Sacile Partecipata e Sostenibile

La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati PDF Stampa E-mail
Venerdì 09 Settembre 2022 08:30

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Sorridente

Andiamo per ordine:

1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un gran respiro di sollievo. Si tratta della cancellazione della previsione di piazzare in mezzo al parco Balliana Nievo un nuovo avveneristico Auditorium. Ricordiamo che il "parco" era già è stato ridimensionato dalla fetta di parcheggio asfaltato e che per esser definito "parco" non gode poi di gran cura di arredi adatti al verde e nemmeno di nuove piantumazioni. Nessuno si è premurato ad es. di ridare prato e alberi al cortile in ghiaia di fronte al Pujati, non più usato come parcheggio. E vabbè. ma almeno possiamo gioire che quel pò di verde per ora resta.
Ringraziamo la Sovrintendenza che ha bocciato l'ipotesi dell'EdR, caldeggiata dall'amministrazione sacilese, di costruire un Auditorium da 3.200.000 Euro con una superficie coperta di circa 690 m2 vicino all'edifico storico della Balliana Nievo. Erano previsti: ingresso con foyer, biglietteria/guardaroba e servizi igienici, platea da minimo 400 posti, palco sopraelevato con retropalco comprendente camerini e locale tecnico.

 

 

 

 

 

 

 

Ricordiamo che delle gravissime condizioni precarie dell'attuale Auditorium del Pujati se ne parla da decenni. Addirittura da anni è interdetto all'uso del pubblico esterno, solo studenti e personale della scuola possono usarlo. Evidentemente lo scrostamento di soffitto e pareti, i servizi malandati, il gelo che vi regna da novembre ad aprile e, soprattutto, la mancanza di sicurezza antisismica per alunni e insegnanti non importa. Ricordiamo anche che in questi decenni le varie amministrazioni comunali sono passate da annunci prima di solo rifacimento poi alla più comprensibile demolizione, persino si son buttate ciclicamente cifre di finanziamenti, ma alla fine ad oggi sono rimasti... annunci.

Bene. Questa storia di Auditorium impattante e sovradimensionato per gli usi di scuola dunque è finita bene GRAZIE alla Sovrintendenza.

Certo, avremmo sicuramente risparmiato tempo e potuto provvedere prima a continuare l'iter burocratico se questa amministrazione avesse SUBITO detto di NO e guardato alle proposta con demolizione e rifacimento nello stesso posto dell'edificio attuale con un Auditorium da 300 posti. Ma non è stato così e oggi, per di più, sulla vicenda regna di nuovo... il silenzio. Pare sia stato approvato il progetto definitivo, ma non si sa quale delle due altre soluzioni. Speriamo quella con abbattimento e ricostruzione nello stesso luogo.

2) il filo conduttore della sicuramente infelice politica scolastica dell'amministrazione sacilese lega la questione Auditorium per ora sfumato con la seconda pomposa proposta dell'EdR (che ricordo ha un ruolo tecnico e NON politico, quindi NON "sceglie") subito accolta dai nostri amministratori è invece quel che facilmente si trasformerà in una storia INfinita. Prova ne è l'arco di tempo dall'amministrazione Fasan in poi in cui si parla della "nuova scuola elementare". Unici sviluppi finora son stati i già quattro cambi di sede: da due a San Giovanni del Tempio a due a di S.Odorico! Intanto aumentano i costi....
Ora si tratta del nuovo super avveneristico edificio scolastico da piazzare all'interno del campus "centro studi". In questo sito trovate da anni riflessioni sulla questione, ma per quanto si possa o no concordare su quanto esposto, una cosa è certa: il RITARDO è INNEGABILE è altrettanto il DISASTRO per cui arriveremo al terzo punto, cioè gli alunni del Pujati che a metà anno scolastico passeranno da una quinta sede (!!!) dislocata alla Vittorino da Feltre a dei "moduli", parola elegante per dire PREFABBRICATI. Ma restiamo al secondo punto con questo edificio trapezoidale che nuovamente nulla ha a che fare con i dure edifici già esistenti all'interno dell'area:

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Come al solito, non avendo valutato in tempo problematiche emergenti, soluzioni al tempo fattibili e magari anche a minor spesa, si propone una struttura ipermoderna megagalattica da 4.600.000 Euro, come vedete dall'immagine sopra.
Ma serve davvero alla scuola???
Ma davvero ne vedremo la realizzazione nel giro al massimo del prossimo anno scolastico???
Ma figurarsi.....

