei Comuni del FVG che hanno ottenuto 14,7 milioni per "progetti innovativi" di riqualificazione di edifici per farne abitazioni per persone fragili, come anziani autosufficienti, single con figli o famiglie numerose monoreddito, disabili, vittime di violenza, sfrattati.

E chi manca in questo elenco?
Una città di quasi 20.000 abitanti: Sacile.
Ahhh, ma forse in questa nostra città di quasi 20.000 abitanti non c'è nessuno in difficoltà.......

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Novembre 2017 19:31
 
Articoli correlati :

» Esami del sangue? Un pellegrinaggio in un labirinto

Aggiunta con dettagli :Abbiamo avuto modo di verificare di persona la situazione a Sacile e non possiamo purtroppo che aggiungere a quanto già esposto. Perchè l'incredibile non ha fine.Innanzitutto c'è una tal quantità di gente in attesa che non...

» appello dei 30 Sindaci contro il ddl regionale

Pubblichiamo di seguito il testo dell'APPELLO firmato da 30 Sindaci contro il disegno di legge regionale che accorpa servizio idrico e gestione rifiuti. Da anni presente al tavolo permanente per l'acqua, coordinato dal CEVI, SPS è contraria a...

» immancabile conferma di altra perplessità di SPS

Fine della convenzione per la gestione associata del servizio di Polizia Municipale dei Comuni di Sacile e di Caneva.Ma come?!Non doveva portare al nostro Comune più copertura ed efficacia di servizio e più economicità?!Ma come?!Non eravamo stati...

» Zona 30: beneficio 4

Beneficio 1: minor spazio di frenata e di arrestoBeneficio 2: cono visivo allargatoBeneficio 3: senso alterno pur con restringimento carreggiata (non sensi unici!)e ora...Beneficio 4: con la riduzione della velocità è possibile GUARDARSI NEGLI...

» 3.700 generosi utenti di Sacile han regalato anni di quota di depurazione!

Si è svolta domenica 1 febbraio l'assemblea per avviare la raccolta di quanti ora volessero proseguire sulla via legale del rimborso della quota di depurazione e fronte di un servizio non ricevuto. Dopo la sentenza (solo un primo passo) emessa di...

» dopo 5 anni...GIUSTIZIA è fatta

Il Giudice di Pace di PN, dott. Francesco Iervolino, il 29/12/2014 emana Sentenza che dà ragione alla causa della in caso di servizio non concretamento reso!!!L'utente si vedrà risarcito di 907,96 Euro più interessi; la società dovrà anche...

» il comitato ha visitato l'Ospedale

Il 4 novembre le si sono ritrovate alle 8.30 per effettuare, come annunciato, un sopralluogo alla struttura: un gruppo di circa 13 persone a vario titolo interessate a che la struttura ospedaliera mantenga il suo status e non venga ulteriormente...

» le "coop sociali": verso dove?

Da lunedì 16 marzo 2014 il è passato in gestione alla coop sociale "Itaca" e i dipendenti dell'Azienda Sanitaria si accingono a migrare sparpagliati in varie sedi fuori dai confini di Sacile. E gli ospiti del centro diurno sranno costretti a...

» testo del volantino sulla gestione dei servizi per l'handicap

Questo il testo del volantino distribuito il 30 dicembre 2013 da CGIL e USB relativamente alla situazione della in delega dai Comuni, di cui ci eravamo già occupati - purtroppo -CUI PRODEST?CON UNA MANO SI TAGLIANO SERVIZI, CON L’ALTRA SI...

» e perderemo anche la riabilitazione

SPS si associa alla preoccupazione, o forse meglio ormai dire chiaramente rabbia, dei sacilesi. Certo abbiam cercato invano, insieme all'ARS, di tenere alta l'attenzione in questi anni, seguendo sempre le segnalazioni dei cittadini su vari...