Sacile Partecipata e Sostenibile

paese che vai... guerra che trovi per la gestione rifiuti PDF Stampa E-mail
Sabato 26 Ottobre 2013 18:06

Leggiamo in parallelo: Mentre a Sacile SNUA e GEA protestano per non esser state tenute in considerazione al momento del rinnovo del contratto relativo alla gestione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti (rinnovato ad Ambiente Servizi), a Porcia accade lo stesso, cioè l'affidamento riconfermato a SNUA  per il prossimo triennio.
Quindi a Porcia non protesta SNUA e a Sacile non protesta Ambiente Servizi. Lo stesso meccanismo va bene o va male a seconda che nel tal Comune riguardi questa o quella società. La richiesta di una “indagine di mercato” arriva sempre dove si è stati esclusi.
Nulla di strano. Nulla di nuovo ad ovest del FVG.
Concordiamo con il nostro Sindaco quando dice che sarebbe meglio iniziare a dialogare, perchè intanto, a est del FVG, si stanno delineando quelle fusioni che prima o poi porteranno alla società unica regionale.
Si è svolta infatti a Trieste giusto ieri, 25 ottobre, la conferenza stampa sui primi risultati prodotti dalla fusione tra Hera e Acegas Aps dopo 10 mesi di lavoro. I risultati, considerati molto soddisfacenti dal Sindaco Cosolini, potrebbero essere preludio all'espansione ulteriore a livello regionale, è stato detto.

Per quanto riguarda nello specifico Sacile, SPS si è già espressa relativamente alla forma gestionale di queste società, pur “al 100% pubbliche”. Siamo convinti che, come è da poco stato messo in luce sia dalla Corte dei Conti, sia nel convegno nazionale sulle partecipate tenutosi a Udine il 12 ottobre, alla fine le spese negli anni per le tasche dei cittadini del FVG siano state e siano ingenti. Non a caso un tema quanto mai attuale vista l’espansione delle società partecipate,  troppe volte “non giustificata”, come si è detto al convegno intitolato “Il controllo degli organismi partecipati dagli enti locali”organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Udine con l’Ancrel (Associazione nazionale certificatori e relatori enti locali).

Intanto, per alleviare subito il peso delle bollette in questi tempi sempre più difficili, sarebbe utile  dilazionare il pagamento delle stesse nel doppio del tempo previsto attualmente, nel caso l'utente sia in cassa integrazione.
Poi si potrebbe ragionare su eventuali altri margini possibili di efficacia ed economicità: Dal momento che va coperto il cento per cento del costo del servizio quali possibilità ci possono ancora essere per contenere a monte i costi di raccolta e smaltimento?
Ad es., è davvero necessario passare una volta al mese a recuperare gli ingombranti (quelli su prenotazione telefonica) o basterebbe una scadenza bimestrale?
Ora che plastica e lattine vanno insieme può essere ridotto uno svuotamento al mese del vetro?
Se abbiamo ulteriormente incrementato la percentuale di differenziazione può essere ridotto uno svuotamento al mese del secco?

Una cosa è certa, non si risparmia sulla pelle dei lavoratori. Non ci pare infatti assolutamente consono al pesante lavoro il fatto che sia un solo operatore debba guidare il camion e scendere a recuperare e caricare il rifiuto. Proviamo un po' a immaginare quante volte significa scendere e salire al giorno e moltiplicare poi per tutto l'anno.
Ginocchia e schiena ringraziano del risultato della moltiplicazione.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Ottobre 2013 18:13
 
Articoli correlati :

» Sospeso report mensile inquinamento a Sacile

Carissimi lettori e sostenitori, in particolare quelli sempre molto attenti alle gravi problematiche dell'inquinamento. Purtroppo per ora non so SE e QUANDO si potrà ripubblicare puntualmente mese per mese il pdf che vi mostrava ogni nel modo più...

» Primo comunicato stampa elezioni 2022

Alleanza Verdi Sinistra e Sacile Partecipata e Sostenibile: a Sacile è tempo di voltare pagina.Le recenti elezioni politiche hanno restituito anche a la presenza importante della sinistra ecologista e dei diritti, nel più ampio schieramento...

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...