Sacile Partecipata e Sostenibile

PS Pediatrico - esposto al Prefetto PDF Stampa E-mail
Domenica 02 Dicembre 2012 14:02

Pubblichiamo di seguito l'esposto che abbiamo inviato al Prefetto di Pordenone in seguito alla segnalazione che abbiamo ricevuto da una mamma per quanto accaduto venerdì 30/11/12 al Pronto Soccorso Pediatrico di Pordenone.
Purtroppo continua la nostra raccolta di gravi disservizi. Ne faremmo volentieri a meno. Ma non abbiamo che conferme: pensate che poco dopo aver imbucato la lettera al Prefetto, un'altra mamma, incontrata per caso, ci ha riferito che la situazione da noi segnalata non si è verificata solo al pomeriggio, ma così è stato sin dalla mattina: c'è chi è entrata alle 8.00 e uscita alle 12.00.
Pensate quanto pesa a noi adulti dover aspettare 4 ore se abbiamo male.... e ora immaginatevi un piccolo paziente e la sua mamma preoccupata......

AL PREFETTO di PORDENONE
Sacile, 01/12/2012

Oggetto: Situazione Pronto Soccorso Pediatrico di venerdì, 30 novembre

Ill.mo sig. Prefetto,
Con la presente la lista civica Sacile Partecipata e Sostenibile e l'Associazione per il Rinnovamento della Sinistra intendono esporre all’attenzione della S.V. quanto segue:
Pare che nel pomeriggio di ieri, venerdì 30 novembre c.a., al Pronto Soccorso Pediatrico dell'Ospedale di Pordenone si sia verificata una situazione di estrema gravità per i piccoli utenti e le loro famiglie:
nelle ore pomeridiane si è verificato un affollamento di una ventina di piccoli pazienti;
i tempi di attesa per essere visitati sono stati tra le 3 e le quattro ore;

l'unico medico presente era obbligato/a a continui spostamenti tra il Pronto  Soccorso Pediatrico, la sala parto e il Pronto Soccorso generale;
Pare che la motivazione sia stata la mancata previsione di quanti ambulatori pediatrici fossero stati chiusi per la partecipazione dei Pediatri al Convegno Nazionale “Confronti in Pediatria” in corso a Trieste. Non essendo state rilevate le adesioni conseguentemente non si era potuto sapere come e quanto rafforzare il presidio pordenonese.
Riteniamo che tale situazione, a maggior ragione trattandosi di piccoli pazienti, sia stata di inaudita gravità, che l'unico medico presente abbia dovuto sopportare un grave carico di lavoro – dal punto di vista materiale e psicologico – che avrebbe potuto anche indurre all'errore, e che la giusta esigenza dei pediatri – nota da tempo – non aveva ragione di non essere gestita in modo efficiente calcolando esattamente il numero degli ambulatori chiusi e provvedendo a misure sostitutive.
Alla luce di quanto esposto chiediamo alla S.V. di intervenire al fine che una tale situazione non abbia più da verificarsi.

Ringraziando per la Sua cortese attenzione, porgiamo distinti saluti a nome della lista civica Sacile Partecipata e Sostenibile e dell'Associazione per il Rinnovamento della Sinistra
Rossana Casadio per SPS                                                          Luigi Zoccolan per l'ARS

 

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Dicembre 2012 09:33
 
Articoli correlati :

» Nessuna risposta dopo un mese per S.Giovanni d.T.

Purtroppo siamo alle solite. Finché si tratta di generiche promesse tutto è facile, ma quando si chiedono informazioni precise la risposta è fin troppo spesso il silenzio nella speranza che i cittadini si dimentichino.La promessa di sistemazione...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il risveglio tardivo della Lega pordenonese

Un pò nella tradizione della facilità con cui si possono, il 23 gennaio leggiamo sulla stampa che Sindaci e amministratori della Lega del Friuli occidentale hanno incontrato il Presidente della regione, Fedriga, per “sancire il filo diretto tra...

» Il Prefetto risolve l'attesa al freddo

Finalmente dopo quasi UN anno nessuno sarà più costretto ad addossarsi al muro per stare un pò al riparo in attesa di vaccinarsi. una seconda volta perchè evidentemente si era cercato di fare orecchie da mercante, ma da oggi, martedì 4 gennaio...

» Ci risiamo: l'amministrazione distratta sulle nuove norme

Ci risiamo. Dopo aver per anni negato in tutti i modi il dovuto rimborso per la depurazione, ora l'amministrazione sacilese DEVE affrettarsi a convocare la commissione competente per adeguare il Regolamento Edilizio al nuovo D.Lgs.48/2020. E...

» Risposta Prefetto alla mancata modifica dei Reg. Edil.

Riporto di seguito la risposta pervenuta dalla Prefettura di Pordenone da parte di molte amministrazioni comunali del D.Lgs. 257/16.Vi faccio notare che questa volta il Prefetto è andato oltre la risposta meramente formale. Si legge chiaramente (vi...

» Esposto al Prefetto sul mancato recepimento del DLgs257/16

Avere rispetto delle Istituzioni porta purtroppo a meravigliarsi ogni qualvolta ci si accorge che gli obblighi di Legge restano tranquillamente inapplicati. Così è stato anche a Sacile, ad es. per quanto riguardava l' (finalmente promosso sei mesi...

» I risultati delle "riforme" nel lungo periodo

Ecco il risultato nel lungo periodo della "riforma Serracchiani". Nel lungo periodo sottolineo. Quindi ormai nessuno può dire che eravamo "nostalgici e prevenuti" e che "negli anni si vedranno i risultati".Di solito questi titoli, che già dovevano...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...

» Esposto al Prefetto sulla passerella della Denis Zanette

AL PREFETTO di PORDENONE p.c. AL SINDACO DI SACILE Sacile, 02/07/2019Oggetto: Passerella in legno come barriera architettonicaIll.mo sig. Prefetto,Con la presente intendiamo esporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Recentemente nel Comune...