Sacile Partecipata e Sostenibile

Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Marzo 2021 16:56

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto avevo chiesto sui vari cantieri sacilesi, a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam bene nella buona esecuzione finale.
Per il resto non ci interessano le altre spiegazioni. Lo sappiamo tutti benissimo come funziona il project financing e quali siano gli interventi deputati alle varie società. E che Sacile fosse nella lsita di Comuni inadempienti per la questione depurazione delle acque reflue lo so bene perchè lo avevo denunciato io a giugno del 2011 pubblicando l'elenco appena uscito dalla Commissione UE.
Vero è che in Italia i Comuni si son visti togliere gran parte di competenze e addossare un enorme carico burocratico, ma questo non significa per un amministratore pubblico emulare Ponzio Pilato bensì assumere un nuovo compito: entrare ogni mattina in ufficio pensando a chi tenere il fiato sul collo quel giorno.
Invece il tema centraline pare essere anche stavolta in linea con la vicenda del mancato risarcimento a tutti i sacilesi della quota di depurazione. L'assessore, al tempo Sindaco, prima aveva negato fosse dovuto, poi, arresosi all'evidenza, aveva scaricato tutto sulla SagiDep. Nessuna informazione, nessuna lettera spedita agli utenti che ne avrebbero avuto diritto (lista promessa dall'ass. Gava al Prefetto!) e nemmeno il modulo di richiesta rimborso era stato pubblicato dal Comune. Tutta la vicenda è stata avviata e seguita e portata a termine e documentata dettagliatamente solo nel sito di SPS.

D'altra parte la tradizione di negare l'evidenza (perchè si è disinfromati o forse perchè non si vuole toccare chissà quali interessi) pare essere insita nell'aministrazione saiclese di centro destra: per fare solo l'esempio più recente anche l'assessora Zanfrà aveva prima negato poi detto che era competenza della regione l'adeguamento del regolamento edilizio al DLgs257/2016. Infine ha dovuto invece farlo il Comune, come detto fin dall'inizio. Pure in questo caso tutte le info e il documento scaricabile anche per altri Comuni lo ha fornito il sito di SPS.
Torniamo alle domande poste nell'articolo sui cantieri:
Ceraolo non spiega ai sacilesi come mai ci sono gionate intere dove al cantiere delle centraline non si vede anima viva. Perchè??? Dove sono gli operai (quei pochi)??? Sulla seconda questione afferma di seguito che la necessità di sostenere il muro di Corte Ragazzoni è "emersa con il prosciugamento" del letto del fiume. Quindi ci si è resi conto del problema solo vedendo a occhio nudo??? Nessuno allora aveva ipotizzato che poteva accadere e avviato subito una perizia??? Gravissimo! E se il muro fosse crollato in fase di prosciugamento???
In autunno avevo chiesto la data di fine lavori delle centraline e un rendering posizionato all'Ortazza per dar modo ai cittadini di vedere il risultato finale. Risposta?
L'assessore poi non risponde al fatto che il 30km/h sia completato così come oggi è. Insomma, si valuta o no di estenderlo per tutto viale Trieste, via Ettoreo compresa, in modo da cucire insieme almeno questo perimetro? E pure a via Zamboni che è una tranquilla stradina che addirittura mette in comunicazione due vie a 30km/h? Oppure facciamo un pigia e frena a singhiozzo? La letteratura dice che più ampia e omogenea è la zona 30 più funziona.
Per quanto riguarda infine l'intervento viario di San Giovanni del Tempio la risposta non è certo un generico “si farà”, ma la data precisa in cui l'integrazione è stata spedita a FVG Strade e un'ipotesi di inzio lavori.

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Marzo 2021 12:56
 
Articoli correlati :

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» E la normativa sulle barriere architettoniche???

Le segnalazioni da parte di cittadini sui cantieri della nostra città continuano purtroppo e questa volta si tratta della normativa sulle barriere architettoniche, in cui rientra appunto la pavimentazione, tombini compresi. In questo caso le...

» Tanti cantieri e tante perplessità

Sono tanti i cantieri attualmente avviati a Sacile e altrettanto numerose sono le perplessità dei cittadini:Senza ovviamente entrare in merito al dibattito tra amministrazione Spagnol e Lega, dove probabilmente la verità sta in mezzo, una cosa...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» Svelato il mistero del cartello dei lavori

Svelato pure il mistero del cartello dei lavori per la prima delle quattro centraline idroelettriche sulla Livenza, ramo Biglia.In seguito a diverse segnalazioni di cittadini che preoccupati affermavano di non aver trovato traccia del cartello...

» cantiere bloccato: Esposto al Prefetto

Gioie e dolori (più spesso i secondi) del "project financing" e dei "raggruppamenti temporanei".Lo stato di abbandono e di degrado in cui versa da agosto il cantiere destinato alla costruzione della prima della serie di centraline idroelettriche su...