Sacile Partecipata e Sostenibile

Quale destino per la villetta ex Enel? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Febbraio 2021 16:47

Dal momento che seguo la vicenda della villetta chiamata "ex Enel" dal 2012, avendo denunciato il pericolo di volontà di abbattimento per far posto ad una rotonda, chiedo che l'amministrazione comunale dichiari quale sia ad oggi il suo orientamento.
Da parte mia sto valutando comunque una segnalazione alla Sovrintendenza, esattamente come avevo fatto nel 2012 per villa Poletti, oggi vincolata.

 

 

 

 

 

 

Purtroppo infatti la villetta che al tempo a Sacile era sede dell'Enel e che oggi è in vendita da parte di Enel, non compare nell'elenco delle ville Liberty di viale Lacchin tutelate.

Sono vincolate e pertanto al sicuro, come elencate nella Variante 54, solo le ville Tallon, Amadio e Lacchin/Patrizio.

Poco tempo fa sulla stampa locale abbiamo letto che si intende procedere con i lavori della rotonda in viale Lacchin e che è stato affidato intanto l'incarico di progettazione preliminare. Non veniva specificato nulla in merito al destino della villetta che si trova all'incrocio.
Come si può però vedere nell'articolo del sito di SPS datato 6 ottobre 2012, il PUT dell'amministrazione Cappuzzo elencava ben TRE possibilità per la realizzazione di una rotatoria al posto dell'attuale semaforo:

Le prime due soluzioni non prevedevano l’abbattimento della villetta ex-Enel (infatti si vede la sagoma della villetta all’incrocio). Queste due soluzioni prevedevano semplicemente il mantenimento della villetta con una rotonda di dimensioni più contenute, cosa che, se sarà anche chiuso il passaggio a livello, sarà più che sufficiente. In fin dei conti siamo in città e non sulla Pontebbana. Le auto andranno piano e basta.
Purtroppo però, guarda caso, il partito dell'automobilista vince sempre e nell'allora Variante Generale 54 era stata scelta proprio la terza modalità, quella di una rotonda “sbracata” e della conseguente demolizione della villetta. Nella terza soluzione si vede la rotonda che si sovrappone alla sagoma della villetta ex Enel. Un'opera sovradimensionata, sproporzionata e visivamente impattante per le caratteristiche di viale Lacchin.

PS: EVVIVA! A maggio appare ufficialmente sulla stampa che Ceraolo comunica l'impossibilità di demolirla perchè risulta VINCOLATA dalla SOPRINTENDENZA!!!

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Maggio 2021 15:10
 
Articoli correlati :

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...

» una rotonda per via Cartiera Vecchia

Come si può costruire un parcheggio da 300 posti senza prevedere una entrata/uscita in sicurezza? Lasciando tutto tranquillamente come quando i parcheggi erano poche decine?A maggior ragione sapendo benissimo che esattamente di fronte , non appena...

» strisce su tre lati... e il quarto???

Passato ormai un anno dalla realizzazione della rotonda di via M.Sfriso all’incrocio con via Fasan, i cittadini sono ancora in attesa che venga realizzata la segnaletica orizzontale al passaggio pedonale di via Fasan. Sono dipinte in bianco e blu...

» segnalazioni dei cittadini di Sacile ovest

Mentre finalmente dopo oltre 15 anni i residenti di via Aquileia han festeggiato l’illuminazione della via, alcuni cittadini ci hanno contattato da Sacile ovest per comunicarci che alla rotonda di viale M. Sfriso mancano ancora le strisce pedonali...

» il tempo ci dà ancora ragione...

Il tempo ci dà ancora una volta ragione... ma stiamo perdendo il conto ormai di quante volte finora è stato così... Speriamo che il conto lo tengano bene i cittadini che onestamente vogliono cambiare la qualità della vita della nostra...

» il restyling dell'ospedale di...

Al nastro di partenza per il 2014 i lavori di restyling dell'ospedale di San Vito.Per un totale di 13 milioni di Euro si attende solo l'appalto. Lavori che inizieranno dai piani terra dove hanno sede la fisioterapia e vari ambulatori, compreso un...

» perchè l'incrocio di via Meneghini non è visibile???

Come è successo per la questione di di San Giovanni del Tempio è successo anche per l'incrocio tra Viale Trieste e Via Meneghini: i lavori non sono stati eseguiti secondo la progettazione originaria. Una proposta progettuale elaborata con...

» Rotatorie sì o no o no o sì … se sicuramente sicure?!

In teoria non possiamo che concordare con la previsione di alcune rotatorie previste dal nuovo Piano Urbano del Traffico, in primis con quella in via Cartiera Vecchia all'intersezione con via Carducci.Concordiamo anche con l'effetto auspicato, che...

» Restaurare, anzi “rigenerare” la nostra città

Se anche la politica sacilese avesse saputo negli ultimi vent'anni, come è successo in Europa, tarare la crescita urbanistica non sugli interessi dei poteri forti ma su quelli dello sviluppo della qualità della vita, oggi ci troveremmo forse con...