Il fatto che il Liceo Musicale di Sacile sia ormai una storia tristemente chiusa non significava non accorgersi da tempo che l'ISIS G.A.Pujati continua ad attrarre iscrizioni. Invece che riflettere e valutare quale accesso ai finanziamento fosse davvero il più adeguato per trasferire la Collodi e usare gli spazi per inserirvi il Pujati frettolosamente abbiamo partecipato e perso tempo per un bando che ci escludeva a priori!
Nonostante la grande possibilità del PNRR , missione 4, come di fatto hanno scelto 33 Comuni della nostra regione. I quasi 60 milioni servirano per aprire infatti 50 cantieri fra asili nido e scuole per l'infanzia. 13 i Comuni subito ammessi, gli altri in attesa con riserva, ma di certo Sacile non compare nemmeno in questo secondo elenco. Spilimbergo, ad es. avrà oltre un milione per demolire una scuola elementare e costruire un nuovo edifico per nido e asilo, il Comune di Ruda potrà con 1.128mila euro creare gli spazi sempre per nido e infanzia insieme. E pensate che per noi sarebbero bastati 1.400mila euro.
Ehhhh ma abbiamo sbagliato il bando...

3) Arriviamo così al terzo punto.
Inevitabile.
Disco rotto ormai perchè finisce sempre così.
Nell'emergenza... che poi in Italia diventa prima proroga e poi stato immutabile con qualche polemica ogni tot anni.
Gli alunni del Pujati finiranno prima in una QUINTA sede in alcune aule ritinteggiate nel plesso Vittorino da Feltre (chissenefrega degli insegnanti che faranno le trottole, degli alunni che perderanno le ore di lezione per andare nei laboratori o in palestra in sede centrale o non ci andranno per niente, del problema personale ATA che già è carente, della lontananza dall'occhio del Preside, ecc.) e poi, udite udite, verranno trasferiti in PREFABBRICATI dislocati stavolta invece nellarea del centro studi adiacente al Linguistico. Così, a metà anno o in primavera, senza che nessuno batta ciglio.

Aspettando Auditorium e nuova scuola trapezoidale da qualche milione che ad oggi è già sicuramente lievitato..... (parentesi: chi pulirà quelle vetrate??? Una ditta speciale a pagamento???)

Lascio a voi i commenti

Non resta che fare i più sentiti Auguri a tutti i ragazzi e a tutto il personale delle nostre povere scuole.
Grazie a loro in qualche modo si arriva sempre alla fine di questi anni scolastici che ripresentano puntualmente problemi vecchi e nuovi e solo da noi evidentemente irrisolvibili. Magari li facciamo risolvere dal fato, dal calo delle nascite, ecco.

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Settembre 2022 16:32
 
Articoli correlati :

» Appello a voi "grandi": fate in modo che tutti ci VEDANO!!!

Ancora una volta questo articolo è dedicato a voi "grandi" che però, nei confronti di noi piccoli e sicurezza stradale, a volte siete un pochino distratti, o tendete a sottovalutare, , o non ci pensate per niente, perchè pensate che tenerci per...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Si fa ancora in tempo a rivalutare la scelta per il Pujati!

La di Sacile può e dovrebbe almeno far ripensare le modalità di ampliamento degli spazi dell'Istituto che continua ad avere attrattiva come si vede dal numero considerevole di iscritti anche per l'anno scolastico 2022-23.L'amministrazione...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il risveglio tardivo della Lega pordenonese

Un pò nella tradizione della facilità con cui si possono, il 23 gennaio leggiamo sulla stampa che Sindaci e amministratori della Lega del Friuli occidentale hanno incontrato il Presidente della regione, Fedriga, per “sancire il filo diretto tra...