Sacile Partecipata e Sostenibile

purtroppo è finalmente ufficiale: lo SMOG è cancerogeno pari all'AMIANTO e al BENZENE. PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Ottobre 2013 13:19

Per chi avesse ancora avuto dei dubbi (cioè le persone di animo puro che tentano sempre di "capire") l’OMS ha ufficializzato da pochi giorni la cancerogenità dell’inquinamento atmosferico.

Magari era meglio prima, dirà chi da decenni lo sosteneva e, invano, lo denunciava. Infatti s itratta di una presa di posizione che non può più negare quanto si comincia ormai "materialmente" a constatare: partendo da Hong Kong, dove lo smog raggiunge livelli di altissimo rischio, sempre più  lavoratori definiti “outdoor”, cioè che lavorano all'esterno, si organizzano per ricevere un risarcimento: denunce in arrivo per i datori di lavoro.

Pensate solo a tutti coloro che lavorano sulle strade, dagli operai alla Polizia Municipale.

Dopo decenni di studi sul legame fra inquinamento atmosferico e cancro, finalmente lo Iarc, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ha ammesso che ci sono sufficienti evidenze scientifiche per considerare lo smog un fattore cancerogeno, come l’amianto e il benzene. L’inserimento dell’inquinamento atmosferico nel Gruppo 1 – che nella classificazione internazionale corrisponde a “sostanze note per gli effetti cancerogeni sull’uomo”, non è soltanto un passo avanti per il mondo accademico: è uno strumento che potrebbe rivelarsi decisivo per i lavoratori che hanno contratto forme tumorali lavorando all’aperto.

Uno dei problemi più grossi nell’accertamento delle responsabilità era, fino ad oggi, la mancanza di un’ufficializzazione del rapporto causa – effetto tra smog e patologie tumorali. Le cause del tumore sono molteplici, come spiega da anni l’Airc: “Non esiste comunque quasi mai, tranne in alcune rare forme ereditarie, un'unica causa che possa spiegare l'insorgenza di un tumore. Al suo sviluppo concorrono diversi fattori, alcuni dei quali non sono modificabili, come i geni ereditati dai propri genitori o l'età, mentre su altri abbiamo la possibilità di intervenire per ridurre il rischio di andare incontro alla malattia”.

Intanto la dichiarazione ufficiale dell’OMS può dare un grande contributo nel consolidare la consapevolezza dei cittadini sulla relazione fra smog e cancro. Se non altro perchè sempre più persone prenderanno seriamente in considerazione la possibilità di ricorrere ad azioni legali: I rischi per la salute derivanti dalla cattiva qualità dell’aria potranno essere riconosciuti come malattia professionale a tutti gli effetti, e come tali indennizzabili ai sensi delle leggi a tutela del lavoro, tenendo in considerazione età, condizioni lavorative e gravità della patologia contratta.

Per quanto riguarda Sacile, non sarebbe male che, come SPS ha più volte fatto presente, anche il nostro Comune si doti di centraline di ultima generazione in grado di rilevare Pm 2,5 e Pm 1 (in aggiunta alla misurazione di Pm10 con quell'unica centralina presente), da sistemare in funzione delle prevalenti zone di emissioni per garantire un più serio e capillare controllo sul territorio.
Sarebbe anche ora che finalmente si potesse davvero avere “i dati in tempo reale”, come scritto nel sito dell'ARPA. Non solo pubblicati immediatamente (per ora... MAGARI!) nel sito dell'ARPA e del Comune, ma anche sui pannelli elettronici visibili ai cittadini.

Dopodichè ci vorrebbero amministratori informati e coraggiosi, ma questa è un'altra storia.

Tra un pò si accenderanno gli impianti di riscaldamento e arriverà la nebbia. Ci prepariamo alla prossima stagione di inquinamento, a riprova dell'efficacia pari a zero (inversamente proporzionale allo smog!) del tanto decantato Piano per il Risanamento dell'Aria varato dal centro destra (che doveva, tra l'altro, permettere ai Comuni di agire in anticipo).

Poveri noi.

Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Dicembre 2015 16:27
 
Articoli correlati :

» Lettera a perta del comitato "Pontebbana, vogliamo respirare"

Lettera apertaAlle amministrazioni comunali di Sacile, Fontanafredda, Porcia, Pordenone, Fiume Veneto, Zoppola, Casarsa della Delizia, Valvasone Arzene, Alle associazioni dei territori indicati,Ai cittadini residentiVISTA la situazione in rapido...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo?

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle )?!Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei...

» terra dei fuochi ... friulana doc

21 settembre. Una bellissima giornata tersa dopo due settimane di pioggia. Un bel tepore. La natura non ancora autunnale si presenta alle 17.15 nei suoi colori più belli.Eppure...Eppure, ecco lo spettacolo che si presenta alla rotondina che dalla...

» Comunicato del dott. Mario Canciani sui roghi epifanici

FUOCHI TRADIZIONALI E  SALUTE"L'inquinamento atmosferico è ormai riconosciuto come il "big killer", una delle principali cause di malattie non solo respiratorie e tumorali, ma anche cardiovascolari. Le polveri sottili e specialmente ultrasottili...

» ultimo pezzettino per la ciclabile Tarvisio - Gemona!

Ultimo pezzettino: ecco i pochi chilometri ancora mancanti tra Resiutta e Venzone. sta per essere unita in un percorso unico almeno fino a Gemona: è infatti percorribile da Tarvisio a Resiutta - attraversando anche i tunnel storici tutti...

» Dire che il piano aria dei 10 comuni è comico sarebbe un complimento

Definirlo "comico" si potrebbe se non si trattasse di una tale gravità. Gli amministratori dei 10 Comuni presenti del pordenonese hanno fatto una sola cosa nuova: mettersi insieme.Primo provvedimento che andava fatto già anni fa. Primo aspetto...

» e se ci servissimo di un ... aspirapolverone?!

Eccolo!E' alta sette metro la torretta situata su un prato di Rotterdam che si nutre di ... inquinamento!Il progettista del prototipo su scala reale è  Daan Roosegaarde, designer olandese, che nel giro di poco tempo ha raccolto i fondi con il...

» SPS lancia le "U.T.A"!

Visto il dubbio successo delle UTI noi proponiamo intanto qualcosa di più utile alla salute della cittadinanza: le UTA = Unioni Territoriali Ambientali.Nulla vieta infatti che i Sindaci (responsabili DELLA SALUTE e non certo delle tradizioni!) si...

» ...ma guarda un pò...

Ma guarda un pò...Il in cui scopriamo che DA AGOSTO c'è UN GUASTO al computer Nexus dell'Agenzia, dedicato alla previsione della qualità dell'aria. Si è trattato di "un guasto del tutto imprevedibile" (?!) che ha avuto come conseguenza "la...