Sacile Partecipata e Sostenibile

perchè l'incrocio di via Meneghini non è visibile??? PDF Stampa E-mail
Martedì 14 Maggio 2013 18:10

Come è successo per la questione di Via dei Masi di San Giovanni del Tempio è successo anche per l'incrocio tra Viale Trieste e Via Meneghini: i lavori non sono stati eseguiti secondo la progettazione originaria. Una proposta progettuale elaborata con sensibilità e competenza dai tecnici dei nostri stessi uffici comunali.
Infatti per il passaggio pedonale di Via Meneghini, finanziato con contributo regionale per il progetto “CamminaCammina”, era previsto innanzitutto che l'attraversamento pedonale fosse rialzato rispetto alla quota esistente e fosse realizzato in porfido. Inoltre si parlava di “aiuola spartitraffico”, definizione che evoca un manufatto leggermente maggiore e più visibile di quello attuale (dal quale peraltro dopo tre mesi già si staccava tutta la fascia gialla rifrangente che cingeva il bordo!). E, soprattutto, proprio per garantire visibilità al calar della luce naturale, il passaggio pedonale doveva essere illuminato da “idonea illuminazione”, cioè da un grande portale. Per la messa in sicurezza dell'area circostante era previsto anche il rifacimento del passaggio pedonale su Viale Trieste e di quello allo sbocco di Via Piccin su Via Meneghini.

Non lascia infatti dubbi la relazione tecnica che parla di “realizzazione di tre passaggi pedonali in porfido lievemente rialzati rispetto alla quota dell'asse stradale”, della “realizzazione di un'aiuola spartitraffico mediante la posa di adeguata cordonata e piantumazione di essenze floreali” e della “fornitura e posa di portale di illuminazione”.
Non ci resta che tristemente constatare ancora una volta che si parla di sicurezza per gli utenti non motorizzati, che si presentano anche alla popolazione progetti di messa in sicurezza per pedoni e ciclisti, ma che poi, al momento della realizzazione, chissà perchè, qualcosa si è perso – è il caso di dirlo – per strada. E pare proprio che ogni intervento perda per strada esattamente quello che poteva dar anche il più leggero fastidio agli utenti motorizzati.

Ma questa conclusione è sicuramente solo un'infondata impressione dei pochi che incautamente condividono la fantasiosa visione di mobilità sicura di SPS.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Maggio 2013 21:11
 
Articoli correlati :

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...

» I conti dell'ex ass. Cazorzi son giusti, ma il risultato...NO

A dimostrazione di quanto detto nel titolo inizio proprio dalla giornata della pubblicazione di questo articolo su , cioè la linea Sacile Gemona, attualmente Sacile - Maniago (34km). Oggi, , è infatti un gran giorno per tutta la popolazione che...

» Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.Non posso che concordare sulla ennesima...

» I risultati delle "riforme" nel lungo periodo

Ecco il risultato nel lungo periodo della "riforma Serracchiani". Nel lungo periodo sottolineo. Quindi ormai nessuno può dire che eravamo "nostalgici e prevenuti" e che "negli anni si vedranno i risultati".Di solito questi titoli, che già dovevano...

» Dove metto la VETRORESINA???

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.Perchè?Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti...

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...