Sacile Partecipata e Sostenibile

Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Gennaio 2018 11:59

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle schede inviate per il PAES)?!

Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei nostri cittadini o più piccoli o più anziani, Perchè prendere le loro esigenze come unità di misura secondo cui pianificare gli interventi e rispondere ai loro bisogni significa automaticamente migliorare la vita quotidiana di tutti.

Tra Stato e regione sono a disposizione 1,4 milioni di Euro per contributi alla rottamazione di veicoli inquinanti con acquisto di mezzi ibridi ecologici. Il nostro paese è notoriamente in coda nelle classifiche e ormai non stupisce. Ma si spera sempre in un cambiamento di mentalità.
Certo lasciando le stupidaggini che in verità celano troppo spesso motivi di consenso elettorale come il flop delle "famose" Birò, che poi non erano "auto" come volevano farci credere, bensì "motocicli". Spero non abbiate dimenticato i manifesti elettorali a PN in cui il candidato Sindaco del centro destra di allora era fotografato con un Birò, il fatto che come assessore della provincia avesse acquistato Birò da distribuire nei vari Comuni che comunque han dovuto compartecipare alla spesa (e i risultati da PN a Sacile a San Vito si son visti, he he he) e il conseguente annuncio del nostro Sindaco che con questi Birò avremmo avuto un gran contributo "per risolvere il problema dell'inquinamento di Sacile".


Esattamente come sono stati buttati soldi nel "progetto Pegaso", le bici per il bike sharing dedicato in special modo ai turisti. Bici che se a Sacile si son viste per UNA setitmana è già tanto. Giusto il tampo di ricordarsi che erano biciclette gialle. Poi sparite. Di tutti i soldi pubblici buttati è sopravvissuta la rastrelliera dove spicca il cartello con la dicitura "Così su due ruote...una provincia in bicicletta" e "Qui noleggio bici".
"Qui" dooove???

Una rastrelliera che potrebbe fungere da monito per ricordare agli elettori che dovrebbero curare un pò meglio il loro senso critico. Il fatto è che probabilmente nessuno si chiede come mai sia lì ...
D'altra parte, nessun amministratore sacilese si è mai preoccupato di far svitare il ridicolo penoso cartello.

E le biciclette gialle DOVE son finite?!

Quindi, chiediamo interventi meno campati in aria (e ora di finirla con lo spot del bike sharing in una città piccola come la nostra) e prendiamoci in tempo per accedere davvero a fondi pubblici che permettono interventi sensati e proiettati nel futuro non per sparire dopo poco: iniziamo dalla eliminazione di quei pullmini che avvelenano i polmoni dei nostri bimbi. Avete idea di cosa inalino i nostri bimbi in particolare quando si apprestano a salire e quando scendono dai pullmini con il motore acceso?! Questo due volte al giorno per l'intero anno....

C'è però un secondo aspetto che SPS segnala: non era vincolante inserire entro il 31 dicembre 2017 nel regolamento edilizio la norma che vincola gli edifici sopra i 500 m2 e di nuova costruzione a predisporre l'allacciamento per la ricarica dei veicoli???
A gennaio 2018 non si trova nel Regolamento edilizio di Sacile ... come mai?!

Inoltre: visto che la regione ha individuato anche Sacile tra i Comuni che saranno compresi nella rete che dovrà offrire ai cittadini e turisti comode possibilità di ricarica, la nostra Amministrazione si sta attivando per pianificare il collocamento dei posteggi verdi (a parte quello del Palamicheletto - a proposito, funziona? Quanta energia ha erogato finora?) Anche in questo caso siamo lontani anni luce da quello che sta succedendo nelle città a pochi passi da noi, dove non esiste centro commerciale, non esiste scuola, non esiste edificio pubblico, non esiste azienda che non abbia in bella vista, e spesso GRATIS, la sua colonnina di ricarica.

