Sacile Partecipata e Sostenibile

inadempienti?! il Comune NO, LSM e AMBIENTE SERVIZI SI PDF Stampa E-mail
Sabato 15 Novembre 2014 21:05

L'Agenda digitale italiana per l'Europa 2020 (AgID) supporta la Pubblica Amministrazione occupandosi del coordinamento delle azioni per l'innovazione tecnologica informatica perseguendo gli obiettivi in coerenza con l’Agenda digitale europea. La finalità è quella di elaborare strategie per la più efficace erogazione di servizi in rete della pubblica amministrazione a cittadini e imprese. L'organismo è stato  istituito con decreto legge n. 83, convertito nella legge n. 134/2012 e tutte le informazioni si trovano nel sito www.agid.gov.it.
Si occupa ad es. di progetti europei di ricerca sull’Agenda digitale, di attività internazionali sugli standard e l’innovazione, promuove iniziative di alfabetizzazione informatica per i cittadini e di formazione per i dipendenti pubblici. Svolge funzione di indirizzo e di controllo per varie aree, come l'anagrafe nazionale dei residenti, l'identità digitale, il data center della PA, l'accessibilità e la sicurezza in rete, il sistema dei pagamenti digitali dei servizi della PA, le “Smart Community” e la dematerializzazione e conservazione sostitutiva.

In particolare, si impegna a definire strategie, coordinare il processo di attuazione e predisporre gli strumenti tecnologici ed economici per il progresso delle comunità intelligenti (CI) che si fondano sui strumenti come i protocolli d'intesa tra l'AgID e le singole amministrazioni, nei quali sono declinati gli obiettivi del Piano nazionale delle comunità intelligenti; le linee guida per le CI  contenenti gli standard tecnici e procedurali, nonchè strumenti finanziari innovativi per il loro sviluppo; la piattaforma nazionale delle CI che comprende almeno il catalogo del riuso dei sistemi e delle applicazioni, il catalogo dei dati e dei servizi informativi, il catalogo dei dati geografici territoriali ed ambientali, e il sistema di monitoraggio.

E' appena stata aggiornata la lista delle amministrazioni “inadempienti”, cioè di Comuni e partecipate che non hanno ancora inviato le dovute informazioni da inserire nelle basi di dati della PA che generano l’archivio  ufficiale di riferimento delle Amministrazioni, degli Enti pubblici e dei Gestori di pubblici servizi.
Ricordiamo che Ministeri, Agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza, a partire dal 6 giugno 2014, non possono più accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea. Tale obbligo di fatturazione in forma elettronica nei confronti delle Amministrazioni dello Stato era stato introdotto dalla Finanziaria 2008. La stessa disposizione si applicherà, dal 31 marzo 2015, ai restanti enti nazionali e alle amministrazioni locali. Inoltre, a partire dai tre mesi successivi a queste date, le PA non hanno più potuto procedere al pagamento, neppure parziale, fino all’invio del documento in forma elettronica.
INoltre l'immediato futuro dovrebbe portare al documento digitale unico del cittadino, attraverso il quale accedere a tutti i propri dati, le proprie posizioni ecc. all'interno dell'intero sistema pubblico.

In data 11 Nov 2014 risultano essere 10.072 le amministrazioni inadempienti, tra cui anche diverse importanti aziende di trasporto pubblico (ATAC di Roma, ATM Milano) o gestori di servizi pubblici (ENEL, Trenitalia, ACEA).
Nella provincia si annoverano tra i vari soggetti pubblici "inadempienti" i vicini Comuni di Fontanafredda, Polcenigo, Brugnera, Prata e Porcia; così come l'ARES (Agenzia Regionale per l'Edilizia Sostenibile),  l'ACI di PN, la casa per anziani Umberto I°, la Consulta d'Ambito per il servizio idrico integrato dell'ATO occidentale, e AMBIENTE SERVIZI.

Nelle lista pubblicata le segnalazioni della nostra regione vanno da pagina 86 a pagina 93 e questa volta il Comune di SACILE risulta davvero PROMOSSO (diversamente da quanto era successo per il sito comunale, ricordate - speriamo - le pulci fatte da SPS?!).
Bene!
In effetti per Sacile appare un solo neo, una sola segnalazione: la LSM, la nostra Livenza Servizi Mobilità, la società pubblica con socio unico il Comune di Sacile.

Non sono previste sanzioni, ma una volta tanto mettiamoci in regola... al 100%!

vedi anche: www.agendadigitale.eu

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Novembre 2014 10:27
 
Articoli correlati :

» Dire che il piano aria dei 10 comuni è comico sarebbe un complimento

Definirlo "comico" si potrebbe se non si trattasse di una tale gravità. Gli amministratori dei 10 Comuni presenti del pordenonese hanno fatto una sola cosa nuova: mettersi insieme.Primo provvedimento che andava fatto già anni fa. Primo aspetto...

» triste ritornello: il Comune di Sacile sempre ...fuori

Fuori dai primi posti entro i quali ricevere il finanziamento , fuori dai fondi PISUS, fuori dal (assegnazione solo a fine 2015, vedremo ora quanto tempo passerà per la concretizzazione!) e ora fuori dal primo finanziamento per i progetti di...

» comunicato comitato per l'ospedale di Gemona

Comunicato stampa del Coordinamento dei Comitati a difesa del "San Michele" di Gemona:"Per la prima volta la Giunta regionale è assente alla Messa del Tallero: sdegno dei comitati. La storica via Bini imbandierata di striscioni a difesa...

» evasione fiscale: tutti san come si dice, dove sia non si sa

Non è solo questione delle multe non riscosse a Sacile per quasi un milione di Euro (a novembre 2013 esattamente 964.000), ma è che..... proprio proprio non c'è speranza.I nostri Amministratori piangono la mancanza di risorse, ma NESSUNO pare...

» comunicato stampa del comitato per la salute pubblica bene comune

Ognuno è libero di presentar idee e proposte raccogliendo  firme a proprio sostegno, anche chi come Michelangelo Agrusti solo qualche mese fa sbeffeggiava le iniziative del “Comitato per la salute pubblica bene comune” dicendo che...

» Nasce a Capannori la rete "Comunità Rifiuti Zero"

Nasce oggi, 13 ottobre 2012, a Capannori, l’associazione delle comunità che guardano al futuro e contrastano lo spreco di materia in discariche ed inceneritori: la “Comunità Rifiuti Zero” a cui hanno aderito 107 Comuni italiani. Oltre al...

» senza "società" e "Amministratori Delegati" i Comuni non sanno più gestire niente???

Dalla stampa del 3 agosto 2012 apprendiamo che l'Amministrazione sacilese prospetta “l'allargamento del raggio d'azione di LSM srl anche ad altri Comuni” come ad es. Brugnera e Caneva. Alla LSM (Livenza Servizi Mobilità srl, configurabile quale...

» l'amministrazione dovrebbe informare su dove e come reperire contributi

Ancora una volta SPS legge le notizie in parallelo:Il 30 ottobre 2011 la stampa pubblica l’elenco dei 56 beneficiari del piano co-finanziato da Stato e Regione per promuovere l'impegno civile dei giovani.Nessuno del Comune di Sacile.Il 22...

» Ridateci Facebook o perlomeno un canale democratico per comunicare con l'amministrazione ...

Ridateci Facebook, o almeno un confronto pubblico periodico con l'amministrazione. Spero che il sindaco non si sia spiegato bene riguardo l'invito ai suoi assessori a evitare Facebook per argomenti amministrativi. Il social network permetteva di...