Sacile Partecipata e Sostenibile

nuova colata di cemento e asfalto sul Livenza PDF Stampa E-mail
Sabato 09 Novembre 2013 18:04

Siamo alle solite: dopo aver rovinato in modo irreparabile a Pordenone la zona dei laghetti Tomadini, la multinazionale Despar si è prodigata a rovinare le sponde del nostro Livenza gettando cemento e asfalto fino alle rive del fiume. SPS è molto critica sul progetto dell'area ex Bonadio in quanto denota la scarsa sensibilità nei confronti di ambiente e territorio delle amministrazioni responsabili che si sono avvicendate. Ancora una volta si impermeabilizzano zone che dovrebbero essere salvaguardate e lasciate integre e si sigillano centinaia di metri quadri di terreno aumentando il pericolo di esondazioni. Non sono sicuramente i pochi alberi piantati a risolvere la situazione o, addirittura, a far passare la piantumazione per un ripristino dell'ambiente. Si continua a costruire in riva al fiume in barba a tutte le norme di buon senso dettate dai fatti che succedono in modo sempre più frequentemente e in nome della speculazione edilizia. Perchè ci si chiede quale necessità ci sia di altri centri commerciali visto che nel raggio di pochi km ce ne sono già 12, di cui molti soffrono già crisi e concorrenza poco dopo avviati.
Carlo Bosi

E che non ci parlino di "nuovi posti di lavoro".
Perchè non si tratta di "nuovi" ma solo di numero "spostato" di luogo: ogni nuova apertura mette infatti in crisi quella esistente. In questo caso ci son ben quattro realtà che gravitano nell'arco di un chilometro quadratato. Ci sono ben due negozi di prossimità e due supermercati (2 in viale Lacchin, uno di fronte al parcheggio di Foro Boario e uno a San Odorico), tutti a conduzione familiare, che verranno messi in crisi. Se questo portasse alla chiusura sarebbero dunque posti persi e andrebbero detratti da quelli annunciati dal nuovo supermercato.
Al solito: il pesce più grosso mangia il più piccolo. Non coesistono. Non si sommano.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Novembre 2013 13:40
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...