Sacile Partecipata e Sostenibile

Pervenuti i dati sul consumo di territorio a Sacile! PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Novembre 2012 18:24

logoDal 27 febbraio di quest'anno è in atto un'iniziativa singolare nel nostro paese: il Forum Nazionale "Salviamo il Paesaggio, difendiamo i Territori" ha inviato una richiesta a tutti gli 8101 comuni italiani per la compilazione e restituzione di una scheda di censimento che si propone di mettere in luce qualche dato importante come il rapporto tra la superficie comunale complessiva e le aree verdi, l'estensione del suolo già urbanizzata, secondo quanto previsto dallo strumento urbanistico in vigore,  ed anche l'ammontare degli immobili (tanto residenziali quanto produttivi) presenti in ciascun comune e al momento vuoti sfitti e non utilizzati. La finalità è quella di dimostrare all’opinione pubblica tutta che, inequivocabili dati alla mano, suggeriscono di abbandonare la strada di costruire ancora distruggendo suolo fertile, per dirigere le attenzioni del comparto edile verso il recupero dell'ampio patrimonio edilizio esistente nei comuni, con interventi di risparmio energetico degli edifici e la loro maggior salubrità.
Uno dei pochi comuni della provincia di Pordenone ad aver compilato e resituito il questionario è stato Sacile; a riguardo ringraziamo profondamente l'Assessore all'Urbanistica Scarabellotto e l'arch. Della Savia per il lavoro svolto e per la disponibilità dimostrata.
La situazione del circondario non è allettante, ma questo non deve scoraggiarsi o essere ancor peggio una scusa per non proseguire verso una strada alternativa che porti all’equilibrio fra uomo, natura e progresso.
Da una prima lettura del questionario si evince che nella nostra città della musica  sono già stati urbanizzati 770 ettari, quasi un quarto della superficie comunale complessiva (3206 ha),  e che il Piano urbanistico prevede ulteriori 109 ettari potenzialmente urbanizzabili e 1.069.111 mq di superficie lorda totale ancora da costruire! Un dato molto allarmante, che mette in evidenza che anche a Sacile si continua a cementificare il suolo libero,  invece di indirizzare la politica urbanistica ed economica verso il recupero del patrimonio edilizio già esistente
Dobbiamo quindi  valorizzare Sacile e le sue bellezze e per dare a chi ci abita vivibilità.  Ribadiamo fortemente  la necessità di avere una città viva  e rispettosa del suo patrimonio naturale.

i referenti per la campagna Salviamo il Paesaggio:
Angelo Gaggiotti per VAS
Emilio Ditali per SPS

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Novembre 2012 10:03
 
Articoli correlati :

» Richiesta dati Comune Sacile Campagna Salviamo il Paesaggio

Dal 27 febbraio di quest'anno è in atto un'iniziativa singolare nel nostro paese: il Forum nazionale "Salviamo il paesaggio, difendiamo i Territori" ha inviato una richiesta a tutti gli 8101 comuni italiani per sollecitare, entro 6 mesi, la...

» Ddl Salva terreni agricoli

Il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania ha portato a termine un provvedimento importantissimo: si tratta del disegno di legge in materia di valorizzazione delle aree agricole e di CONTENIMENTO DEL CONSUMO DEL...

» Calcoliamo quanto consumano gli standby di casa nostra ...

Gli standby, ovvero tutti i dispositivi allacciati alla linea elettrica e solo apparentemente spenti, sono tanti. Anche se singolarmente consumano poco, la somma dei vari contributi può portare a consumi considerevoli nelle 24 ore: fino al 30% di...

» Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio: verbali dei gruppi di lavoro e del coordinamento nazionale

VERBALI DEI GRUPPI DI LAVOROCome sapete "Salviamo il Paesaggio" (Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio) è nato "ufficialmente" un paio di settimane fa con l'assemblea di Cassinetta di Lugagnano e ha ormai raggiunto l'adesione di...

» Radio RAI3 - TUTTA LA CITTA' NE PARLA 11 ottobre 2011 – tema: “Basta scatoloni commerciali e industriali ovunque - basta consumo di suolo”

Il conduttore ha letto in diretta il commento di un nostro sostenitore (da fuori Comune) relativo agli "scatoloni" Ikea & Co e alla "capannonizzazione" del territorio. E noi lo pubblichiamo molto volentieri:1) Quella che molti - imprese e...

» Mineraria Sacilese: presidio di SpS e ambientalisti venerdì 7 ottobre dalle 12.00 alle19.00!!!

“Sacile Partecipata e Sostenibile” informa la cittadinanza che venerdì 7 ottobre, dalle ore 12.00 alle ore 19.00, è indetto in Via Cartiera Vecchia un presidio composto da esponenti della suddetta lista civica e di associazioni ambientaliste,...

» L'esempio di 16 coraggiose famiglie in difesa del territorio

16 coraggiose famiglie hanno saputo difendere il loro prezioso territorio senza farsi allettare da false promesse.Si tratta delle 16 famiglie residenti a San Antonio-Oltreacqua, piccola frazione di Tarvisio (UD), una comunità dedita prevalentemente...

» SPS ha aderito alla campagna nazionale "Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori".

La campagna nazionale , nasce su impulso dell’associazione Slow Food e del Movimento "Stop al Consumo di Territorio". Hanno già aderito  Legambiente, LIPU, Pro Natura, Eddyburg, Movimento Decrescita Felice, Altreconomia, Associazione Comuni...

» Nuova strada Sacile-Caneva: un progetto assurdo, vediamo il perchè ...

Martedì 14 giugno 2011 abbiamo avuto il piacere di ospitare a Sacile per qualche ora la dott.ssa Nadia Breda, antropologa dell'ambiente, professoressa all' Università di Firenze, ed autrice del libro BIBO-Dalla palude ai cementi- storia dei danni...

» Il manifesto "Stop al cemento" colpisce nel segno ed apre il dibattito sulle scelte urbanistiche sacilesi ... ci voleva!

Sembra aver colpito nel segno il manifesto che abbiamo dedicato a uno dei temi portanti del nostro programma e che è rivolto ovviamente a tutte le forze politiche “cementificatrici”. Come lista Sacile Partecipata e Sostenibile abbiamo aderito...