SPS ha appena pubblicato i dati dell'inquinamento del dicembre 2017. Un servizio che, visto il disinteresse dei nostri amministratori, offriamo alla cittadinanza ormai dal ben 6 anni. I 50 giorni di sforamento indurrebbe anche a chiedersi come farà l'ass. Zanfrà a "ridurre l'inquinamento a Sacile del 20% entro il 2020" (visto che non abbiam più saputo nulla del PAES).
Ma dai, non poniamo troppe domande.

Quindi ...  chiediamo solo: a che punto preciso sono attualmente le cose e le volontà politiche a Sacile relativamente alla mobilità sostenibile e alla riduzione dell'inquinamento ???

A parte il nostro Sindaco che, se eletto in regione, si impegnerà per la doppia corsia di marcia della superstrada Cimpello Sequals?!

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Gennaio 2018 12:12
 
Articoli correlati :

» No NEMO??? ahi ahi ahi

Sempre in tema di NON adesione: non mi pare ad oggi di aver sentito annunciare che Sacile ha aderito al e che è stato varato nel giugno del 2017 dalla regione FVG.Il progetto è finanziato dal programma europeo Horizon 2020 e mira allo sviluppo...

» terra dei fuochi ... friulana doc

21 settembre. Una bellissima giornata tersa dopo due settimane di pioggia. Un bel tepore. La natura non ancora autunnale si presenta alle 17.15 nei suoi colori più belli.Eppure...Eppure, ecco lo spettacolo che si presenta alla rotondina che dalla...

» Comunicato del dott. Mario Canciani sui roghi epifanici

FUOCHI TRADIZIONALI E  SALUTE"L'inquinamento atmosferico è ormai riconosciuto come il "big killer", una delle principali cause di malattie non solo respiratorie e tumorali, ma anche cardiovascolari. Le polveri sottili e specialmente ultrasottili...

» SPS lancia le "U.T.A"!

Visto il dubbio successo delle UTI noi proponiamo intanto qualcosa di più utile alla salute della cittadinanza: le UTA = Unioni Territoriali Ambientali.Nulla vieta infatti che i Sindaci (responsabili DELLA SALUTE e non certo delle tradizioni!) si...

» centralina di rilevazione inquinamento o ... frullatore?

Sarebbe troppo facile far notare l'ennesima segnalazione di SPS rivelatasi fondata.NO, quello che svilupperemo in questo articolo è la vicenda degli annunci, dello spostamento, dei tempi e del funzionamento, o meglio, del non-funzionamento (e...

» I dati dell'ARPA "in tempo reale"

Incredibile, o forse nemmeno tanto: Da lunedì 28 settembre a lunedì 5 ottobre non appare nel sito dell'ARPA alcun dato sui valori di inquinamento da Biossido di Azoto e da particelle sospese di PM10!Più che l'inquinamento dissolto al vento si...

» al via gli Stati Generali della Nuova Mobilità 2015

STATI GENERALI DELLA MOBILITA’ NUOVA, SI RIPARTE DA BOLOGNAA Bologna la seconda edizione della tre-giorni nazionale,  per rimettere al centro delle politiche urbane la mobilità di pedoni, ciclisti e utenti del trasporto pubblico, e costruire...

» il PAC e la margherita

Il Piano di Azione Comunale contro l'inquinamento non ha maggior effetto di quello di sfogliare una margherita.Solo che invece di "m'ama non m'ama" possiamo recitare "brucio non brucio": infatti un giorno si levano dal nostro territorio svariate...

» a metà gennaio solo 4 giorni senza sforamento di PM10!

Come ben si vede, alla faccia di chi si ostina a dire che non influisce, ecco come i botti della notte di Capodanno hanno portato il PM10 da 38µg/m3 del 31 dicembre a 54 e 62 dei primi due giorni del nuovo anno.Purtroppo inequivocabile senza...

» comunicato della Rete Mobilità Nuova FVG

Come vedete SPS ha precorso i tempi già con il programma delle elezioni del 2009, riproposto irrinunciabili per far parte della coalizione ed ampiamente esposto in numerose conferenze (anche fuori Sacile). Ora siamo felici di vedere che questo...