Sacile Partecipata e Sostenibile

Calcoliamo quanto consumano gli standby di casa nostra ... PDF Stampa E-mail
Venerdì 10 Febbraio 2012 10:52

casa imgGli standby, ovvero tutti i dispositivi allacciati alla linea elettrica e solo apparentemente spenti, sono tanti. Anche se singolarmente consumano poco, la somma dei vari contributi può portare a consumi considerevoli nelle 24 ore: fino al 30% di tutta l’energia elettrica domestica.

Alcuni sono indispensabili, mentre altri, come computer, stampanti, modem, ecc., potrebbero essere scollegati quando non vengono usati, magari utilizzando una presa multipla.

Conoscere quanto consumano gli standby della nostra abitazione è indispensabile per capire dove occorre intervenire per risparmiare energia elettrica ed inquinare di meno.

Come fare:

Con la luce del giorno, si porti la casa nelle condizioni elettriche notturne (cioè luci spente e televisore in standby), si abbassi il termostato in modo che non si avvii la caldaia e si spenga il frigorifero e l’eventuale congelatore (oppure si ascolti che non siano accesi - per spegnere il frigorifero basta girare la manopola all’interno fino al clic, ricordandosi poi di riportarla allo stesso numero - mentre per spegnere il congelatore è spesso più comodo staccare la presa).

Si vada poi davanti il contatore dell’Enel e si misuri ogni quanti secondi si accende il led rosso in alto, alla sinistra del display. Si ignori l'accensione del led inferiore. Il tempo misurato dovrebbe indicativamente essere compreso tra i 40 e i 200 secondi.

a) Calcolo dei kWh consumati in un anno, solo per lo standby1:

(JavaScript deve essere abilitato nel tuo browser)

b) Calcolo dell'incidenza percentuale dello standby rispetto al consumo annuo2:

NOTE:
  1. Questo calcolo si può ottenere anche dividendo 31536 per il numero di secondi tra un impulso e l’altro.

  2. E' il calcolo percentuale rispetto al consumo totale.

  3. Un altro modo per ottenere il consumo totale della propria famiglia è quello di leggere sul contatore le tre letture attuali (A1, A2, A3) in giorni successivi e alla stessa ora, farne la media e sommare i vari contributi. Il tutto deve essere poi moltiplicato per 365. E’ un calcolo approssimativo, ma la media su più giorni diminuisce l’errore.

OSSERVAZIONI:
  • unto img Valutare il tempo che intercorre tra un'accensione e l'altra del led permette anche di conoscere la potenza assorbita dai vari dispositivi. Basta dividere 3600 per i secondi che passano tra un impulso e l'altro per ottenere il consumo istantaneo in watt. Per esempio: se in casa avessi acceso solo una lampadina e l'intervallo di tempo tra un impulso e l'altro fosse di 72 secondi, la potenza assorbita sarebbe di 3600/72 = 50 Watt.

  • punto img Il calcolo appena fatto vale anche per lo standby: se dividiamo 3600 per i secondi che passano tra un'accensione e l'altra del led, otteniamo la potenza "di fondo", cioè quella costantemente assorbita dalla nostra abitazione. Per esempio, se durante lo standby ho misurato 72 secondi di intervallo, la potenza "di fondo" assorbita dalla mia abitazione sarebbe di 50W (come calcolato sopra). In pratica è come se tenessi accesa una lampadina di questa potenza, per 24 ore al giorno, tutti i giorni dell'anno.

Dalla Potenza all'Energia: 50W di potenza corrispondono a 50 W x 24 h = 1200 Wh = 1,2 kWh al giorno di energia assorbita. In un anno sono: 1,2 x 365 = 438 kWh. Un consumo dovuto allo standby fino a questo valore è abbastanza comune in un'abitazione, oltre bisognerebbe chiedersi se c'è qualche dispositivo di troppo sempre allacciato alla rete elettrica (anche se sono sempre troppi, comunque).

Ruggero Da Ros e Gianni Urioni

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Febbraio 2012 08:46
 
Articoli correlati :

» Nessuna risposta dopo un mese per S.Giovanni d.T.

Purtroppo siamo alle solite. Finché si tratta di generiche promesse tutto è facile, ma quando si chiedono informazioni precise la risposta è fin troppo spesso il silenzio nella speranza che i cittadini si dimentichino.La promessa di sistemazione...

» Casa di riposo o gronda est? Quale scenario?

Così nemmeno stavolta vedremo la notizia dell'avvio dell'iter per l'ampliamento della casa di riposo di Sacile, cosa . La finanziaria regionale ha infatti stanziato 9 milioni per una nuova casa di riposo a Villanova e pure 500.000 euro per corte...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Seconda puntata

Strano che il Sindaco confonda con "scenari apocalittici" la mia dettagliata cronistoria di alcune decadi di disagi logistici dall'Istituto Magistrale all'odierno Pujati. Non c'è una sola visione che hanno portato alla frammentazione delle sedi di...

» 2020/2021: ecco le condizioni di lavoro in casa di riposo

In questi giorni di febbraio 2021 in cui l'attenzione è incentrata sulla campagna vaccinale che pare dare anche speranza di poter rivedere di persona tante/i nonne/i sono grata alla Direzione della Casa dell'Emigrante" di Sequals per...

» Il primo condominio autosufficiente

Ecco a voi, cari lettori, il primo condominio di nove appartamenti totalmente autosufficiente, cioè "energieautark", è stato inaugurato a giugno 2015 (!!!) a Brütten in Svizzera. Non ha alcun allacciamento alla rete elettrica, tantomeno al gas....

» Offfensiva casa di riposo!!!

E' iniziata l'offensiva delle case di riposo ... OVVIAMENTE private.Offensiva che si è ormai spinta al di qua del Tagliamento.Ovvio.Ovvio perchè la provincia di Trieste detiene quasi il 50% di posti letto di case di riposo, quindi la richiesta è...

» La storia ancora lunga dell'ampliamento della casa di riposo di Sacile

Non occorre dire di concordare perfettamente con quanto dichiarato sulla stampa del 22 agosto 2018 dal Sindaco di Caneva, Andrea Gava.Non occorre, perchè la situazione è sotto gli occhi di tutti: a Sacile l'ampliamento della casa di riposo sta...

» le nostre segnalazioni per il PAES

Premesso che in questi anni non abbiamo messo alcun bel cappottino a nessun edificio pubblico e che l'illuminazione a LED ormai sta spopolando (e non sempre senza problemi), abbiamo comunque cercato di dare un piccolo contributo alla riduzione delle...

» I documenti si lasciano mirabilmente scrivere

"Gli  impianti  solari  fotovoltaici  possono  essere  installati  in  facciata,  su  coperture  piane  e  su  falde inclinate, (...)" recita il Regolamento comunale per il risparmio energetico e l'Edilizia sostenibile del Comune di...