Sacile Partecipata e Sostenibile

la riqualificazione energetica conclude il nostro percorso PDF Stampa E-mail
Domenica 13 Aprile 2014 14:04

Giovedì 10 aprile SPS ha degnamente concluso il percorso sulla sostenibilità in ambito del costruito. Ancora una serata che non ha disatteso le aspettative: con un relatore che aveva dalla sua la competenza arricchita da chi ci crede veramente. Il geom. Stefano Bot, insieme al per.ind. Michele Ornella, ha parlato ai cittadini in modo chiaro e concreto, facendoci capire quale sia la vera valenza di una casa "riqualificata": in primo luogo LA SALUTE.

Il percorso di SPS era iniziato con la presentazione del libro "Memorie di un urbanista" da parte del grande Edoardo Salzano, che ci aveva accompagnato attraverso i decenni della storia dell'urbnaistica in Italia, da quella inizialmente guidata dal più alto senso del termine alla sua purtroppo rapida trasfomazione in pura monetizzazione.

Avevamo poi proseguito con Mauro Baioni, Direttore della Scuola di Eddyburg, che ci aveva illustrato la qualità di vita di un "quartiere senz'auto" come quello di Vauban, quartiere di Friburgo.
Il prossimo ospite è stato il due volte Sindaco di Cassinetta, Domenico Finiguerra, coraggioso e lungimirante fondatore del movimento "Stop al consumo di territorio", che ci ha illustrato il vero guadagno del suo piccolo Comune, senza un solo Euro di oneri di urbanizzazione.

In quest'ultima serata abbiamo avuto la prova di quanto già sentito alle conferenza con il dott. Norbert Lantschner, fondadore di CasaClima e oggi Presidente della fondazione Climabita: prima di tutto viene la responsabilità verso la salute e verso l'ambiente, poi si scopre anche il risparmio di denaro.
Ecco il vero motivo che ci ha sempre animato.
Stefano Bot ha fatto capire come un professionista realmente convinto e capace, sappia spiegare ai non addetti ai lavori significato e funzionamento dei vari interventi possibili - in particolare sull'usato - come la coibentazione, l'isolamento di tetto e pavimento, la ventilazione meccanica, il riscaldamento radiante, l'eliminazione dei ponti termici, l'importanza dei serramenti, l'efficacia di una caldaia a condensazione, ecc. In particolare abbiamo toccato con mano come un professionista che ama ciò che fa, riesce anche con semplici accorgimenti a trovare grandi soluzioni: lo staff del geom. Bot applica infatti il cosiddetto "doppio davanzale", diviso in una parte esterna ed una interna, ma invisibile all'occhio, che praticamente annulla il ponte termico tipico di questa zona della finestra.

Possiamo quindi solo sperare che la cittadinanza sappia riconoscere chiaramente tra chi ora scopre un facile slogan elettorale e chi come SPS ha invece sempre profuso convinto impegno dimostrabile negli anni.

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Aprile 2014 19:38
 
Articoli correlati :

» Il primo condominio autosufficiente

Ecco a voi, cari lettori, il primo condominio di nove appartamenti totalmente autosufficiente, cioè "energieautark", è stato inaugurato a giugno 2015 (!!!) a Brütten in Svizzera. Non ha alcun allacciamento alla rete elettrica, tantomeno al gas....

» ...ci saremo almeno stavolta?

Continua la serie delle nostrenella speranza, prima o poi, di vederli ben usati anche a Sacile. Ancora una volta ci riferiamo al recupero degli edifici scolastici, nello specifico dell'attuale sede del Linguistico dell'ISIS Pujati, per la quale da...

» le nostre segnalazioni per il PAES

Premesso che in questi anni non abbiamo messo alcun bel cappottino a nessun edificio pubblico e che l'illuminazione a LED ormai sta spopolando (e non sempre senza problemi), abbiamo comunque cercato di dare un piccolo contributo alla riduzione delle...

» I documenti si lasciano mirabilmente scrivere

"Gli  impianti  solari  fotovoltaici  possono  essere  installati  in  facciata,  su  coperture  piane  e  su  falde inclinate, (...)" recita il Regolamento comunale per il risparmio energetico e l'Edilizia sostenibile del Comune di...

» Case di luce ... e di speranza!

CASE DI LUCE è il nome del complesso condominiale di ben 61 appartamenti del progetto di rigenerazione urbana sostenibile ed architettura zero energy nel Comune di Bisceglie.Finito nell'ottobre 2016 si tratta del  complesso abitativo in canapa e...

» Comunicato del dott. Mario Canciani sui roghi epifanici

FUOCHI TRADIZIONALI E  SALUTE"L'inquinamento atmosferico è ormai riconosciuto come il "big killer", una delle principali cause di malattie non solo respiratorie e tumorali, ma anche cardiovascolari. Le polveri sottili e specialmente ultrasottili...

» cosa si fa a ... Bremerhaven ... e cosa a Sacile

Cos'è questa meraviglia?La Casa del Clima di Bremerhaven è più di un museo: è un luogo di saperi e di esperienze che ruotano attorno al tema del clima, dei cambiamenti climatici e della meteorologia. Su una superfice di 11.500 m2 ci avventuriamo...

» Speriamo di farcela?!

Speriamo di farcela a partecipare al che destina 10 milioni per l'efficientamento energetico delle scuole!Speriamo non vada a finire come al solito, con Sacile che brilla per assenza alla partecipazione o per eventuale presenza, ma solo nelle...

» SPS lancia le "U.T.A"!

Visto il dubbio successo delle UTI noi proponiamo intanto qualcosa di più utile alla salute della cittadinanza: le UTA = Unioni Territoriali Ambientali.Nulla vieta infatti che i Sindaci (responsabili DELLA SALUTE e non certo delle tradizioni!) si...

» centralina di rilevazione inquinamento o ... frullatore?

Sarebbe troppo facile far notare l'ennesima segnalazione di SPS rivelatasi fondata.NO, quello che svilupperemo in questo articolo è la vicenda degli annunci, dello spostamento, dei tempi e del funzionamento, o meglio, del non-funzionamento (e...