Sacile Partecipata e Sostenibile

Lupi e Referendum: ovvero c'è chi perde il pelo ma non il vizio ... PDF Stampa E-mail
Sabato 25 Giugno 2011 07:32

 

art imgIn natura sono protetti perché a rischio estinzione, ma tra la specie umana questo pericolo non c’è perché sono molto prolifici e spuntano fuori nei tempi e nei luoghi più impensabili:

si tratta dei lupi della politica che perdono il pelo ma non il vizietto.

A Sacile il pelo lo hanno perso alle ultime elezioni, ma il vizietto di far apparire come vero e sacrosanto quel che fino a poco prima non esisteva non è scomparso.

Con stupore alcuni cittadini si sono visti recapitare in questi giorni un volantino firmato “Libertà Civica Cittadini per Sacile” in cui ci si compiace per il risultato dei referendum – e fin qui niente di male – se non fosse che il modo e il momento scelto e l’enfasi del testo inducono a pensare che si tratti di un ringraziamento da parte di chi si è speso per ottenere appunto questo risultato.

“La fiducia va data solo a chi la merita” sta scritto nel volantino.

Appunto.

Allora SPS non intende che si carpisca la fiducia dei cittadini in questo modo. Perché è proprio per questo che le cose non cambiano mai, pur spostando il voto una volta a destra e una volta a sinistra.

 

“Ha vinto la partecipazione!” sta scritto nel volantino.

Quale?

Mai visto nessuno di “Libertà Civica, Cittadini per Sacile” venire e dare una mano per i banchetti in piazza. Banchetti che non solo SPS e il GAS di Sacile hanno tenuto in questi mesi, ma che già gli stessi due gruppi avevano organizzato l’anno scorso per la raccolta firme. E non è stata una battaglia di un mese, ma di oltre un anno, un lasso di tempo in cui, chi aveva a cuore la difesa di questi principi, avrebbe avuto modo di “metterci la faccia” e aggiungersi e collaborare al gruppo di Sacile.

Nonostante l’invito ribadito sulla stampa e a voce durante i banchetti non siamo mai stati contattati da altre forze politiche o associazioni.

Facile ora, aver aspettato il risultato certo, il successo, per entrare in campo e sbracciarsi nei ringraziamenti.

“Libertà Civica Cittadini per Sacile” hanno aderito ufficialmente come “sostenitori della campagna referendaria”? Hanno pagato la quota di adesione per l’autofinanziamento per l’acquisto materiali? Sono mai venuti alle riunioni organizzative? Hanno raccolto fondi da inviare al comitato referendario?

E chissà inoltre se si erano premurati di firmare la richiesta per l’indizione del Referendum un anno fa….speriamo lo abbiano fatto in altri luoghi……perché nei moduli validati a Sacile molti nomi mancavano

Ora si muovono: hanno gambe, tempo e risorse da usare per stampare e distribuire volantini di “ringraziamento” …..

Ecco quelli che a poche settimane dal voto –  dopo aver visto i risultati delle Amministrative e aver annusato che buona aria tirava – si son scoperti passionari dei referendum!

Una differenza con il PD di Sacile almeno c’è: il PD ha fatto – in assolo, pur essendo stato invitato a contattare il gruppo operativo a Sacile, ed esponendo ben visibile il suo simbolo – un banchetto e un’iniziativa a pochi giorni dal voto, quando, si può dire, il carro del vincitore era ancora in movimento e forse un minimo rischio di farsi male, per chi saliva all’ultimo minuto, c’era.

Libertà Civica di Sacile invece ha aspettato che il carro fosse ben fermo per salirvi su con tutta calma e in assoluta sicurezza.

Sì, ha vinto la partecipazione, quella dei cittadini che trasversalmente hanno votato senza farsi condizionare.

Ha vinto la Res Pubblica.

Ma non intendiamo lasciar prendere in giro i cittadini e lasciar vincere l’ipocrisia.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Giugno 2011 07:39
 
Articoli correlati :

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Seconda puntata

Strano che il Sindaco confonda con "scenari apocalittici" la mia dettagliata cronistoria di alcune decadi di disagi logistici dall'Istituto Magistrale all'odierno Pujati. Non c'è una sola visione che hanno portato alla frammentazione delle sedi di...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Continuano le entrate al semaforo di S.Giovanni del T.

Eh già, ancora una volta come detto e stradetto: sarebbe stata una storia infinita...Infatti alle ore 8.20 del 6 maggio dell'ormai 2021 distratti automobilisti continuano imperterriti a svoltare a destra per entrare in via dei Masi. Stamattina ero...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» Tutelare la salute dei dipendenti del SM alla Serenissima

Cari lettori, questa volta mi rivolgo nello specifico a chi frequenta abitualmente il supermercato Superone al CC Serenissima di Sacile. Da alcuni giorni noi clienti ci accorgiamo del freddo mentre siamo in fila alle casse. Una situazione che da...

» E la Mineraria???

L'amministrazione sacilese ha comunicato che a fine 2022 verranno installate da Autovie Venete delle barriere fonoassorbenti lungo i cavalcavia dell'autostrada. Non si può che concordare con la buona notizia. Ma perchè allora i nostri...

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...