Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

vogliamo una BICIPOLITANA da Sacile a Casarsa!!!

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 25 visitatori online

Notizie flash

zona30-imgSpS propone le "Zone 30" a Sacile: l'unico modo per far emergere un diverso modello sostenibile per la viabilità cittadina:

CITTA' PER L'UOMO E NON PER LE AUTO, CITTA' PER I BAMBINI !!!

La Lega ha dimenticato di aver condannato l'Ospedale nel 1995? PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Gennaio 2015 11:08

Come oggi Salvini dice di non aver mai detto nulla contro i napoletani, mentre ieri cantava che "puzzano"; come oggi la Lega si pone al fianco della ultranazionalista Lè Pen, mentre ieri inneggiava alla secessione; come oggi Fontanini si batte per il mantenimento delle Provincie, mentre ieri la Lega affermava che il Federalismo doveva passare innanzitutto per l'abolizione delle provincie; come oggi fanno campagna elettorale da Roma in giù, mentre ieri tappezzavano la città con manifesti contro gli insegnanti provenienti dal Sud; come oggi la Lega punta il dito contro la poca "sicurezza", mentre fino a ieri, per 5 anni, l'assessora regionale "alla Sicurezza", Federica Seganti, era proprio una sua esponente (32 milioni spesi solo per i "Volontari per la Sicurezza"!); così, con la ormai assodata capacità di spostarsi a seconda di dove tira il vento, negare oggi quello appena detto ieri, confidare purtroppo giustamente nella memoria corta dei cittadini sicuri di poter fare affermazioni che tanto nessuno va a controllare all'indietro, la Lega si infila in una battaglia contro una situazione creata da lei stessa: parliamo di quanto previsto dalla riforma Sanitaria.
Ecco dunque cosa dice al comma 3 l'articolo 21 della Riforma del 1995 (fortemente sostenuta come ci ricorda sempre l'On. Gottardo insieme all'On. Sonego) del leghista Fasola, assessore alla Sanità:

Art. 21
3. Nell'ambito della attuazione del primo piano di intervento a medio termine, per i presidi ospedalieri di Cividale del Friuli, Gemona del Friuli, Maniago, Sacile e Spilimbergo si provvede, in ordine di priorita', a:
a) trasformazione e riconversione per l'erogazione di prestazioni diverse dal ricovero per acuti, con contestuale attivazione delle nuove funzioni delle strutture stesse e con potenziamento dei servizi territoriali;
ecc.

Fu proprio con LR n. 13/1995 (Revisione della rete ospedaliera regionale) che l'allora Assessore della Lega Nord, Gianpiero Fasola, portò la Regione Friuli Venezia Giulia ad uscire dal Sistema Sanitario Nazionale. Si doveva dimostrare di essere più virtuosi e accontentare così la Lega con questo esempio di "federalismo". Nel 1997 la spesa Sanitaria incideva sul bilancio regionale per il 54%.

Peccato che negli anni seguenti le cifre hanno dimostrato in modo impietoso che il Fvg è la Regione che, ad es. tra il 2007 e il 2010, ha avuto l’aumento maggiore di spesa sanitaria. Con una variazione nel triennio del 20,6% e un tasso annuo del 6,4%. Dai 730 euro pro capite del 1990 si è passati ai 1.979 euro del 2010, cresciuti fino a 2.074 nel 2011. Si tratta del più 5% nell’arco degli undici anni presi in esame da “Tolomeo studi e ricerche”.

 

Se ai cittadini andasse bene la verità e iniziassero a ricordarsela, magari un giorno le cose potrebbero cambiare in questa Nazione e in questa città, altrimenti continuiamo a berle e a lamentarci il giorno dopo di ogni nuova elezione, dimenticando che la responsabilità non è dei politici ma di noi elettori o, peggio ancora, di noi astensionisti.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Gennaio 2015 20:45
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...