Sacile Partecipata e Sostenibile

L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale PDF Stampa E-mail
Venerdì 26 Giugno 2020 18:00

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:
Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per richiedere la riapertura di Medicina a Sacile non deve trarre in inganno.
E non è solo perchè ci si chiede come mai questa tardiva richiesta quando da sempre il comitato impegnato nella difesa della salute pubblica chiedeva esattamente la stessa cosa: mantenere una Medicina per non acuti. Come mai l'amministrazione Ceraolo (1 e 2), della quale la Lega faceva parte, non ha mai abbracciato questa istanza?

E non è solo perchè ci si chiede come mai questa tardiva rivendicazione non abbia visto una sollevazione politico-amministrativa quando nel 2014, sempre durante l'amministrazione Ceraolo, a caratteri cubitali era stata pubblicata la promessa dei vertici dell'ASS6 che con il dott. Sclippa affermava che a Sacile mai avrebbero tagliato Medicina perchè sarebbe stata “una follia” che ci avrebbe portati “al collasso”. E lo avevano promesso pure l'allora Direttore Paolo Bordon e l'allora Sindaco, Roberto Ceraolo. Come mai al momento della promessa disattesa gli amministratori sacilesi del centro destra non hanno preso – politicamente - per il bavero i responsabili? Allora per la Lega non è importante quando le richieste vengono dai cittadini? La stessa identica istanza diventa invece importantissima se la Lega deve sostenere e trasferire decisioni prese dai suoi vertici politici?


Ma è altro e ben più grave è il motivo per cui ritengo assolutamente da condannare il voto unanime su questa mozione: è il passaggio in cui si scrive che ci potrà essere “il coinvolgimento di finanziatori privati convenzionati”.

Infatti, appena diventato assessore, Riccardi aveva fatto dichiarazioni dove dava per possibile esattamente questo, cioè l'apertura a interventi privati, ad esempio con l anobile intenzione di abbattere le liste di attesa (invece di premurarsi di analizzare e risolvere il problema restando però fermamente all'interno del nostro sistema pubblico).
Perciò il passaggio di questa mozione, innocentemente infilato tra le righe righe, potrebbe in verità essere un tassello dovuto a proseguire sulla strada di decisioni già prese dall'alto del Governo regionale, cioè infiltrare la Sanità pubblica pian pianino di presenza del privato. Piano pianino, quatto quatto, come le gocce di una flebo, senza dar troppo nell'occhio, senza far troppo rumore. D'altra parte è da tempo che proprio l'ex Assessore Fundarò, che oggi si dimostra così soddisfatto del voto unanime, ci dipinge un bellissimo scenario di Policlino a Sacile. E questo fa pensare anche altro: cioè che già vi siano state manifestazioni – non manifeste (il gioco di parole ci sta perfettamente) di interessamenti privati alla struttura sacilese.

E' gravissimo dunque che con queste poche righe, infilate come un cuneo nel tema del futuro del presidio ospedaliero di Sacile,  l'amministrazione di fatto stenda un tappeto rosso a questo disegno pubblico-privato quando invece, in quanto amministratori pubblici, avrebbero il dovere di lottare come leoni (?!) per esigere di riparare ai danni di uno smantellamento di reparti e posti letto (riforma Serracchiani!) che con il Coronavirus si sono indiscutibilmente palesati. Invece di difendere come leoni (?!) il nostro presidio sanitario si stanno orientando esattamente verso quel modello infausto che è stato concausa del disastro avvenuto e non ancora risolto in Lombardia!

E guarda caso, ma caso caso, quale notizia riferisce il TG3 esattamente il giorno in cui la nostra stampa locale riporta il voto idilliaco unanime sulla mozione reparto medicina???

 

"Vola la spesa sanitaria privata in Friuli Venezia Giulia: una tendenza pluriennale che si conferma anche nel 2017, l'ultimo anno di cui si hanno ad oggi dati Istat, analizzati nel rapporto Osservasalute dell'Università Cattolica. Ogni cittadino ha sborsato dal proprio portafoglio in media 972 euro, molto di più dei 619 euro della media nazionale. L'aumento annuo da quando è cominciata la serie statistica nel 2004 è stato in media del 3 percento, contro l'1,9 nazionale e un incremento medio dell'inflazione ancora più basso, dell'1,7 per cento."

Bene, grazie allora anche all'amministrazione Spagnol di Sacile....

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Agosto 2020 14:55
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...