Sacile Partecipata e Sostenibile

Nuova caldaia al posto della "Pediatria di gruppo"?! PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Maggio 2013 16:28

Esprimere forte sconcerto relativamente alla decisione di sospendere il progetto di pediatria di gruppo per dirottare i fondi sulla nuova caldaia dell'Ospedale è un eufemismo.
Fermo restando che ovviamente manutenzioni, riparazioni e sostituzioni sono doverose, la dichiarazione di “urgenza” significa ammettere le responsabilità: Sono anni che è risaputo lo stato obsoleto della caldaia, anni che se ne parla, anni che si traducono in spreco di denaro per un impianto che per reggere deve andare a tutta potenza, divorando ed emettendo energia inquinante.
Non è solo che le risorse vengono spostate dalla messa a norma dei locali che avrebbero ospitato la pediatria di gruppo ai lavori per la centrale termica, è grave il fatto che di conseguenza il progetto stesso viene affossato. La “Cittadella della salute” di Sacile è solo un bel pensiero su carta perchè non esiste alcun stanziamento di fondi.
Non possiamo non chiederci come mai la cittadinanza viene a sapere 8 mesi dopo l'incontro da noi promosso nel settembre 2012 con il Direttore Sanitario, dott. Mario Casini, e il responsabile del Distretto Sanitario, dott. Antonio Gabrielli, quale fosse la destinazione dei fondi che prima parevano essere destinati all'avvio del progetto, le cui finalità ci erano state elogiate dagli stessi. Effettivamente al nostro sollecito per conoscere i tempi del progetto ci era stato risposto che aveva subito uno stop “per l’insorgere di imprevisti di carattere economico che richiedevano immediata risposta”, ma si confidava “nell’avvio entro il 2013” . E non era stato dato ulteriore chiarimento.

Si sapeva invece già allora che si doveva finanziare il “nuovo appalto per la gestione del calore unitamente al rinnovo della centrale termica”? Allora perchè annunciare ciò che si sapeva non fattibile? Sono queste le capacità di "programmazione"? E davvero, con un bilancio in attivo, come appena comunicato sulla stampa dal Direttore Generale, dott.Tonutti, non si potevano trovare risorse per entrambe le cose?
Eppure era stata data grande rilevanza alla possibilità di lavorare in team che si prospettava ai Pediatri con l'apertura degli studi associati al 4° piano del padiglione Meneghini. Uno sforzo economico, se tale davvero fosse, indiscutibilmente doveroso, a nostro parere, perchè si sa che dare il miglior servizio sanitario ai pazienti più piccini si traduce in investimento per la salute da adulti. E' che sul territorio non tutto funzioni proprio bene è provato anche dal sovraffollamento del Pronto Soccorso Pediatrico di Pordenone.
L'ARS e SPS ritengono dunque gravissimo questo rinvio del progetto di pediatria di gruppo che, a questo punto, leggiamo come una cancellazione, a meno che nel giro di pochi giorni non arrivi dalla Direzione Generale chiara dichiarazione di impegno nei tempi e nei modi, unitamente allo stanziamento delle risorse utili allo scopo.

Luigi Zoccolan per l'ARS e Carlo Bosi per SPS

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Giugno 2013 16:23
 
Articoli correlati :

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...