Sacile Partecipata e Sostenibile

Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata PDF Stampa E-mail
Sabato 22 Maggio 2021 17:45

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono ormai da troppi anni.
L'odierno Pujati, ex Istituto Magistrale, ha inizato ad incrementare repentinamente il numero dei suoi studenti con l'avvio a fine anni '80 del corso Pedagogico Linguistico, al tempo una cosiddetta minisperimentazione interna. Il successo aveva fatto sì che nel giro di due tre anni scolastici da una prima si era già passati a tre e che gli spazi dell'edificio dell'Istituto Magistrale non bastassero più. Così alcune classi avevano trovato posto nell'ala ovest della Balliana. Successivamente all'accorpamento delle due scuole medie di Sacile e all'abbandono della sede della Nievo per confluire tutti nella sede odierna il problema delle classi del Pujati si era riproposto. Così son state dislocate aule in parte negli edifici dell'IPSIA, dell'Aporti e dell'attuale linguistico che era stato liberato dal corso per periti aziendali che non aveva più i numeri per una sede staccata a Sacile.
Nel frattempo i vari altri corsi avviati al Pujati, che ad oggi rappresentano l'offerta dell'Istituto, avevano ulteriormente fatto lievitare gli iscritti.
Ad un certo momento era stata persino paventata l'idea di trasferire il Pujati nell'edificio del Marchesini. Figurarsi. Solo tempo perso in inutile discussione.
Poi si è passati a promettere la demolizione dell'Auditorium con riedificazione e aggiunta di aule. Altri 10 anni persi in inutile attesa di vedersi concretizzare progetto e finanziamento. Ora, all'alba del 2022, ci comunicano che tale soluzione non è percorribile.
Nel frattempo la carenza di aule ha visto la sistemazione di un corso nella vecchia sede dell'IPSIA,  sopra le stanze delle associazioni al centro giovani Zanca, con qualche problemino burocratico per via appunto della promiscuità tra i vari soggetti presenti entro le stesse mura. Anche questa soluzione era stata definita “ temporanea”, un termine generosamente usato a Sacile, ma ad oggi situazione invariata.
Nessuno ha anche solo per un attimo ritenuto di ponderare la proposta di riqualificare ed ampliare l'edificio del linguistico nel parco del centro studi.
Altri anni di inerzia e nel frattempo il Pujati contava ormai a ben QUATTRO sedi.
Ma non era certo finita.

Nel 2016 hanno ipotizzato o un prefabbricato o, non ridete cari lettori, la dislocazione di alcune aule presso il centro commerciale Serenissima. Non occorre aggiungere commento.
Ma nemeno questa è stata l'utlima boutade.

No, perchè proprio in questi ultimi mesi abbiamo visto il peggio dell'mprovvisazione con quello che avrebbe dovuto essere l'avvio del Liceo Musicale per cui qualcuno ha avuto l'ardire di proporre di buttare lì intanto due aule nell'edificio delle scuole in via Ettoreo portando il Pujati ad avere ben CINQUE sedi.
Eppure, a parte per la sottoscritta, pareva cosa fatta senza che nessuno se ne stupisse più di tanto. Poi si son però stupiti che non fossero pervenute sufficienti iscrizioni per un corso di cui non esisteva altro che ... l'intenzione.

Ma non c'è fine al peggio.
Non c'è fine al peggio quando, come detto all'inizio, si è ormai all'emergenza.
Si è ormai all'emergenza e una sola cosa continua a costituire l'unica certezza: quella di risparmiare il più possibile.

Così pare essere infatti relativamente alla soluzione che si prospetta per le nuove aule del Pujati in un edificio costruito dove ora si trova la piastra da basket del Marchesini, lato stazioncina.

Perchè no???
Ci son tanti motivi per il no.
E stavolta il Pujati merita il meglio.
Vi rimando alla seconda puntata.

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Maggio 2021 18:12
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Seconda puntata

Strano che il Sindaco confonda con "scenari apocalittici" la mia dettagliata cronistoria di alcune decadi di disagi logistici dall'Istituto Magistrale all'odierno Pujati. Non c'è una sola visione che hanno portato alla frammentazione delle sedi di...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...